Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 8

Attivatore plurifunzionale

Scritto da jessica / Pubblicato il
Salve sono una ragazza di 23 anni. da qualche tempo ho notato che i miei incisivi superiori e inferiori stanno diventando storti, molto probabilmente a causa dei denti del giudizio che stanno spuntando. Mi sono rivolta ad un dentista per sapere se si può intervenire con qualche apparecchio. mi ha parlato dell'attivatore plurifunzionale, sostenendo che a parer suo questo potrebbe essere idoneo a risolvere il mio problema. Vorrei avere maggiori informazioni riguardo a questo apparecchio, di cui non avevo mai sentito parlare prima d'ora! inoltre vorrei sapere i costi e in media la durata della terapia, considerando che non ho altri problemi dentali. Grazie in anticipo
Ortodonzia fissa tradizionale come esempio e dalla casistica della Dr.ssa Claudia Petti Ortodontista Pedodontista di Cagliari
Cara Signora Jessica, l'attivatore plurifunzionale, il cui funzionamento dovrebbe averle spiegato il suo Dentista per il semplice fatto che mi sembra impossibile che questo non sia stato fatto perchè è richiesta in questa terapia la sua collaborazione attiva e funzionale per creare delle funzioni spontanee che servono per ripristinare l’equilibrio occlusale dentatura e della forma e relazione dei denti, l'attivatore plurifunzionale utilizza infatti i movimenti generati da lei stessa. Possiamo dire che è una "filosofia" della bocca detta infatti Dentosofia che significa proprio "saggezza dei Denti"! I principi basilari sono stati pensati da Planas, Soulet e Besombes e l'apparecchio infatti porta il loro nome! Detto questo, io, personalmente, pur con tutto il rispetto verso tutto ciò che è "diverso", credo alla Ortodonzia Tradizionale, basata sulla concretezza e sullo spostamento attivo dei denti in cui il paziente abbia, filosofeggiando, un comportamento passivo e tradizionale. Per me la la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Ovvio che io ed il suo Dentista, sia pur nel rispetto della "visione" dell'altro, la pensiamo diversamente! Come può scegliere? Solo in base alla Fiducia ! Non certo in base alla comprensione dei fenomeni Olistici o Filosofici o Concreti e tangibili che siano! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.Jessica, non è corretto parlare di costi senza conoscere minimamente il caso. Sulla possibilità che i terzi molari possano spostare i denti esistono diverse scuole di pensiero, una di queste scuole ritiene che gli spostamenti dentali siano dati dalle forze muscolari dei muscoli della bocca e non dai terzi molari per cui consiglia l'attivatore multifunzionale. A distanza non è possibile definire la corretta terapia per il suo caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Jessica, 1)le informazioni riguardo l'attivatore plurifunzionale dovrà richiederle al Collega che lo ha proposto ed il fatto che non ne abbia mai sentito parlare prima non è un problema in quanto Lei è pz e non operatore e, pertanto, non può e non deve conoscere argomenti ed apparecchiature che sono solo di esclusiva pertinenza degli specialisti; 2)i costi sono dipendenti dalla professionalità e quanto più esosi sono, maggiore è la qualità e più attendibile il risultato terapeutico; 3)la durata del trattamento dipende dal caso clinico e dalle risposte individuali.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Nessuno le potrebbe dire i costi, non sta comprando un fustino di dash!! Bisogna fare una diagnosi anche per dirle la durata. Io però avrei pensato agli allineatori invisibili tipo invisalign...ma non visitandola non le si può dire nulla con certezza.

Scritto da Dott.ssa Maria Giacinta Ferrulli
Altamura (BA)

Cara signora, un apparecchio funzionale ha un costo che dipende da vari fattori e che dovrà certo sapere dal suo dentista. Alla sua età farei un apparecchio tradizionale o invisibile ai costi, nel Nord Italia di 5-6.000 euro. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Jessica, a distanza non possiamo parlare di costi e di tempo. Solo dopo una visita e relativo tracciato cefalometrico si può cominciare a parlare di queste cose. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Jessica, il collega avrà proposto questa terapia dopo una diagnosi approfondita, per cui egli ritiene che con questi apparecchi riuscirà ad ottenere i risultati auspicati. Il tempo necessario è legato sempre alla valutazione dell'ortodontista, mentre poco professionale sarebbe parlare dei costi della terapia. Cordialmente

Scritto da Dott. Umberto Tersigni
Palermo (PA)

Cara signora io opterei per una terapia fissa tradizionale magari estetica vista l eta e non funzionale sicuramente più impegnativa ingombrante e limitante. Grazie

Scritto da Dott.ssa Ivana Costa
Rossano (CS)