Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

La mia situazione è ancora rimediabile alla mia età con un apparecchio fisso tradizionale?

Scritto da Sara / Pubblicato il
Salve, mi chiamo Sara e ho 36 anni; da bambina ho effettuato un trattamento ortodontico che durò diversi anni ( circa tre ) con brackets e trazione extraorale, a causa di incisivi superiori accavallati e sporgenti. Purtroppo credo che tale cura non abbia dato i suoi frutti, perchè mi ritrovo oggi a 36 anni con l'incisivo destro superiore decisamente piu' avanzato rispetto al sinistro, cosa che da al mio sorriso un generale senso di poca simmetria. Aggiungo che ho i denti del giudizio, purtroppo erotti male. Sono anche affetta da seconda classe. Vi invio una mia fotografia per chiedervi, nel limite del possibile, se la mia situazione è ancora rimediabile alla mia età con un apparecchio fisso tradizionale, perchè non riesco piu' a vedere questo sorriso " sbilenco" che proprio non mi piace. Grazie.
Sicuramente si affidi ad un bravo specialista in ortodonzia che saprà indicarla al meglio

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

La Sua situazione è risolvibile, non si preoccupi, con un corretto trattamento ortodontico fisso e l'eventuale estrazione dei denti del giudizio.

Scritto da Dott. Elio Chello
Roma (RM)

Cara Signora Sara, penso proprio di si ma non posso dire di più perchè la Diagnosi Ortodontica è un atto Medico molto serio ed importante e che scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta! Per Fare una Diagnosi e Programmare una Terapia, bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica! Bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura della lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico che "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! Vada quindi dall'Ortodontista! Tranquillo! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Sara, per darle un parere sensato non è purtroppo sufficiente la foto che ha allegato. Il consiglio è quello di rivolgersi ad un bravo Ortodontista che saprà senza dubbio curarla nel migliore dei modi. Cari saluti, Dr.Roberto Del Rosso, Specialista in Ortognatodonzia, Terni

Scritto da Dott. Roberto Del Rosso
Terni (TR)

Non trascurare la possibilità di un'ortodonzia invisibile, senza estrazioni

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sara, la situazione è risolvibile, ma probabilmente dovrà portare una contenzione per lungo tempo, se vuole, sono ortodontista da trenta anni, la posso vedere per una visita.

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Se non ci sono problemi parodontali e di livello osseo l'unico limite è la pazienza. E' pronta ad affrontare due anni di terapia fissa?....è questa la domanda che si deve fare. In linea di massima se ci sono problemi di classe le tecniche invisibili non sono indicate per cui attenzione a fare le scelte giuste.

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Gentile Sig.ra Sara, probabilmente si, però non si può essere certi con la sola foto del sorriso. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Sara, i movimenti ortodontici dentali si possono ottenere a qualunque età, le abrasioni devono essere valutata accuratamente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Una soluzione terapeutica è sicuramente possibile. Bisogna vedere quale possa adeguarsi alle sue esigenze relazionali e motivazionali . In generale: meno impegno si mette e piu' compromessi dovrà accettare ( da farsi ben spiegare ). Viceversa se si vuole una situazione finale in cui stabilità ed estetica convivano in adeguato equilibrio per piu' tempo possibile l'impegno, in ogni senso, sarà maggiore. ...Indispensabile mettersi in buone mani.... dr. Costantino Volpe - Salerno
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)