Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Quale è la massima distanza tra due denti che si può risolvere con le sole faccette (o con capsule)?

Scritto da Marco / Pubblicato il
Per un problema di eccessiva spaziatura tra canino ed incisivo inferiore mi hanno consigliato l'applicazione di INVISALIGN. Non essendo convinto della mia volontà di seguire questo percorso, mi chiedevo se non fosse possibile risolvere il problema con le faccette e/o con il dispositivo "snap on smile". In particolare: quale è la massima distanza tra due denti che si può risolvere con le sole faccette (o con capsule)? Grazie.
Questo fa parte del consumismo della odontoiatria. Viviamo nella civiltà della plastica, e ora anche la salute è di plastica.. Se la soluzione è ortodontica, ci vuole non un apparecchio scelto a caso, ma dopo aver fatto una analisi precisa della struttura ossea che si chiama cefalometria. Legga nel sito quello che ho scritto al riguardo. Se la soluzione invece è protesica (solo una delle due è valida, cioè la migliore e quella giusta, e non sceglie lei, ma la scienza clinica, almeno in prima battuta con la proposta giusta, poi alla fine sceglie lei davvero) il medico può commissionare al tecnico di laboratorio delle simulazioni sui modelli che le faranno vedere perfettamente quali saranno i risultati estetici. Perchè dico queste cose?? Perchè se l'ortodonzia non è fatta bene scientificamente, c'è poi la recidiva, tutto torna magicamente come prima perchè non è una correzione stabile, e se la protesi non è studiata prima bene, fallisce, si rompe o si stacca. Le sembrano cose semplici queste??
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo pienamente col collega Passaretti, mi permetto solo di aggiungere che certe vaccate (scusate il termine ma non ne trovo uno migliore) come lo snap-on smile dovrebbero essere proposte per quello che realmente sono: meno di un provvisorio e dovrebbero costare di conseguenza. E' un classico esempio di marketing ingannevole, come le Lumineers... Si affidi all'esperienza e al consiglio del Suo curante il quale saprà prospettarle le 2-3 soluzioni più valide per il suo specifico caso.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Marco Iorio
Castelletto sopra Ticino (NO)

E' difficile risponderle. Se ci fosse solo un piccolo diastema una coronoplastica oppure una faccetta di porcellana risolverebbe il suo problema. Ma c'è solo questo? L'invisalign oppure un'altra ortodonzia sistemerebbe tutta l'occlusione. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Marco, perchè cercare soluzioni non consigliate da chi conosce il caso clinico? Se la soluzione proposta è solo l'ortodonzia, non vedo alternative che possano andare a buon fine.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Marco, lei sta parlando di una correzione puramente estetica, pertanto non vi sono parametri fissi. Il dentista deve proporgli delle soluzioni al suo caso avvalendosi anche di cerature diagnostiche. Sara lei poi a scegliere. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Marco, lo "snap on smile" è un provvisorio estetico in resina che si incastra provvisoriamente sui denti e sottolineo provvisoriamente perchè lo si può usare solo in attesa di una soluzione definitiva. Quindi non è una soluzione valida nel modo più assoluto, per lei! L'Invisalign, è un discorso lungo che forse le farò dopo. La soluzione può essere o Ortodontica o protesica fissa di tutto il gruppo frontale da canino a canino se non addirittura da premolare a premolare perchè "rubando " spazi da ogni dente si chiude armoniosamente e senza sottosquadri lo spazio tra canino e incisivo che le da tanto fastidio! Quello dei sottosquadri è un concetto importante perchè rende non idonee le faccette proprio perchè sovraddimensionano i denti, creano sottosquadri che producono poi danni e patologie parodontali. Pensi che l'osso interdentale assume una forma complementare a quella del sottosquadro, quindi diventa concava da convessa che era con decapitazione della papilla! Si forma cioè un cratere osseo. Il cambiamento di forma a festone naturale della gengiva determina oltre la decapitazione della papilla, la formazione di una tasca parodontale. E' iniziata così una Parodontite iatrogena! Questo è il motivo per cui se si decide dopo accurata diagnosi di risolvere tutto con una protesi fissa, non si possono fare solo due corone che creerebbero anche loro un sovraddimensinamento con danni parodontali oltre che estetici, ma bisogna protetizzare tutto il gruppo frontale. Ovvio che i rapporti con gli antagonisti debba essere però sano e gnatologicamente normale;L ossia ci deve essere un Over-jet e on Over-Bite "giusti" e ben misurati e che gli incisivi discludano beme i posteriori in protrusiva e i canini discludano tutti gli altri denti in lateralità e non si tocchino in Relazione centrica! Questo fa parte dell'indispensabile visita gnatologico-preprotesica. E' necessaria poi per decidere fare una diagnosi Ortodontica con un Ceck up ortodontico completo con Cefalometria che misuri angoli e semirette di punti di repere ben precisi si teleradiografia, foto del profilo e di fronte, modelli di studio, Rx endorali e tanto altro! Come vede solo il Dentista, ed anche preparato, può e deve scegliere e decidere quale sia la soluzione più idonea e risolutiva e conveniente per il suo caso clinico anche esteticamente oltre che funzionalmente. LEI non deve scegliere niente e neanche pensare a soluzioni come quelle da lei citate solo per averle lette su Internet "sfrugugliando" qua e là!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

E' impossibile risponderle senza foto o modelli, poiché dipende da caso a caso. Esiste comunque la possibilità di fare delle cerature diagnostiche per avere un'idea di come può apparire il sorriso a fine terapia. Personalmente non amo le tecniche snap on.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia