Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 17

A fine aprile mi sono rivolta ad un centro di odontoiatria e protesi dentaria per eseguire delle corone in ceramica

Scritto da Laura / Pubblicato il
A fine aprile mi sono rivolta ad un centro di odontoiatria e protesi dentaria per eseguire (6) corone in ceramica per Sup. Dx. I, II e III + Sup.Sx. I, II e III. La preparazione iniziale dei monconi e stata eseguita dal odontoiatra, titolare del centro e mi sono stati consegnati i denti provvisori. Dopo di che mi hanno programmato una serie d'incontri con l'odontotecnico che mi hanno aggiustato i monconi e i provvisori. Durante uno degli ultimi appuntamenti l'odontotecnico, questo ultimo e stato chiamato un paio di volte dal titolare per discutere chi era responsabile per educare i pazienti all'uso del filo dentale. L'odontotecnico e tornato alla mia poltrona molto e visibilmente alterato e ha iniziato una discussione con l'assistente alla poltrona, mentre mi lavorava sui monconi. E stata un'esperienza per molto spiacevole e nonostante i miei segnali di di sconforto (avvertivo dolore) mi ha detto che deve finire e non ha senso fare l'anestesia. Il dolore mi e rimasto tale che in questo momento non riesco a mordere (avverto un dolore terribile) e l'odontoiatra mi ha detto che non potranno consegnarmi le corone definitive, visto che probabilmente mi dovranno devitalizzare i monconi. Visto che siamo  quasi a fine luglio, e ritengo che la situazione sia stata creata dall'odontotecnico, sono veramente stufa e non so più cosa fare. Anche perché leggendo il vostro forum ho capito che l'odontotecnico non avrebbe dovuto lavorare sui miei monconi. Vi prego consigliatemi sul che da fare per uscire da questa situazione.
Deve andare da un medico laureato che sia pronto ad appoggiarla nella denuncia penale per abusivismo verso questo centro illegale che farà il suo avvocato. Si rende conto che le hanno fatto dei danni che possono essere irreversibili???

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Laura, ma abbia pazienza, lei ha 38 anni! Dovrebbe essere una donna "accorta" ed invece si è fatta "abbindolare" da un sedicente "centro di odontoiatria e protesi dentaria" dove, stando al suo racconto, si litiga davanti al paziente e dove l'Odontotecnico si permette (e gli viene chiesto addirittura dal Dentista fatidico) di mettere le mani in bocca al paziente preparando monconi e facendo il lavoro del Dentista che tra l'altro non si preoccupa minimamente di fare l'anestesia. "Li abbandoni subito", non primo di aver preteso spiegazioni sul fatto che un odontotecnico commetta il reato di abuso di professione medica ed il Dentista di prestanomismo! Tutto ciò è contro "la LEGGE VIGENTE, Giurisprudenziale e deontologica professionale". Informi del fatto l'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di appartenenza del Dentista!E veda di non cadere più in simili squallidi trabocchetti!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

