Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 12

Sono terribilmente in difficoltà e non so che fare

Scritto da Simone / Pubblicato il
Le radiografie che allego sono state visionate da due diversi odontoiatri. Il primo dice che c'è bisogno di un trattamento di 2 anni e 1/2 consecutivi di cui un anno con espansore palatale ed un anno e 1/2 con le piastrelle. Il secondo dice 8/9 mesi di espansore palatale e poi attendere che siano caduti tutti i denti da latte (la bambina ha 9 anni) per vedere cosa occorre fare. Sono terribilmente in difficoltà e non so che fare. Avrei bisogno di sentire il vostro parere. Grazie di cuore.
Sig. Simone, entrambi i professionisti propongono le stesse cure, poi c'è chi vuol correre di più e chi di meno ma ambedue mirano allo stesso obiettivo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Paziente, la diagnosi in ortodonzia deve prevedere, oltre alle radiografie che ha effettuato a sua figlia, anche i modelli di studio della bocca, le fotografie del viso e della bocca e la cefalometria ortodontica (esame fondamentale!). Personalmente, prima di pensare a correggere i rapporti trasversali delle arcate, valuterei con estrema attenzione la posizione della lingua e la deglutizione. Per un trattamento ortognatodontico fisso con brackets (piastrelle...) c'è ancora tempo visti i denti decidui ancora in arcata. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Sono molto d'accordo col dr. Paolo De Carli: l'apparecchio fisso si mette dopo aver sistemato le cose importanti della struttura ossea. Probabilmente la funzione linguale non è a posto, vista la ristrettezza del palato, e dunque ci vogliono apparecchi "funzionali" che risolvano contemporaneamente postura linguale e allargamento del palato ed inoltre posizione e funzionamento della articolazione temporo mandibolare e quindi della postura della colonna vertebrale. Apparecchi fissi non sono in grado di fare niente di ciò. Ci vuole una valutazione della logopedista. E le rx sono ok, ma non basta guardarle, bisogna ricavarne cefalometria che è un esame ben specifico, ricavato da queste rx, che ci dice la conformazione delle basi ossee. Legga bene in questo sito e nei miei cosa è questo esame, unica possibilità di fare diagnosi corretta da cui solo può venire trattamento corretto.. Se è così in ansia, il parere glielo posso dare dal vivo in studio, siamo molto vicini..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Ortodonzia fissa come esempio da casistica della Dr.ssa Claudia Petti Ortodontista Pedodontista di Cagliari
Caro Signor Simone, perchè tutti questi dubbi? Preciso inoltre che noi, almeno io, dato che sto scrivendo io, non siamo qui per giudicare o emettere sentenze sull'operato del suo Dentista, ci mancherebbe anche! Chieda a Lui tutte le spiegazioni che vuole e deve avere. Per risponderle tra l'altro occorrerebbe valutare tanti parametri tra cui una Cefalometria ed un Ceck up ortodontico. Non si può rispondere "a vanvera"! Abbia pazienza!In ogni caso, la sutura palatina si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini e quindi prima si inizia meglio è. Anche intorno ai 5 anni. Quindi sua figlia avendone 9 è nei tempi normali per una rapida espansione. Non posso dirle di più se non cercare un Dentista di cui abbia fiducia e stima e mettersi tranquillo nelle sue mani! Il passa parola in genere basta e avanza! digiti il nome del Dentista su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni. Non sarebbe indispensabile avere tutto questo, ma almeno sa che sta recandosi da un Dentista colto e che fa cultura, il ché è già un buon inizio!In bocca al Lupo. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo sig. Simone, sfortunatamente le radiografie da sole non permettono di darle alcun suggerimento. È necessario vedere infatti anche la bambina ed i modelli.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Caro Sig Simone, impossibile dare una linea terapeutica dalle sole lastre che l'ortodontia neuromuscolare giudica inutili. Posso solo dire che giudico negativamente l'ortodonzia fissa in una bambina di nove anni con dentizione mista approccio inutile se non controproducente per il fisiologico sviluppo osseo. Assai più indicata, a mio parere, un intervento eseguito tramite ortodontia intercettiva che si attua con apparecchiature mobili notturne e su cui sua figlia deve eseguire solo un ora al giorno di esercizi di serramento. Potrebbe rendersi necessario prima un espansore palatino ma, come le ho già detto, sarebbe necessaria una visione clinica del caso. Michele Lasagna
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile sig Simone, come le ha già scritto il dott. De Carli, prima di pensare a quali siano gli apparecchi consigliati bisogna conoscere il perchè della alterazione di sviluppo della bocca. Quasi sempre la disfunzione della deglutizione, instauratasi per le cause più varie, da problemi di parto ad allattamento artificiale, a problemi anatomici come la presenza di un frenulo troppo corto, a cadute infantili che possano aver creato tensioni ossee, determina eccesso di funzione delle guance con alterazione dello sviluppo del palato. Se non viene ripristinata la corretta funzione qualsiasi apparecchio sia fisso che mobile, non potrà agire pienamente e, soprattutto, una volta smontato a fine trattamento potrebbe ritrovarsi con una recidiva. E' difficile spiegare con chiarezza tutto quanto può essere correlato con la disfunzione della deglutizione perchè essa è in grado di alterare tutto l'organismo, dalla organizzazione posturale alla funzione ormonale e a quella di apparati come quello intestinale etc. Saluti dott. Antonio Ferrante
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Che ci sia una disfunzione linguale lo dice chiaramente anche la posizione tendente alla rettilineizzazione del tratto cervicale della colonna vertebrale. Segua i consigli dei colleghi De Carli Passaretti e Ferrante.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Paziente, la diagnosi in ortodonzia prevede radiografie, modelli di studio, fotografie del viso e della bocca, abitudini funzionali cefalometria ortodontica. Condivido la risposta del dott. Petti. Cordiali saluti.

Scritto da Dott.ssa Barbara Boniello
Ciampino (RM)

Gentile paziente comincio col dirle che l'età di sua figlia è perfetta per cominciare un trattamento ortodontico di tipo ortopedico con apparecchi mobili, è chiaro che servirebbero altre immagini e i modelli della bocca di sua figlia, per fare una cefalometria per studio ortodontico, da quello che ho capito ha un palato stretto, spesso questa situazione clinica si coniuga con una deglutizione atipica oppure con respiratori orali cioè hanno problemi di adenoidi e respirano male con il naso, quindi senta un terzo parere da un bravo ortodontista. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)