Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

Volevo cortesemente sapere cos'e una disodontiasi

Scritto da NADIA / Pubblicato il
Buongiorno mio figlio di 12 anni ha fatto una panoramica con questo esito: Disodontiasi del 13 incluso in mesio versione tra le radici del 11 e 12 con corona ingranata contro il versante distale della radice del 11. Visibili le gemme degli ottavi. Non evidenti lesioni apico-periapicali. Regolare areazione dei seni mascellari. Volevo cortesemente sapere cos'e una disodontiasi, quali sono le cure se è necessaria un'operazione ed eventualmente le conseguenze se non si fa niente. grazie saluti
Per disodontiasi si intende la posizione anomala di un dente che in taluni casi poi erompe in posizione errata in tal'altri non erompe proprio rimanendo incluso

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Cara Signora Nadia, col termine Disodontiasi si intende la presenza di qualsiasi disturbo di eruzione di un dente della e nella arcata dentaria. I Denti più colpiti sono quelli del giudizio perchè tendono a "scomparire" dalla specie umana ( siamo sempre meno carnivori in confronto all'uomo primitivo che si cibava di carne cruda e, dopo l'invenzione del fuoco, prevalentemente di carne dura, sia pur cotta), infatti lo spazio ad essi destinati è sempre meno "disponibile" (per la legge dell'evoluzione della Specie) e rimangono inclusi totalmente o parzialmente o erompono deviati e con disturbi. Tutti i denti in teoria possono soffrire di disodontiasi,in particolare i decidui e tra i permanenti i secondi molari e come nel caso di suo figlio, i canini .Tenga presente che avendo suo figlio 12 anni, si trova proprio nell'età di eruzione dei canini permanenti che erompono tra i 9 ed i 12 anni più o meno! fronte ad un canino incluso bisogna anzitutto stabilirne la posizione rispetto alla arcata dentale, ossia se palatale o vestibolare. Ci sono regole come quella di Clark o tecnica dello spostamento del tubo, per stabilire questo. Si vede come si sposta l'immagine del canino incluso in base allo spostamento della cuffia (tubo radiogeno). Se il canino si sposta nella stessa direzione del tubo radiogeno, la diagnosi è quella di inclusione palatale. Se il canino si sposta in direzione contraria a quella del tubo radiogeno è in inclusione vestibolare. Infine, se il canino non cambia posizione, è in posizione intermedia, in senso vestibolo-palatale. Se non ci fosse spazio sufficiente per l'eruzione (e questo lo stabilisce l'ortodontista con calcoli e misure ed eventualmente con una cefalometria per Disgnazia), si fa un intervento ossia una alveolectomia conduttrice di Chatelier, che facilita il riposizionamento chirurgico-ortodontico del canino (in pratica faccio un canale osseo in cui guidare il canino in posizione La legatura che preferisco è quella fatta con un filo di acciaio inossidabile sotto al cingolo del canino incluso o se l’equatore fosse poco pronunciato o assente, faccio una banda, o un intarsio o un perno nella corona del canino! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Nadia, per disodontiasi si intende una anomalia nella posizione di un dente più frequentemente interessante il dente del giudizio ma più raramente anche il canino e successivamente altri denti. Considerata la giovanissima età di suo figlio farei valutare la situazione da un buon dentista anche ortodontista per verificare la possibilità di una eruzione guidata del canino. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Vuole dire che il dente non è nella posizione giusta. Può essere semplicemente ruotato, inclinato, o in un posto diverso da quello giusto. Credo che il dente in questione sia appartenente a quest'ultima categoria. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Nadia, per disodontiasi si intende una difficoltà nell'eruzione dei denti dovuta a mancanza di spazio o ad un orientamento scorretto. Il dente più colpito è quello del giudizio seguito dal canino e dal secondo molare superiore, può in ogni caso colpire tutti i denti. La terapia, nel suo caso, è quella di una trazione ortodontica. In pratica si taglia la gengiva, l'ortodonzista applica una placchetta (brackets) sul dente e tramite una legatura si trazione il dente nella sua posizione naturale. A volte bisogna anche creare un canale in cui il dente scenda. I denti del giudizio, invece, si tolgono Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

La disodontiasi è l'alterazione del processo di eruzione, che spesso può determinare problemi quali la mancata eruzione o alterazioni flogistiche dei tessuti molli dovuti a malposizione anatomica (vedi soprattutto gli ottavi - denti del giudizio). I canini rimangono spesso inclusi, quando c'è una disodontiasi come quella che sembra descritta nel referto della OPT. Consiglio visita presso il suo dentista/ortodontista.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

In realtà la "disodontiasi" non si può diagnosticare dalla visione di una radiografia, che mostra solo i tessuti duri, in quanto trattasi di una serie di sintomi (dolore,presenza di pus, gonfiore, limitazione dell'apertura della bocca ecc.)a carico dei tessuti molli derivanti dalla posizione anomala di un dente che ne impedisce la normale eruzione. Dalla radiografia si può dedurre quest'ultima, cioè l'inclusione, totale o parziale del dente, non le sue conseguenze. E' una delle imprecisioni che vediamo spesso nei referti delle radiografie panoramiche come la frase: "segni di parodontite", malattia che non si può assolutamente diagnosticare da una panoramica, ma richiede una serie di indagini accurate; tutt'al più si possono intravedere degli elementi che inducono il sospetto di una parodontite per poi approfondirne l'analisi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile Nadia, per disodontiasi s'intende un'alterata posizione del dente nelle arcate dentarie e che può consistere in una incompleta eruzione (frequente per i denti del giudizio), in una rotazione di vari gradi sino ad arrivare ai 360°, in una vestibolarizzazione (spostato all'esterno verso la guancia), in una lingualizzazione e/o palatinizzazione (spostato verso la lingua o il palato)e le cause possono essere svariate. La disodontiasi è da tenere, cmq, distinta dall'ectopia dentale che, seppure rara, il dente si trova invece in una posizione anomala ma lontana dall'arcata dentaria ove dovrebbe normalmente andare a posizionarsi. I denti in disodontiasi generalmente possono essere ricondotti nella loro ortodossa posizione nel contesto delle arcate dentarie mediante congrue terapie ortodontiche. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Posizione dentale non corretta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Disturbo della eruzione dentale corretta

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)