Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 11

Mia figlia di 12 anni ha da un anno un apparecchio ortodontico

Scritto da Silvia / Pubblicato il
Buongiorno, mia figlia di 12 anni ha da un anno un apparecchio ortodontico inferiore e le è rimasto un premolare da latte ancora da perdere. Chiedo il vostro parere su cosa sia necessario fare visto che dalla RX di oggi è emerso che il nuovo dente si è posto in senso orizzontale. Vorrei anche chiedere se questa situazione si sia creata a causa della costrizione forzata data dall'apparecchio stesso. Grazie
Ortodonzia come esempio da Dottoressa Claudia Petti Odontoiatra e Parodontologa protesista Pedodontista di Cagliari
Cara Signora Silvia, buongiorno. Vorrà dire un molare deciduo. I premolari sono solo permanenti. Non capisco perchè chieda a noi quando è in cura dal suo Ortodontista! Chieda a Lui. Le spiegherà il perchè ed il percome di tutto! Tra l'altro non conosco la situazione clinica iniziale e attuale e gli scopi terapeutici che si prefigge il suo Dentista. Inoltre la Diagnosi Ortodontica è un atto Medico molto serio ed importante e scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni, numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura della lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"!Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Silvia di norma le Rx sono eseguite prima della cura ortodontica, ora si deve rivalutare se procedere con l'avulsione e approccio chirurgico.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Silvia, premesso che per darle un parere approfondito ci sarebbe bisogno di una visita accurata e di tutti gli esami clinici e radiografici del caso,da quello che possiamo vedere dalla rx endorale allegata, il premolare ritenuto ha una posizione tale che la sua eruzione spontanea è da ritenersi molto improbabile. Questa situazione non è stata provocata dalla terapia ortodontica, ma da un problema eruttivo congenito.Per risolvere la situazione andrà estratto il molare deciduo ed il premolare permanente, una volta munito di un ancoraggio(bracket o bottone), verrà trazionato in arcata.Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Del Rosso
Terni (TR)

Certamente il suo ortodontista saprà consigliarla. Il mio parere è che sia necessario asportare il dente di latte e provare ( con una ottima possibilità di successo ) a recuperare la posizione del dente in disodontiasi. Naturalmente a prescindere da eventuali altri problemi non evidenziabili con l'immagine che ci ha fatto pervenire

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Signora Silvia bisognerebbe conoscere la situazione iniziale per rispondere correttamente. Allo stato attuale, e guardando solo la radiografia che ci ha inviato, bisognerebbe estrarre il molaretto di latte ed agganciare il premolare sottostante trazionandolo nella sua posizione corretta tramite l'apparecchio ortodontico.

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

Perché non chiedere al proprio ortodonzista invece che al computer???

Scritto da Dott. Maurizio Icardi
Vicoforte (CN)

Premesso che la posizione attuale non dipende dall'apparecchio ortodontico in atto, l'estrazione del dente di latte si può eseguire dopo che il permanente si è formata metà della sua radice: allora eseguirà l'estrazione e ci sono buone probabilità di eruzione spontanea. Solo se ciò non dovesse avvenire bisognerà agganciarlo e trazionarlo in arcata.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. ra Silvia, la posizione di quel premolare doveva essere già emersa dall'indagine pre - trattamento. Si tratta poi di molare da latte e non premolare il dente che non è caduto. Il dente incluso molto difficilmente riuscirà ad erompere. Personalmente eseguirei una conbean per vedere la situazione con una immagine tridimensionale e decidere il da farsi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Confermo quanto scritto sopra. L'apparecchio ortodontico non c'entra nulla, il dente era già malposizionato congenitamente (un premolare permanente che deve sostiruire un molaretto) e il tutto immagino sia già stato valutato ad inizio trattamento (come logica vuole) dal suo Ortodontista. Detto questo, allo stato attuale suggerisco, come il collega Tabasso, una Tac Dental Scan per valutare con esattezza la posizione del premolare e decidere come procedere: la speranza è poterlo recuperare e portare in arcata con trazione specifica (tramite attacco posizionato sulla sua corona e trazione su apparecchio ortodontico), dato che la sua eruzione spontanea è pressochè impossibile.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Penso proprio di no e se in passato avete fatto rx come penso potete controllarlo. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia