Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 8

Seguito alla domanda: Mia figlia di 13 anni presenta alcuni problemi...

Scritto da carmen / Pubblicato il

Ripropongo la domanda posta nei giorni scorsi poichè ho allegato alcune foto. "salve mia figlia di 13 anni presenta alcuni problemi: i denti soprattutto canini premolari e molari molto gialli e a detta degli specialisti che ho consultato potrebbe essere dovuto al fatto che all'età di 4 anni per un incidente dovette prendere degli antibiotici, poi il canino permanente superiore sinistro non è sceso correttamente ma è spuntato dalla gengiva "sopra" a quello da latte. Quello da latte è stato rimosso ma il canino permanente è rimasto lì e quindi nel frattempo il premolare permanente si è spostato in avanti occupando lo spazio per il canino. Inoltre gli incisivi superiori hanno bisogno dell'apparecchio perchè non sono per niente allineati. La specialista mi ha detto 2 cose:1) prima di tutto che i suoi denti risultano molto fragili e poco resistenti alle carie perciò mettere un apparecchio potrebbe portare facilmente alla comparsa di molte carie, se non addirittura alla rottura di alcuni denti, 2) consiglia di estrarre il premolare superiore per fare spazio al canino sia per motivi estetici che per motivi funzionali in quanto ha detto che i canini sono importanti per la masticazione. Cosa mi consigliate? soprattuto l'idea di tirare un permanente a 13 anni mi fa sorgere molti dubbi. Grazie in anticipo per le risposte.

Precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/ortodonzia/7383_mia-figlia-di-13-anni-presenta-alcuni-problemi.html

Cara Signora Carmen, le ho già spiegato che non è possibile rispondere senza visitare sua figlia, lei continua a fare la stessa domanda! Se non si fida del suo Dentista, a malincuore devo dirle, lo cambi! Vada da uno di cui abbia totale Fiducia e Stima! Non commetta l'errore di "fare il giro dei Dentisti", cerchi che le ispiri fiducia! Le rispondo come le ho già risposto la scorsa volta, sottolineando che le foto non sono come quelle che ha postato ma sono in altre proiezioni e rapporto di grandezza per lo studio da abbinare a quello cefalometrico ed al ceck up ortodontico!":Cara Signora Carmen, di solito non si procede più ad avulsioni dei premolari, ma non conosco la situazione clinica ed ortodontica, quindi non posso rispondere. Come ho detto innumerevoli volte rispondendo a domande simili, la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!Stia tranquillo Gentile Papà, giustamente in ansia per il suo bimbo! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Fermo restando TUTTO quello che dice il dr. Petti, si vedono chiaramente alcune cose. C'è un rapporto di II classe e morso profondo. Questo si corregge senza nessuna estrazione, ma portando (sempre fatte ferme le risultanze cefalometriche a conferma) un apparecchio ortopedico la notte e due ore il pomeriggio (mobile). In nessuna altra maniera. Ma queste sono, come direbbe il dr. Petti, fantasie perchè ci vuole fare tutte le visite e gli esami. Questo apparecchio che creerebbe tutto lo spazio necessario, non è cariogeno nè pericoloso per i denti ingialliti. A proposito di questi, sembra una amelogenesi imperfetta, ma così è difficile dire. Certo poi dopo ci vorrà il fisso, ma è tutto da verificare. Quanto alle estrazioni, si fanno raramente (non è il caso della bimba causa II classe e spostamento dei molari dietro che ha rubato uno spazio che bisogna ricreare). Ma se ne fanno 4 o zero: tutto deve essere simmetrico, sennò la bocca non funziona e nemmeno la schiena. Si deve rifiutare di togliere un solo dente, è una soluzione di una stupidità ed ignoranza della ortodonzia senza confini.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Carmen, l'estrazione di un solo premolare dimostra una ignoranza inaccettabile da parte di chi le ha dato il consiglio. Il caso di Sua figlia è assolutamente trattabile senza estrazioni. L'apparecchio ortodontico è gestibilissimo per quanto riguarda l'igiene, che è l'unica causa (mancanza di) delle ipotizzate tragedie cariose. In altre parole il caso non è assolutamente drammatico ed è di routinaria gestione. Cordialmente gusfelix@libero Gustavo De Felice
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sig. Carmen, controlli se chi opera su sua figlia è iscritta all'ordine dei medici, poi ritorni dalla dottoressa specialista e si faccia rilasciare per iscritto: 1)prima di tutto che i suoi denti risultano molto fragili e poco resistenti alle carie perciò mettere un apparecchio potrebbe portare facilmente alla comparsa di molte carie, se non addirittura alla rottura di alcuni denti, 2) consiglia di estrarre il premolare superiore per fare spazio al canino sia per motivi estetici che per motivi funzionali in quanto ha detto che i canini sono importanti per la masticazione. Ottenuto il tutto ci riscriva che le spiegheremo che tra di voi c'è stato un malinteso. Questa è la mia precedente risposta, ora ci sono le foto, ma non la relazione scritta della dottoressa, per cui senza documenti è inutile esprimere pareri, lei potrebbe aver mal interpretato le parole della professionista.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Signora, quanto le é stato detto dallo "specialista" che ha consultato continua a lasciarmi perplesso, anche dopo aver visto le foto. Sua figlia ha semplicemente bisogno di terapia ortodontica! La porti da un dentista-ortodontista serio ed iscritto all'Albo professionale!

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente guardando le foto, la posizione del canino è effettivamente molto inclinata in avanti, e chiaro che comunque deve eseguire un tracciato cefalometrico specifico, penso comunque che l'ortodonzia fissa senza estrazioni sia una terapia corretta, che visto la giovane età va sicuramente eseguita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Come le ho già detto, è molto probabile che si possa procedere senza estrazioni e-sicuramente - con terapia ortodontica. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, Nei casi di affollamento dentario ci si può indirizzare verso 2 strade: 1) estrarre dei denti per far spazio ai rimanenti e allineare questi ultimi 2) espandere le arcate per far spazio ai denti che non hanno spazio. La scelta tra l'una e l'altra ipotesi è frutto dello studio del caso che non può prescindere da ortopantomografia, tracciato latero-laterale, foto e modelli di studio, purtroppo le foto non sono un elemento sufficiente per fare queste valutazioni, però è anche vero che le estrazioni singole per motivi ortodontici rappresentano delle eccezioni alla regola, molto più spesso è preferibile estrarre 2 o addirittura 4 denti, senza che ciò comporti problemi alla funzionalità dell'organo masticatorio. Le consiglio comunque di sentire qualche altro parere prima di decidere e di affidarsi ad un professionista magari specializzato in cui ripone completa fiducia. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Vincenzo Gueli
Catania (CT)