Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

E' possibile aver danneggiato così lo smalto?

Scritto da Giordano / Pubblicato il
Salve mi chiamo Giordano, ho 21 anni e vi scrivo per un inconveniente accadutomi una settimana fa alla rimozione dell'apparecchio fisso (tipologia MEAW). Sono partito da un morso aperto con terza classe e deviazione della mediana, in meno di due anni e con impegno costante è andato tutto bene e credo che chi mi ha seguito abbia fatto il massimo possibile, il risultato è stato soddisfaciente. Il problema è un'altro, alla rimozione dei brackets è seguita una fresatura veloce del cemento per rendere le superfici lisce, dato che successivamente avrei dovuto fare le impronte per il contenitivo. Tutto nel giro di 5 minuti massimo, la pulizia completa devo ancora farla al ritiro dell'apparecchio mobile. Arrivato a casa guardandomi allo specchio ho notato che tutte le superfici esterne sono come graffiate, in molti punti scheggiate, e lo smalto presenta come delle leggere affossature, sintomo di asportazione di quest'ultimo. Negli incisivi inferiori la manovra errata è visibilissima dato che gli spigoli di ogni dente sono stati scheggiati in parte. Asciugando i denti con un getto d'aria (ho usato il phon) e osservandoli vicini ad una luce è impossibile non notare i danni. Spero sia una mia impressione e che quello che vedo sia solo il collante non ancora rimosso. Ho già avvertito della cosa e mi è stato detto che sicuramente è la colla e che comunque controlleremo. Ora mi chiedo, è mai possibile?? Ho tenuto un apparecchio fisso per due anni, curato la pulizia con filo ogni sera ecc ecc, e alla fine mi ritrovo i denti rovinati quando prima erano belli lisci e naturali?? Non so che tipo di fresa abbia usato il dottore ma rimango davvero senza parole quando vengono fatti errori simili, sono una persona molto attenta nelle cose, preciso, ci tento all'estetica, e queste cose mi danno ai nervi. Mi son fidato perchè so che tutto lo staff è iscritto all'albo dei medici, scelsi questo studio proprio per la presenza della persona che ha seguito il mio caso. Ora vi chiedo, è possibile aver danneggiato così lo smalto?? cosa devo fare?? per prima cosa ho intenzione di chiedere che tipo di fresa è stata usata, so che per questi casi vengono usate quelle al tungsteno, a bassa potenza, ecc ecc, e sinceramente io non ho visto cambiarla, di certo posso dirvi che non è stato per niente delicato. In più sto avendo dei problemi di lieve sensibilità di cui non ho mai sofferto, ma forse questo può essere condotto in parte al fatto che abbia appena tolto l'apparecchio e i denti siano in fase di assestamento. Sono veramente incavolato, non accetto certe cose. Può essere che il dottore non era esperto in questi lavori non essendo un igienista? non credo sinceramente, sembra più un caso di menefreghismo. Per fortuna sono presenti le foto scattate prima dell'applicazione dell'apparecchio ma non so quanto si possa percepire, vi ringrazio
È verosimile che abbiano lasciato residui di resina che serviva proprio ad incollare i brackets, sarebbe inverosimile che abbiano danneggiato così pesantemente lo smalto. Se ha avuto fiducia fino ad adesso del suo dentista e si ritiene soddisfatto del risultato ortodontico raggiunto, provi ad averne ancora un po' in attesa del prossimo appuntamento dove potrà chiarire questo dubbio.

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Sicuramente l'asportazione dei materiali utilizzati per le cure ortodontiche deve avvenire in modo atraumatico senza danneggiare lo smalto ne parli con il suo dentista la prossima volta che andrà. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Giordano, ma insomma, prima fa i complimenti al suo Dentista e poi "lo distrugge totalmente"! Parli con lui, queste sono sciocchezze, i denti saranno raccordati e lucidati a dovere e se ci fosse qualche danno agli "angoli", verrebbero riparati. Ci sono tante tecniche a riguardo. Stia tranquillo e parli col suo Dentista. Non li posso certo lucidare o "riparare" io via Web! Lasci perdere il tipo di fresa, si usano frese adatte allo scopo ed i materiali sono vari, di solito sono diamantate a grana finissima a fiamma per composito e poi dischi di varia grana e coppette e frese di gomma speciale per la lucidatura usandole con o senza paste speciali. E' talmente "fuori" che dice sciocchezze, mi scusi come "Può essere che il dottore non era esperto in questi lavori non essendo un igienista" . Ma scerza? a chi crede che insegni all'Igienista a fare l'Igienista se non un Dentista o meglio una serie di Professori Odontoiatri? Non è compito dell'igienista ma del Dentista! Ma ne dice di cose! Ripeto parli a fondo col suo Dentista! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Buon giorno se come lei asserisce la rimozione dei br. e' stata molto veloce ed altrettanto veloce la "sommaria" pulizia vedra' che quello che le appare e' soltanto materiale composito che verra' rimosso al prossimo appuntamento!!! brutta cosa il criticare e condannare senza certezze!!! L'igienista e' igienista perché viene da un corso di laurea nel quale insegnano medici o odontoiatri quindi le competenze sono in primo luogo sempre dell'odontoiatra!!!!!!!!!!!!!!!!!!! il suo dentista come da lei affermato ha fatto un buon lavoro? !!! fino a prova contraria non merita di essere trattato cosi'
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giorgio Petroni
Terni (TR)

Per la fretta la gatta ha fatto i gattini ciechi. Cinque minuti al massimo sono l'opera di chi aveva altri pensieri per la testa e randellava per demolire. La fresa usata non è al tungsteno, perché tutti gli acciai rapidi vengono abrasi dalla carica della resina e perdono il filo entro pochi secondi. L'asportazione della resina si fa con un diamante a granulometria fine, campo bagnato e asciutto alternati per vedere i limiti del deposito adesivo. Lei deve farsi rispettare per quello che paga, e se i soldi sono buoni anche l'esito deve esserlo. Lo ricordi al suo dottore responsabile in capo, senza timidezza. Dopo avere avuto quel che deve avere, se lei non è contento, ritardi il saldo della parcella concordata per un anno. Faccia capire perché al personale di più basso livello. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.mo Sig. Giordano, non posso sapere se le sue rimostranze siano fondate o meno ma spero che lei ne abbia portato a conoscenza quello che dovrebbe essere il suo dentista di fiducia. E' con lui che si deve confrontare ed il suo sfogo on-line non ha molto senso se non ha effettivamente appurato cosa è effettivamente successo. La mia non è una mera difesa corporativista ad oltranza ma il doveroso rispetto al lavoro di un collega (del quale peraltro lei sembra soddisfatto) che necessità di confrontarsi serenamente con lei per ogni tipo di problema. Mi permetta di dirle che, se da un lato la fiducia nel suo dentista deve essere motivata, dall'altro non può soffrire di eccessivi pessimismi relativamente immotivati. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Marco Gabriele Longheu
Milano (MI)

Sig. Giordano può stare tranquillo, anche se il suo odontoiatra non è anche igienista dentale; probabilmente ci sono ancora molte tacce di "colla " che hanno lo stesso colore del dente, vedrà che prossimamente con calma e cura le ridoneranno un ottimo sorriso. Rivolgendosi a un iscritto all'ordine dei medici lei è in una botte di ferro, perché ha un dottore che si assume ogni responsabilità dell'accaduto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)