Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

Cosa mi consigliate per il trattamento ortodontico d mia figlia di 9 anni?

Scritto da anna / Pubblicato il
Buongiorno, ho consultato due dentisti (a mio parere entrambi bravi) per mia figlia di 8 anni, 9 a maggio. Il primo mi ha consigliato di intervenire subito con un divaricatore del palato sopra e dopo un pò un apparecchio sotto. Secondo lui l'intervento precoce fa sì che i denti vadano a posto quasi da soli e poi non c'è il rischio che si ristorcano. La seconda dentista non trova motivi gravi per cui intervenire subito, ma farebbe tutto insieme fra un paio di anni, quando la dentizione fissa è più completa. Chi devo ascoltare? Grazie dell'attenzione
Non è facile valutare a distanza! Si potrebbe (se necessario) applicare il divaricatore subito e aspettare qualche anno per un eventuale trattamento a dentizione ultimata.

Scritto da STUDIO ASSOCIATO YGEA
Trecastagni (CT)

Sig.ra Anna, in medicina a volte si hanno pareri discordanti sulle cure, perché la scienza medica non è matematica. Gli odontoiatri, che lei ha consultato, probabilmente concordano nella stessa diagnosi, ma uno propone un approccio a stadi uno ortopedico e uno dentale, l'altra collega propone un’ unica cura ortopedico-dentale. Entrambi probabilmente possono raggiungere lo stesso risultato, ma con due strade diverse. In letteratura ritroviamo, che i movimenti ortopedici sono favoriti in fase di crescita. Se vogliamo intercettare il periodo più favorevole, consiglio di valutare un tracciato cefalometrico su rx latero laterale cranio, in cui è possibile ottenere una previsione di crescita, suggerita anche rx carpale da cui è rilevabile un’età di crescita ossea. Con questi accertamenti è possibile stabilire il periodo idoneo all’inizio cura di sua figlia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Senza lastre e modelli è difficile essere precisi, tenga conto comunque che il modo corretto di procedere è con una diagnosi scritta suffragata da analisi cefalometrica, guardando in bocca soltanto si possono fare grossi errori. Nella mia pratica clinica propendo per gli interventi precoci.

Scritto da Dott. Germano Usoni
Milano (MI)

Generalmente chi dice di aspettare è perchè utilizza solo apparecchiature fisse e non funzionali o ortopediche; ma usare solo le apparecchiature fisse è come essere ciechi da un occhio; anch'io sono per un intervento precoce ma dopo avere fatto uno studio completo del caso con rx , modelli, e quant'altro serve. Saluti

Scritto da Dott. Leopoldo Maini
Rovereto (TN)

Cara signora, ci sono due scuole di pensiero per affrontare i problemi ortodontici e tutti e due i dentisti visitati forse hanno ragione. Bisognerebbe sapere se ci sono problemi funzionali che sono da correggere il più presto possibile o se c'è una problematica ortopedica che necessita un trattamento durante la crescita. Per quel che riguarda il rischio che i denti si possano ristorcere dopo la cura, questo rischio esiste sempre. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo in pieno su quanto scritto dai colleghi ... sottolineando che un caso Ortodontico ha bisono di uno studio approfondito e complesso ed è IMPOSSIBILE rispondere senza averla nè vista nè fatto questo studio tra cui quello cefalometrico! Quindi che dirle ... solo gli ortodontisti che hanno visitato sua figlia possono esprimersi...non sapendo scegliere ... lei chiede un consiglio che non le si può dare!! Consulti nuovamente i due ortodontisti e chieda di spiegarle meglio le tarapie proposte...esprimendo chiaramente tutti i sui dubbi! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Io sono sempre per una terapia intercettiva (precoce) che sicuramente riduce la gravità della malocclusione con il trascorrere degli anni. E' chiaro che ognuno di noi ortodonzisti ha bisogno di una teleradiografia ed una ortopanoramica con esame cefalometrico per impostare una corretta terapia. Auguri

Scritto da Dott. Luciano Rita Maria Amelio
Catanzaro (CZ)

Gentile Anna, personalmente preferisco iniziare il trattamento il prima possibile. Nel caso di sua figlia non avendo rx o foto in mano non è semplice darle consigli. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Sig. è impossibile poterLa consigliare correttamente senza vedere la bimba. Se Le è stato detto che sua figlia ha il palato così stretto da "chiudere a rovescio" da uno o da entrambi i lati non avrei dubbi sull'applicazione immediata del "divaricatore". Le consiglio, comunque, di tornare e di farsi spiegare in parole semplici il problema così da poter affrontare la situazione in totale serenità e consapevolezza. Cari saluti

Scritto da Dott.ssa Antonella Bacchieri Cortesi
Noceto (PR)

Ascolti il primo dentista. Prima si inizia, meglio è, sempre. Semplificando all'estremo, si può dire che in età precoce si interviene modificando l'osso, e i denti seguono di conseguenza. Con la dentizione definitiva bisogna accontentarsi di modificare la posizione dei denti per compensare le discrepanze ossee fra le due arcate.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia