Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 8

Soffro di contratture nella zona cervico occipitale

Scritto da Angelo Paolo / Pubblicato il
Da alcuni anni soffro di contratture nella zona cervico occipitale, soprattutto a destra (zona alta della spalla). Ho provato di tutto: agopuntura, bite, fisioterapia, mesoterapia, nuoto, pilates, farmaci, osteopatia, eliminazione dell'amalgama (avevo 11 otturazioni), ma senza esiti apprezzabili. Appena finisce l'effetto, la contrattura peggiora e inizia la cefalea. Il rapporto causa effetto è evidente: se assumo per alcuni giorni tauxib e sirdalud (1 ciascuno al giorno), sto meglio per qualche giorno, dopo riprende la cefalea, nella misura di 100 (cento!) ore al mese. Non ho avuto incidenti, ma ho un'impressionante ipercifosi dorsale (65 gradi) accoppiata ad una rettilizzazione cervicale. Da piccolo ho corretto un brutto prognatismo usando anche la mentoniera, ma tuttora le arcate dentarie si sfiorano, tant'è che gli incisivi si stanno consumando all'interno (i superiori) e all'esterno (gli inferiori). Si vive proprio male in queste condizioni, diventa duro lavorare, vivere, fare qualsiasi cosa. Chi mi può consigliare qualcosa? Grazie in anticipo.
Caro Angelo Paolo ... mi sta descrivendo una sindrome ( = insieme di sintomi) abbastanza compplessa da affrontare senza visitarla ... e complessa da spigare a Lei caro Angelo Paolo di cosa si tratta: 1-ci sono patologie della colonna vertebrale e a diversi livelli. 2-c'è una patologia gnatologica ( i rapporti occlusali ossia delle superfici masticatorie dei denti che è "squilibrata"), tanto che le arcate dentarie si sfiorano. 3- Da piccolo ha avuto un Prognatismo rilevante a quanto dici. 4- Ha Cefalee ed altri sintomi. Guardi i casi sono tre...in linea di massima...o tutte le patologie della colonna vertebrale hanno creato un'alterazione della Postura e di conseguenza questa ha creato a sua volta una disfunzione gnatologica , temporo mandibolare causa poi delle cefalee ...o viceversa i disturbi gnatologici, ortodontici etc hanno creato la patologia della postura e quindi della colonna vertebrale oppure sono due patologie che coesistono indipendentemente l'una dall'altra ma aggravandosi vicendevolmente! Che fare?...Una diagnosi...è assurdo continuare per tentativi...la medicina non funziona così...bisogn arrivare ad una corretta diagnosi e solo dopo instaurare una corretta terapia...il Bite Plane a piani inclinati con un rialzo lieve e con una costruzione molto particolare ...perchè devono toccare solo alcune precise cuspidi dei denti...può servire ora solo per diminuire i dolori e la cefalea decontraendo le contratture (contrazioni dolorose)..dei muscoli...Massetere (guancia) Pterigoideo (vicino alle articolazioni temporo mandibolari)...Temporale (vicino alle tempie per intenderci)...Le consiglio di farsi vedere da un buon Gnatologo (un Dentista che studia questi problemi)...e da un buon Ortopedico del rachide e vedrà che si arriverà ad una soluzione...una volta consultatili...mi ricontatti pure sul Portale! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La mentoniera per il prognatismo le ha rovinato la articolazione temporo mandibolare, creando una intrazione dinamica con compromissione del meccanismo delicatissimo. Roba che se succedesse oggi, i genitori potrebbero ottenere un bel risarcimento.. Non è così che si corregge la III classe. Forse è stato un abusivo, non un medico (almeno lo spero per la nostra categoria..) Credo che i guai derivino da questo. Può fare preliminarmente una risonanza magnetica di queste articolazioni per vedere se ci sono danni anatomici permanenti e se c'è la possibilità di un recupero con sistemi odontoiatrici gnatologici..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Clicchi su dentisti italia "DISFUNZIONI DELL'ATM, EMICRANIA, ALGIE VARIE, CEFALEA MUSCOLOTENSIVA " è possibile che il suo caso possa avere una spiegazione e anche una terapia adeguata a costo zero, auguri,

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Buonasera, penso che sicuramente un buon gnatologo potrebbe aiutarla a risolvere almeno in parte i suoi problemi. A Roma mi sento di consigliarle il Dr. Alfredo Modesti. A presto e tanti auguri

Scritto da Dott.ssa Antonella Bacchieri Cortesi
Noceto (PR)

Sig. Angelo, come giustamente dice il collega Petti, lei descrive una sindrome complessa, la cui derivazione primaria, può non essere il cavo orale. Le consiglio di eseguire esami diagnostici generali approfonditi prima di intraprendere una terapia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La cuffia mentoniera ha avuto una buona responsabilità nel peggiorare il suo caso già difficile. Consulti un dentista che si occupa di Posturologia (uno Gnatologo) e un osteopata ( medico, mi raccomando! ) e vedrà che i risultati ci saranno|

Scritto da STUDIO ASSOCIATO YGEA
Trecastagni (CT)

Gentile signore, il suo problema è probabilmente dovuto alla stessa causa della maloclusione trattata anni fa. Il controllo del tono muscolare generale è determinato dal continuo ritmico contatto della lingua con un recettore nervoso trigeminale che si trova in un piccolo punto del palato. La terza classe che ha presentato è un segno evidente che la sua lingua invece di lavorare contro il palato ha sempre spinto contro la mandibola. la correzione della posizione mandoibolare non ha fatto altro che ridurre lo spazio a disposizione della lingua e ciò, con il termpo, ha aumentato la sua disfunzione. purtroppo noi ortodontisti fino a qualche anno fa non avevamo alcuna conoscenza della neurologia della bocca. Da un pò di tempo con mie colleghi stiamo portando avanti questa informazione favoriti dal fatto di insegnare in ambito universitario alle dipendenza degli istituti di neurologia o di neurofisiologia. Le consiglierei di farsi vedere, essendo lei vicino a Roma, nello studio con cui collaboro per poter verificare la correttezza delle nostre supposizioni. Se vorrà potrà trovare qualche informazione sul sito www.miolabroma.it  . Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Le chiedo, ha piedi piatti? Una iperlordosi lombare bassa e ginocchia tendenti al valgo? Potrebbero essere indicati dei plantari. Spalla dx? Controlli il fegato, il rene dx (magari ectopico, ossia un pò spostato.) Il fatto che gli incisivi si consumino segna l'esigenza della mandibola di posizionarsi un pò più avanti, va stabilito se a causa dell'occlusione o causa di un assetto posturale. Va fatta una complessa diagnosi differenziale tra occhi, denti, riflessi nucali, vestiboli ed esigenze di compensi viscero-somatici. qualche informazione la può trovare sulla pagina denti e postura sul sito www.dental-solution.it. Quelli che gli ho suggerito sono solo degli imput che vanno approfonditi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)