Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 8

Sarebbe possibile raddrizzare questo incisivo e questo canino in tempi brevi?

Scritto da Serena / Pubblicato il
Sono trascorsi quasi tre anni di distanza dalla fine della cura ortodontica che ho seguito per quasi sei anni, intervallata da una lunga fase di stacco - tra i miei 11 ed i miei 13 - che potesse permettere ai denti da latte di cadere ed ai permanenti di crescere. Premesso che partivo da una situazione davvero drammatica, e che senz'altro il mio dentista mi ha aiutata moltissimo in questo frangente, tuttavia, i due incisivi superiori si sono spostati leggermente in avanti ed uno di questi sembra essersi in parte ruotato. Non ho le competenze per descrivere con cognizione di causa la cosa, ma l'effetto ottico è che nell'arcata superiore, se dal lato destro la curva formata dall'incisivo con il canino è perfetta, dall'altro così non è, e l'impressione è che o l'incisivo od in canino siano rientrati o si siano ruotati. L'impressione che comunque qualcosa si stia spostando la avverto anche nel fatto che sento questo canino come tirato, come se avessi un apparecchio che lo stesse raddrizzando, con il piccolo dettaglio che in bocca non ho nessun apparecchio e che forse, se sta avvenendo uno spostamento, questo canino si sta storcendo. Vorrei sapere: sarebbe possibile raddrizzare questo incisivo e questo canino in tempi brevi e poi chiedere all'eventuale dentista di lasciarmi una marcherina Invisilign di mantenimento in modo da garantirmi che non si spostino più? Perchè mentre ai miei amici i dentisti fornivano l'Invisilign, a me il mio dentista fornì un apparecchio di contenzione che manteneva l'assetto dell'arcata, ma comunque non mi ha mai dato l'impressione di fungere davvero da mantenimento.
È indispensabile premettere che non sappiamo nulla del suo problema ortodontico nè della situazione di partenza, a parte la sua descrizione che non può essere sufficiente senza i dati degli esami che si eseguono in questi casi e senza la visita clinica. In generale la recidiva ortodontica avviene per un incompleto equilibrio muscolo-occlusale (posizione della lingua e come i denti appoggiano tra loro) che non è stato raggiunto al termine del trattamento ortodontico. Alla fine di questo percorso è necessario utilizzare la contenzione che può essere fissa o rimovibile secondo le istruzioni del dentista e rispettando scupolosamente i tempi che le vengono indicati (a volte per molti anni o anche per sempre!). E questa fase di contenzione è altrettanto importante della fase di trattamento perchè comunque i suoi denti tendono a modificare la loro posizione per tutta la vita. La tecnica di cui lei cita una (non l'unica) marca commerciale può essere una soluzione ma dipende dal caso specifico che va deciso dal professionista e non può richiederlo lei "on demand". Consideri che in ogni caso sarà indispensabile far seguire al nuovo allineamento dei denti una fase di contenzione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Cara Signora Serena, prima afferma con convinzione che "senz'altro il mio dentista mi ha aiutata moltissimo"! Poi anzichè rivolgersi a Lui, chiede al Web, anche se il Web di Dentisti Italia che raccoglie Professionisti di Qualità e Competenza e per questa Stima e Fiducia, mi creda, la ringrazio di cuore! Deve capire però che non possiamo, almeno io non posso rispondere senza visitarla e tra l'altro, anche visitandola, facendo un torto al suo Dentista che l'ha curata a quanto sembra con competenza per cui chieda a Lui! Poi, in ogni caso, devo purtroppo rispondere ribadendo per l'ennesima volta concetti "triti e ritriti" e chiedo scusa per questo a tutti i miei colleghi! Evidentemente però non basta mai parlarne se voi pazienti continuate a fare queste domande in queste situazioni. Ecco che la Diagnosi Ortodontica che è un atto Medico molto serio ed importante e che scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura della lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Signora con i presidi messici a disposizione dalla tecnologia la risposta non è tanto assicurare il corretto posizionamento dei denti ma quale tecnica sia opportuna nel suo caso. Ma non avendo dei dati certi ci risulta difficile entrare nei dettagli. Cordialità

Scritto da Dott. Antonino Messina
Palermo (PA)

E' indispensabile almeno vedere le fotografie dei suoi denti: la descrizione è del tutto insufficiente. Naturalmente con Invisalign si può avere in finale delle mascherine di contenzione. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Carissima sig.ra Serena, non è possibile rispondere alle sue domande in modo affidabile senza visitarla. In linea di massima è possibile risolvere il suo problema con Invisalign, la stabilità del risultato non dipende dal tipo di contenzione che le si fa usare ma dal fatto che si sia individuata la causa della recidiva.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Cara Serena, per poterle essere di aiuto ci sarebbe bisogno di tutta la documentazione del suo caso e di un accurato esame clinico per comprendere la sua situazione attuale e l'entità ed i motivi della recidiva. Una volta appurato tutto questo si potrà scegliere con quale metodica risolvere i suoi problemi e quale sarà la contenzione migliore. Cari saluti

Scritto da Dott. Roberto Del Rosso
Terni (TR)

Sig.ra Serena, marchi e pubblicità devono essere retribuiti, forse il suo odontoiatra le aveva fornito come contenzione una versione similare di produzione nazionale e non extracomunitaria. Chiaramente se non si applica la contenzione dove non si è potuto raggiungere il 100% del risultato ortodontico, troviamo la rediva dietro l'angolo. Nel suo caso c'è stato un grave errore, la mancata corretta visita semestrale, tenendo conto che dopo le cure ortodontiche è mensile poi trimestrale per arrivare alla semestrale. Le consiglio di ritornare dal suo odontoiatra senza indicare quali cure e di che marca e affidarsi alle sue buone mani.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Una contenzione quale essa sia ha la sua funzione. Probabilmente veniva fornita una mascherina trasparente ai suoi amici, ma se é di contenzione non é invisalogn. L'occlusione per essere stabile deve essere correttamente ingranata ed in equilibrio e quando ci sono movimenti anche di pochi denti questa non lo è per cui va rivalutata con uno studio completo purtroppo senza conoscere il caso nè visita né documentazione è impossibile per noimrisponderle. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia