Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 8

Dopo l'estrazione i molari definitivi potranno crescere spontaneamente dritti?

Scritto da Biancamaria / Pubblicato il
Buongiorno, sono la mamma di una ragazza di 13 anni. Premetto che fino ad ora ha avuto denti sani (mai una carie) e a detta della dentista una bocca spaziosa e una prima classe dentaria. Poiché i molari superiori ( mi sembra i settimi) non erano ancora usciti (ci sono ancora i denti decidui) le e'stata fatta una radiografia panoramica dalla quale si evince che i denti definitivi ci sono sotto e che sono un po' storti perché non riescono ad uscire, così farà l'estrazione di entrambi i molari decidui. Le chiedo, dopo l'estrazione, i molari definitivi potranno crescere spontaneamente dritti (come tutti gli altri)? O sarà necessario intervenire ortodonticamente? Ringrazio anticipatamente per la risposta.
Cara Signora Biancamaria, buongiorno a Lei. Come posso risponderle senza un esame Clinico? Lo deve chiedere al Suo Dentista. Le saprà rispondere indubbiamente. Il secondo Molare Permanente erompe tra gli 11 e i 13 anni, di regola, quindi è nei tempi e non vedo perchè non dovrebbe esserci lo spazio visto che è stata controllata in passato sempre dal Dentista che avrebbe visto la presenza di una disgnazia! E' anche importante valutare l'età Scheletrica di sua figlia. Non è detto che l'età cronologica corrisponda con quella scheletrica. Basta fare una radiografia del polso per accertare la maturità dei nuclei di ossificazione per conoscere l'età scheletrica in realtà utile intorno ai 10-13 anni, proprio l'età di sua figlia! Col metodo di Tanner e Whitehouse si prendono in considerazione 20 dei 30 nuclei di ossificazione del polso e della mana e si attribuisce un punteggio a seconda dello stadio di maturazione raggiunta e si ottengono tre punteggi fondamentali: il totale, il Carpale ed il RUS (radio-ulna-short bones), il punteggio finale dell'adulto che abbia completato la maturazione scheletrica è di 1000 punti. Tutti i punteggi inferiori indicano stadi diversi di maturazione ossea e diverse età scheletriche! Non dimenticando il metodo della Maturazione Vertebrale Cervicale in particolare per l'identificazione del picco puberale nel tasso di crescita cranio-facciale e le correlazioni tra gli indici carpali come l'SMS e quelli vertebrali come come il CVS, il CVMS e il CS dove quest'ultimo indica il picco di crescita mandibolare!Cordialmente e cari saluti a sua Figlia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora Biancamaria comprendo le sue preoccupazioni ma non è possibile rispondere alla sua domanda senza visitare la bambina e senza valutare le radiografie.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Cara Signora, Mi pare di intendere che la Sua preoccupazione la indirizza verso la ricerca di una "second opinion". E' normale. Ma servono elementi ... Fermo restando il concetto che è irrinunciabile sottoporre il paziente a visita odontoiatrica se si vuole fare diagnosi[=identificazione seria] della presenza o meno di eventuali condizioni anomale e/o patologiche del cavo orale di una persona, tenga presente che laddove desiderasse almeno un opinione sulla permuta e/o sulla necessità di ortodonzia o meno in Sua figlia è essenziale inoltrarci (in allegato) almeno: - l'ultima radiografia panoramica (OPT); - l'ultima Tele-Radiografia Latero-Laterale; - (e ben venga assolutamente anche l'rx polso). Ancor meglio -mi permetto di aggiungere- sarebbe che ci inviasse gli esami radiografici di cui sopra sia più recenti che precedenti (almeno gli stessi uno o più anni prima ...): per fare, oltre che diagnosi, anche prognosi[=previsione-clinica], servono almeno due rilievi nello spazio-tempo ... Coi più cari auspici di una serena e rapida risoluzione dei Vostri problemi odontoiatrici. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Scala
Brescia (BS)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig.ra Biancamaria, occorre uno studio del caso per poterle dare una risposta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

I molari decidui vengono sostituiti dai premolari permanenti, mentre i molari permanenti emergono in arcata senza sostituire alcun deciduo: i denti decidui sono venti, mentre i permanenti sono 28 + 4. Quindi i denti che non riescono ad uscire per la presenza dei denti decidui sono i premolari, non i molari. I primi molari permanenti compaiono in arcata verso i 6 anni e i secondi molari permanenti verso i 12 anni. Fatta questa doverosa premessa, senza una panoramica è molto difficile risponderle in prospettiva ortodontica (anche se generalmente dei grandissimi problemi di posizione dei premolari in arcata non ci sono).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Come le suggerisce il collega Scala è indispensabile che ci faccia vedere le radiografie della sua ragazza. Solo allora potremo darle i consigli che ci richiede. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Spontaneamente è difficile che erompano in quanto l'età è avanzata rispetto alla normale cronologia di eruzione. Probabilmente sarà necessario l'apparecchio x "aiutare" l'eruzuione dei denti correttamente in arcata. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra, prima erompono i denti e poi si interviene ortodonticamente, tranne in qualche caso in cui si fa chirurgia. Credo che sia necessario attendere, ogni bambino ha i suoi tempi.

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia