Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 8

Esiste una minima possibilità che il dente scenda da solo?

Scritto da loredana / Pubblicato il
Buona sera. Sto per compiere 25 anni e da quasi tre anni mi è stato rimosso il canino superiore destro nella speranza che questo in qualche modo uscisse, ma così non è stato. Dopo due interventi di incisione della mascella a livello del canino, il primo due anni fa, l'ultimo qualche settimana fa, non ho ottenuto nessun genere di risultato. Da ciò che ho letto e nella mia ignoranza in materia, deduco che il dente abbia bisogno di una qualche trazione per scendere. Proprio due settimane fa ha tentato di applicare un bottoncino per consentire la trazione verso il basso, ma non ci è riuscito perché secondo lui la superficie del dente era bagnata, quindi mi ha tolto un sacco di superficie ossea intorno al dente, liberandolo, nella speranza che questo scenda da solo; se nell'arco di un mese e mezzo ciò non si verificasse ha detto che applicherà una microvite, se riesce a reperirla. A questo punto vi chiedo: - esiste una minima possibilità che il dente scenda da solo ora che la porzione superiore è stata liberata dall'osso che la circondava oppure - si tratta di un dente anchilosato? -se così fosse, c'era la possibilità di stabilire a priori questa condizione senza che tutto l'osso mi venisse tolto?  Mi scuso in anticipo per la lunghezza del mio quesito, ma penso che questo problema sia stato trascurato da parte del mio dentista. Distinti saluti
Cara Signora Loredana, buongiorno, auguri per il suo imminente compleanno, in bocca al "lupo" :) .Il suo Dentista se non riesce a farlo, dovrebbe, professionalmente ed elegantemente inviarla da un collega esperto in questo tipo di terapia chirurgica-Ortodontica! Purtroppo, trovo utile e necessario il fatto che debba ripetermi anche se l'ho scritto poche risposte fa, scusandomi sinceramente con Voi Pazienti e Voi Colleghi, ma le cose vanno così e trovo mio dovere facilitare la lettura e ricerca alla Gentile e Simpatica Prossima Festeggianda Signora Loredana! Quindi riporto: Personalmente di fronte ad un canino incluso la prima cosa è stabilirne la posizione, ossia se esso sia vestibolare o palatale rispetto agli incisivi ed altri denti. Ci sono varie tecniche, come fanno notare due colleghe studiose dei Canini Inclusi, in un bellissimo lavoro le Dr.sse Alessandra Marino e Patrizia Massaro e, dico, l’OPT ( la panoramica che ha fatto non serve a niente). Una Rx occlusale Evidenzia i contorni del canino incluso che, se posizionato all'interno della linea che idealmente unisce gli apici degli altri denti, è palatale, mentre, se posto all'esterno, è vestibolare. Regola della Posizione Vestibolare: Se l'angolazione verticale del cono cambia di circa 20° in due lastre successive, il Canino vestibolare si sposterà in direzione opposta alla fonte di radiazioni. In caso contrario di canino palatale, esso si sposterà nella stessa direzione della fonte di radiazioni. Rx endorali con incidenza diversa (regola di Clark o tecnica dello spostamento del tubo). Se il canino si sposta nella stessa direzione del tubo radiogeno, la diagnosi è quella di inclusione palatale. Se il canino si sposta in direzione contraria a quella del tubo radiogeno è in inclusione vestibolare. Infine, se il canino non cambia posizione, è in posizione intermedia, in senso vestibolo-palatale. A questo punto della diagnosi si interviene ortodonticamente, dopo ovviamente diagnosi cefalometrica e ceck up ortodontico, come detto sopra, qualora non vi sia nell'arcata lo spazio sufficiente al suo riposizionamento, prima dell’esposizione chirurgica. Se questo spazio invece ci fosse lo si sposta ortodonticamente previo intervento chirurgico per agganciarlo e "trascinarlo" in sede L’eruzione chirurgica può essere "chiusa", utilizzando un lembo ribattuto e posizionato e liberando nel modo giusto il dente dal tessuto osseo che lo ricopre ,oppure può essere portato in sede con escissione dei tessuti duri e molli limitrofi alla corona del dente che viene ancorata al dispositivo ortopedico. Personalmente pratico una alveolectomia conduttrice di Chatelier, che facilita il riposizionamento chirurgico-ortodontico del canino (in pratica faccio un canale osseo in cui guidare il canino in posizione La legatura che preferisco è quella fatta con un filo di acciaio inossidabile sotto al cingolo del canino incluso o se l’equatore fosse poco pronunciato o assente, faccio una banda, o un intarsio o un perno nella corona del canino! Sempre personalmente faccio tutto questo in una sola fase e tutto è molto "veloce", sempre entro certi limiti che dipendono da una infinità di problemi clinico-anatomo-chirurgici e ortodontici! Ovvio che lo deve fare chi lo sa fare! Cari saluti e stia tranquilla e Serena
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Loredana, nessuno conosce la vis eruttiva del suo dente per poterle dare una risposta certa. microviti attacchi particolari si trovano da qualunque fornitore di materiali dentari.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sono pienamente d'accordo con il dott Petti, si rivolga ad un altro professionista

Scritto da Dott.ssa Cleopatra Albini
Grottammare (AP)

Mi spiace deludere le sue aspettative, ma è poco probabile che il suo canino ritenuto possa erompere da solo.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Da solo a 25 anni è difficile. Meglio applicare una trazione, tanto l'apparecchio dovrà metterlo comunque per allinearlo una volta erotto...

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile Sig. ra Loredana, ovvio che quando si mette un bottoncino per effettuare la trazione di un canino incluso vi è del sangue. Per questo è importante avere buone assistenti che sappiano come tenere asciutto il campo. Se il dente è anchilosato la trazione è praticamente impossibile, anche eliminando parecchio osso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Alla sua età capacità eruttiva di un elemento dentario ê venuta meno. Necessaria un'adeguata terapia ortodontica con trazione dell'elemento incluso. Ovviamente devo tralasciare tutta la parte di valutazione clinica e radiologica necessaria per la programmazione della terapia. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Dai suoi dubbi deduco che il suo dentista non ha la competenza necessaria a procedere a quello che lei ci ha detto. Un ortodontista la sistemerà, magari con l'aiuto del chirurgo, in un tempo ragionevole. Rispondendo alla sua domanda non credo che il dente eromperà da solo e spero che le manovre maldestre finora fatte non abbiano toccato la superficie anche minima della radice perchè allora sì che si anchilosa.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia