Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 9

Due anni fa ho messo l'apparechio (un reitener attivo) per raddrizzare i miei denti

Scritto da Pasquale / Pubblicato il
Salve sono pasquale, ho 23 anni, mi scuso in anticipo se avrò un linguaggio poco tecnico cmq vi espongo subito il mio problema: 2 anni fa ho messo l'apparechio (un reitener attivo) per raddrizzare i miei denti a fine trattamento mi hanno fatto scegliere se portare l'apparecchio mobile oppure mettere un filo metallico dietro i denti sia sopra che sotto a tempo indeterminato (in pratica mi hanno fatto capire che non lo toglierò mai) per evitare che i denti ritornassero alla loro posizione naturale e io ho scelto di mettere il filo. Pero pochi giorni fa ho parlato con un altro dentista e mi ha detto che questo filo che ho dietro i denti può portarmi ad avere mal di testa e altri problemi e mi ha detto che se non si hanno problemi di postura i denti rimangono dritti e quindi questo filo risulta inutile. Non so a chi credere datemi una mano
Caro Pasquale, Ognuno dice la sua, anche se potrebbe star zitto. Metti pure una contenzione fissa sotto e sopra solo una placca stampata ed in generale fa quello che ti consiglia il tuo dentista. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Pasquale, se il risultato raggiunto con l'apparecchio attivo è stato buono, cioè l'occlusione è stata correttamente trattata, e se il tuo dentista ha ritenuto necessario mantenere il risultato con una contenzione fissa (cioè col filo fissato lingualmente ai denti anteriori), fidati di lui! Infatti nei trattamenti ortodontici è molto frequente la recidiva, in modo più o meno eclatante. Dunque se non vuoi vedere i tuoi denti spostarsi e disallinearsi continua a tenere la contenzione (almeno finchè rimane "attaccata"). Distinti saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Remo Fiorita
Cassano d'Adda (MI)

Sono d'accordo col dr. Fiorita e il dr. Spagnoli. che ti rispondono molto eloquentemente. Il secondo dr parla in base a teorie ascendenti, cioè che una postura errata può condizionare la posizione dei denti. Queste teorie andrebbero confermate da esami complessi oppure da una valutazione osteopatica. Ma se tu stai bene con schiena e testa, per ora pensa solo ad evitare che i denti si spostino. Cosa molto facile in moltissimi casi se non si porta una stabilizzazione finale per moltissimo tempo..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Pasquale, non ascoltare quello che "dicono" altri Dentisti della tua città, senza neanche averti visitato e fatto un check up ortodontico e gnatologico! Diffidi di loro! Si fidi del suo Dentista e gli esprima i suoi dubbi! Ascolti quello che le dicono i Dottori Spagnoli e Passaretti che sono due Maestri in Ortodonzia!!! Ma insomma quando imparerete cari pazienti ad avere rispetto e fiducia nel proprio Dentista curante? Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Pasquale, credi ad entrambi ma segui il tuo dentista! Teoricamente, e molto genericamente, anche il secondo dentista dice cose vere. Fai la prova: se cominci a soffrire di mal di testa, torna dal tuo dentista (quello che ti ha fatto la terapia ortodontica) e digli come ti senti. Comunque sei molto giovane per portare la contenzione fissa a vita e, se i tuoi denti sono stati posizionati in modo corretto, dovrebbero automantenersi in equilibrio occlusale da soli, dopo alcuni mesi di contenzione. Ti consiglio di parlarne col tuo dentista e di programmare con lui delle visite di controllo periodiche (magari due per anno), così lui potrà valutare quando dismettere la contenzione fissa. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Pasquale, quella contenzione è stata prescritta da un odontoiatra con tutta la sua responsabilità, se ci fossero delle complicanze in futuro questo professionista prenderà gli opportuni provvedimenti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Pasquale, penso che tu non debba avere alcun dubbio su cosa fare ..... cioè seguire le indicazioni del dentista che ti ha curato e che ha raggiunto il risultato richiesto !!!!! ciao

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

La medicina non è matematica, perciò non si può dire con certezza se la contenzione fissa potrebbe darti problemi. Probabilmente non ti darà alcun fastidio. Però sappi che io ho risolto diversi casi di cefalea muscolo tensiva semplicemente rimuovendo il filo contenitivo fissato sul gruppo incisivo inferiore. Il secondo dentista, perciò, ti ha detto cose verissime. E' assurdo considerare solo "teoria" l'approccio neuromuscolare all'occlusione. Se il trattamento ortodontico è stato effettuato correttamente (che non è solo un fatto tecnico, del quale non oso dubitare) i denti dovrebbero rimanere stabili; ma l'ortodonzia non è solo un fatto tecnico, è un'operazione meccanica che si inserisce in un sistema biologico, il quale sistema biologico reagisce secondo regole fisiologiche; ecco, alcune volte queste reazioni fisiologiche ( che mirano sempre a difendere il nostro sistema) sono ostacolate dalle contenzioni fisse. Spero di essermi spiegato :-)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gent. signor Pasquale, sono perfettamente daccordo col collega Alberti. Per essere un po più chiaro, se la tua bocca, per motivi che non stiamo qui ad affrontare, per lavorare bene ha bisogno che i denti siano in una posizione che non è quella decisa dal dentista, che magari si è basato solo su criteri estetici, probabilmente ci saranno dei problemi,che si potranno avere nell'ambito della bocca stessa o in distretti più lontani. La teoria neuro-occlusale citata dal collega è una realtà ormai acclarata, che dà una risposta a quei casi "strani" a cui non si sa dare spiegazione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Salvatore Medaglia
Caserta (CE)