CARA signora, le consiglio vivamente di recarsi dal suo legale e intraprendere un'azione civile e penale nei confronti dell'odontotecnico e del suo prestanome che non e' neanche capace di preparare i denti perche' accolgano una protesi fissa. Se il presidente dell' OPI legge, questo caso potrebbe essere emblematico e iniziale per un aiuto ai pazienti vittime degli abusivi; fatta salva e verificatane la veridicità.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig.ra Laura, purtroppo ha affidato la sua bocca a persone con pochi scrupoli. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Laura, che brutta esperienza, vedere discutere animatamente i due professionisti, le consiglio di chiarire il tutto, per cui richieda un appuntamento dove i professionisti possano dimostrare l'iscrizione all'ordine dei medici, potrebbe essere che l'odontotecnico sia anche laureato in medicina o in odontoiatria. Se effettivamente chi operava su di lei non era iscritto all'ordine, richieda la sospensione delle cure e il risarcimento degli acconti soldi versati e li responsabilizzi degli eventuali danni causati o opti per le corrette soluzioni proposte dai colleghi che mi hanno preceduto. Il suo caso non è singolare, diciamo che la maggior parte della gente è accondiscendente al fatto, pensando di risparmiare ottenendo ottime prestazioni, ma il risultato è che devono guadagnare più professionisti, non c’è un responsabile e soprattutto non è presente l’assicurazione professionale che da garanzia in caso di danno, perché copre solo i professionisti laureati; pensi, se durante le cure sfuggisse il trapano dal controllo, quali danni potrebbe causare alla sua salute? O se non le fosse diagnosticato precocemente un tumore del cavo orale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Signora Laura, è evidente che si è rivolta ad un centro di odontoiatria e protesi dentaria poco serio! Il dentista titolare non sa preparare i denti da ricoprire con corone in ceramica e si fa aiutare da un odontotecnico che corregge e rifinisce la preparazione "a moncone" dei denti, compiendo un atto che è di esclusiva competenza medica. Gli odontotecnici sono artigiani superspecializzati che lavorano i materiali (fusione e fresatura dei metalli, stratificazione e cottura della ceramica, ecc.) per l'esecuzione dei manufatti protesici che utilizzano i dentisti per le riabilitazioni protesiche dei denti. Quella dell'odontotecnico è una figura professionale più vicina a quella dell'orefice che del medico. Se un dentista viene a conoscenza che un odontotecnico opera direttamente su un paziente, è tenuto a denunciarlo alle autorità competenti. Se invece è proprio il dentista ad avvalersi dell'operato abusivo di una persona non abilitata, per giunta a scopo di lucro, perchè è lo stesso dentista che viene pagato dal paziente, ne diventa complice in "associazione a delinquere"! Nel suo caso lei ha anche subito un danno biologico ed alcuni suoi denti dovranno essere devitalizzati, contrariamente a quanto previsto. In più, ha anche subito sofferenze fisiche! Cosa deve lei fare adesso per uscire da questa situazione? Farsi dare dal titolare dello studio in questione le radiografie, le ricevute, i moduli di consenso informato e quant'altro fa parte della sua documentazione (cartella clinica) e rivolgersi ad un altro studio odontoiatrico più serio, per riprendere le cure. Il nuovo dentista dovrà certificare e documentare lo stato della sua bocca, prima di iniziare a curarla. Nel contempo lei deve anche rivolgersi ad un avvocato per sporgere querela e per inoltrare una richiesta per il risarcimento dei danni, e deve rivolgersi ad un medico legale (indispensabile!!!) competente in Odontoiatria per la valutazione del danno biologico detto "di lieve entità" (cioè fino a 9 punti) che è di un certo rilievo perché comprende l'invalidità micropermanente, l'invalidità temporanea, il danno morale, il danno esistenziale ed il danno patrimoniale. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

L'odontotecnico realizza i manufatti protesici ma non può assolutamente metterle le mani in bocca ne tanto meno rettificare le preparazioni. Il comportamento del suo dentista è veramente grave.

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Cara signora, visto che usa internet, le consiglio di consultare il sito dell'ordine dei medici della sua città e di verificare se risultino iscritti all'albo i signori che le hanno prestato delle cure e, nel malaugurato caso che uno dei due o entrambi non siano iscritti si rivolga ad un legale di fiducia per un'azione penale risarcitoria. A nome dell'OPI (odontoiatria privata italiana) mi prenderò personalmente cura del suo caso e vedrò assieme al presidente di darle tutto il sostegno possibile. Ci tenga informati
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Signora, mi corre l'obbligo di chiedere scusa non a nome individuale, ma per il collettivo della mia categoria di operatori sanitari. Dopo queste scuse rinnovo anche le mie personali, e adesso vediamo cosa fare: Lei ha firmato qualcosa? Ha una copia? Quanto ha versato di acconto? Quali erano le condizioni contrattuali? Quanta parte del lavoro di contratto è stato eseguito? Lei ha bisogno di avere una controparte onesta come dentista e rispettosa come persona. Se l'importo dell'acconto è elevato, si faccia scrivere un parere da un medico legale dentista. Se ha un parente avvocato, si faccia scrivere una memoria sui termini della questione. Naturalmente noi non vogliamo fare la causa, ma ci comportiamo come se fossimo decisi a farla. La controparte ha da temere da una causa, e forse ne ha altre in corso, e forse ha molti segreti da nascondere. L'unica cosa sicura per lei è che deve cambiare dentista, se non vuole perdere presto tutti i denti massacrati. Lei deve conoscere una persona corretta, ed esperta in odontoiatria semplice e normale. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra, mi unisco al coro dei colleghi che le hanno precedentemente risposto, per ribadire l' importanza del contributo dei pazienti, per sconfiggere l' abusivismo, piaga che affligge l'odontoiatria da molti anni,lei deve andare dai nas, corpo dei carabinieri che si occupa di queste faccende, e fare una denuncia per lesioni all 'abusivo ed al centro, nella persona del direttore sanitario, per poi impostare una causa civile per il risarcimento, altrimenti questa gente continuerà a fare danni.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)