Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Ho una malocclusione di terza classe

Scritto da Barbara / Pubblicato il
Salve, ho diciotto anni e ho una malocclusione di terza classe. Da poco compiuti i miei diciotto anni, sono andata a farmi visitare dato che già prima verso i miei quindici anni mi avevano detto che l'unica soluzione al problema sarebbe stata un operazione chirurgica. Infatti anche la dentista che mi ha visitato ha detto che l'unica soluzione possibile sarebbe stata quella, l'unico problema anzi non proprio l'unico è che mi ha soltanto detto che mi avrebbe messo in lista d'attesa per l'operazione senza darmi altri appuntamenti per visite o varie. L'operazione si svolgerebbe ad un anno da qui. Ora navigando su internet ho visto che in realtà si attua un trattamento ben preciso sia pre che post operatorio. In questo momento sono molto confusa, possibile che mi chiamino loro quando arrivi il momento di mettere l'apparecchio pre-operatorio? O è già un procedimento che dovrei attuare ora? Inoltre ho visto anche che dovrei effettuare una visita per il controllo funzionale della lingua e di questo la dentista non ha nominato parola. Cosa dovrei fare? Riprendere un altro appuntamento? O è normale che ti lascino cosi... senza alcuna informazione? Aggiungo inoltre che mi ha controllata neanche un minuto, ripetendo solo che ci voleva un operazione. Grazie per la disponibilità.
Cara Signora Barbara, per non ripetermi legga per favore la seconda parte della risposta precedente alla sua, data alla Signora Giulia dal titolo "Mi è stato detto di avere la deglutizione atipica" e capirà perché non posso risponderle. Dato che era stata diagnosticata già a 15 anni, ma vale anche per i suoi 18 anni, sarebbe bene verificare la coincidenza dell'età anagrafica con quella scheletrica. E' importante, quindi, valutare l'età Scheletrica. Non è detto che l'età cronologica corrisponda con quella scheletrica. Basta fare una radiografia del polso per accertare la maturità dei nuclei di ossificazione per conoscere l'età scheletrica in realtà utile intorno ai 10-13 anni, ma anche a 16 (meglio sarebbe stato a 15) anni per avere certezze! Col metodo di Tanner e Whitehouse si prendono in considerazione 20 dei 30 nuclei di ossificazione del polso e della mana e si attribuisce un punteggio a seconda dello stadio di maturazione raggiunta e si ottengono tre punteggi fondamentali: il totale, il Carpale ed il RUS(radio-ulna-short bones), il punteggio finale dell'adulto che abbia completato la maturazione scheletrica è di 1000 punti. Tutti i punteggi inferiori indicano stadi diversi di maturazione ossea e diverse età scheletriche! Non dimenticando il metodo della Maturazione Vertebrale Cervicale in particolare per l'identificazione del picco puberale nel tasso di crescita cranio-facciale e le correlazioni tra gli indici carpali come l'SMS e quelli vertebrali come il CVS, il CVMS e il CS dove quest'ultimo indica il picco di crescita mandibolare! Le consiglio di farsi visitare da un buon Ortodontista Privato, titolare del suo studio anziché in Cliniche o in Ospedale! Sarà lui poi ad indirizzarla dal Chirurgo Ortodontista giusto e di sua Fiducia! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Senza averla visitata e conoscere il suo caso, è praticamente impossibile risponderle. L'unica cosa che posso dirle è che, se si è rivolto ad una struttura pubblica, inevitabilmente mancano le attenzioni ai dettagli che attuano i Colleghi quando operano privatamente (nel campo Odontoiatrico e Maxillo - Facciale specificamente), questo è un pò una "regola". Di fatto l'intervento può essere benissimo eseguito a regola d'arte, ma sono le attenzioni pre e post che latitano...senta la sua dottoressa, e vedrà che le darà le delucidazioni che desidera.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Barbara, non penso che tra un anno semplicemente la chiameranno per fare l'intervento. Vi sarà una valutazione chirurgica e ortodontica e poi seguirà l'operazione. Almeno spero. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Barbara, per legge lei ha tutti i diritti di essere informata, per cui non esiti a chiedere.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Deve essere visitata da un ortodontista che preparerà le condizioni ortodonticamente per una efficace operazione. E' l'ortodontista che programma il tipo di intervento e col chirurgo le farà prendere appuntamento nella struttura del chirurgo e le darà le dovute indicazioni logopediche. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

La necessità chirurgica è spesso evidente anche con un semplice esame obiettivo. Altra cosa è una seria programmazione frutto di indagini più accurate seguite da una informazione da fornire al paziente ( consenso informato ).

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Ha ragione lei: normalmente si fa una ortodonzia preoperatoria.. Ma forse non serve nel suo caso?? E assolutamente va valutata la funzione linguale perchè altrimenti si rischia la recidiva nonostante l'intervento. La lingua è un muscolo potentissimo ed un motore che se è negativo, rischia di spostare nel tempo i risultati raggiunti.. Troppa fretta. Perchè?? Chieda meglio!!!

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia