Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 12

Quale delle due opzioni potrebbe essere la migliore?

Scritto da baldovino / Pubblicato il
Salve a tutti e vi ringrazio fin da ora per le risposte che mi darete...ho una figlia di 15 anni a cui gli è stato tolto il canino da latte perchè non aveva il dente "vero" che spingeva sopra. Però lei ha il canino al posto dell'incisivo laterale e adesso l'ortodontista ci ha proposto di spostare con una molla il canino e portarlo al suo posto per mettere in seguito l'incisivo "finto" al suo vero posto! Questa via sarebbe la più lunga e penso anche la più dolorosa perciò l'ortodontista ci aveva detto anche che potevamo mettere un incisivo finto nel buco che ha ora(cioè il posto del canino) e lasciare il canino al posto dell'incisivo. Ora io mi chiedo quale delle due opzioni potrebbe essere la migliore? Inoltre facendo la seconda opzione, quella più breve, potrebbe portare problemi funzionali o solamente qualche imprecisione dal punto di vista estetico? grazie
Non ci sono dubbi che il canino debba fare il mestiere di canino, riposizionato in arcata nella posizione che gli spetta. Lei non scrive se il dente incisivo laterale sia presente e ritenuto nell'osso, oppure manchi per la cifratura genetica familiare (agenesia). Se presente, si deve studiare come farlo uscire, se mancante il gold standard sarà l'impianto in titanio alla maturazione scheletrica. E' tutto qui. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Probabilmente c'è agenesia di un incisivo laterale superiore (dalla sua richiesta non è sicuro ma è la cosa più frequente). Le soluzioni in questi casi sono essenzialmente due e nessuna dolorosa. L'ortodonzia oggi è indolore quasi sempre ed il dolore significa che c'è qualcosa che non va. Importante che ci invii la panoramica perchè se ci fossero i denti del giudizio si potrebbe mesializzare cioè chiudere lo spazio se no si deve distalizzatre, mettendo il canino in 1a classe quindi impianto del laterale. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Il canino è il dente più importante dell'arcata dentaria: è infatti il più rappresentato a livello del sistema nervoso centrale con circa 5000 neuroni. Ciò in quanto è la "sentinella" delle escursioni laterali della mandibola. La fisiologia dovrebbe essere la base di ogni trattamento e per tanto io non ho dubbi nel consigliarle il riposizionamento corretto del canino nella sua sede.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Baldovino, come già detto da tanti colleghi, il canino è un dente importantissimo, tanto importante che non si può prescindere da esso! Quindi va riportato nella sua sede fisiologica. Il canino svolge una funzione fondamentale nella gnatologia della bocca: appunto la guida o disclusione o protezione Canina! Ossia il Canino, in lateralità deve discludere tutti gli altri denti, ossia deve "staccarli" affinchè in questa posizione di lateralità canino contro canino, i denti si "stacchino" e non subiscano "stress" occlusali da precontatti precoci ed in "parole povere" si riposino! Tutti i denti quindi devono essere protetti dai Canini in lateralità. La forma dei canini consente questo, perchè in natura, tutto è forma perchè deve svolgere una funzione e la funzione dei canini è questa descritta: proteggere tutti gli altri denti, non solo i denti ma tutte le altre unità dentali, intendendo con questo termine un organo vero e proprio che è il dente col suo parodonto ed i rapporti gnatologici con le altre unità dentali prossimali ed antagoniste in statica ed in dinamica! Capito la funzione fondamentale del canino? Quindi non ci si domanda neanche se deve essere spostato o no, si fa una diagnosi copn ceck up ortodontico e studio cefalometrico, dei modelli di studio e fotografico e si imposta e programma la terapia più idonea e corretta! L'Odontoiatria è una Specialità Seria e Complessa, non difficile o facile perchè non esiste il facile o il difficile ma esiste solo ciò che si sa fare e ciò che non si sa fare!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente la soluzione ideale è quella di spostare ortodonticamente il canino al suo posto, questo a volte è molto complesso sopratutto per l'angolazione della radice, in alcuni casi si sceglie la terapia che prevede la trasformazione del canino in laterale, e al posto del canino un impianto, l'importante è sapere sin dall'inizio i pro e i contro delle due terapie. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Il canino deve essere riportato nella sua posizione naturale perchè importantissino per la guida di lateralità

Scritto da Dott.ssa Cleopatra Albini
Grottammare (AP)

Non ci sono dubbi che il canino è il dente più importante dell'arcata dentaria e per esplicare la sua funzione deve essere al suo posto!! Mi sembra di capire che sua figlia ha una mancanza in arcata dell'incisivo laterale: si tratta di agenesia o è solo ritenuto??? Solo uno studio completo ortodontico (modelli, foto, rxOPT, Tele-rx, analisi cefalometrica)sapranno indirizzare una giusta diagnosi e quindi una adeguata terapia.

Scritto da Dott. Graziano Di Gioacchino
Porto San Giorgio (FM)

La strada per riportare il canino di sua figlia nella corretta posizione sarà lunga e non esente da rischi. Le forze ortodontiche di trazione non sono leggere e una non corretta applicazione di queste può andare a creare riassorbimento delle radici vicine o ialinizzazioni dell'osso di pertinenza della radice stessa. Ciò nonostante è quello che proverei a fare anche io. La cosa più importante è... fidarsi del medico al quale vi affidate, perchè ad ogni azione che lui metterà in atto corrisponderà una reazione da parte dell'ospite, e non è detto che sia sempre quella desiderata, e allora bisognerà mettere in atto dei cambiamenti o delle modifiche di strategia che, le dico per esperienza, solitamente sono viste dai genitori (o dai conoscenti dei genitori) come errori o come dimostrazione che il medico non è competente, quando è esattamente il contrario. Lo ridico con fermezza: Una volta che avrete scelto il medico, lasciatelo lavorare con fiducia. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Baldovino, se non le importa l'estetica, per il lato funzionale madre natura ha adattato migliaia di masticazioni senza alcun apparecchio ortodontico, mentre molti apparecchi ortodontici hanno ottenuto un’ottima estetica, ma non sempre una masticazione funzionale al 100% che rimanga stabile, infatti, la maggior parte delle cure sono poi mantenute nel tempo con le contenzioni. Dopo questa premessa, capirete che state affrontando il problema principalmente motivi estetici. L'agenesia dell'incisivo laterale superiore, non è assolutamente semplice da trattare, perchè madre natura non sempre ha previsto un buon osso per il futuro impianto, nella nostra rubrica troverà diversi utenti che dichiarano le loro complicanze per la riabilitazione protesica, per cui a mio parere la soluzione dettata dai libri, proposta dai colleghi che mi hanno preceduto, andrebbe forse rivista e adattata al singolo caso. Le consiglio uno studio del caso in 3D, di tutte le possibilità di trattamento che non sono solo 2, poi il suo odontoiatra dovrà rivalutare il tutto e scegliere la miglior strada per sua figlia, lei non essendo uno specialista della materia non deve assumersi nessuna responsabilità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Egregio Signore, se la mancanza del'incisivo laterale é dovuta come mi pare ad un'agenesia, c'é una sola scelta: il posizionamento del canino ed il successivo impianto del laterale. Il canino deve essere alloggiato al suo posto in quanto manterrà lo spessore osseo e quindi un sano aspetto facciale nel corso degli anni. Cordialmente, dr. Stefano Squillante

Scritto da Dott. Stefano Squillante
Napoli (NA)