Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 11

Ho 34 anni e sono affetto da una malocclusione di II classe con morso profondo

Scritto da Pippo / Pubblicato il
Ho 34 anni e sono affetto da una malocclusione di II classe con morso profondo. Non ho alcun disturbo funzionale o di altro tipo (cefalee etc...) però lo vorrei correggere perchè esteticamente il mio sorriso non mi piace affatto. Ho perciò consultato diversi dentisti/ortodonzisti. Quasi tutti mi hanno sconsigliato di intervenire dal momento che non ho disturbi funzionali perchè il risultato estetico che avrei, essendo adulto mi hanno spiegato che sarebbe insoddisfacente. Soltanto due dentisti mi hanno prospettato una possibilità. In un caso si tratta della Clinica Universitaria che mi ha proposto un intervento correttivo con l'ortodonzia seguito poi eventualmente con la chirurgia maxillo-facciale per aumentare la lunghezza della mandibola nel caso in cui il risultato estetico non fosse soddisfacente (sono sembrati piuttosto sicuri del risultato raggiungibile), nell'altro caso invece (da dentista privato) mi è stato assolutamente sconsigliato l'intervento di chirurgia maxillo facciale per le eventuali complicanze (parestesie, anestesie anche permanenti etc), non giustificabili in funzione del solo risultato estetico. Tuttavia mi è stato proposto un trattamento breve (di 12-18 mesi) limitato solo agli incisivi e canini superiori per raddrizzare i superiori ed estendere l'arcata degli inferiori che verrebbero poi ricoperti da faccette in ceramica per aumentarle lo spessore. Siccome si tratta di due giudizi molto diversi volevo un parere. Inoltre nel caso di un intervento correttivo senza la maxillo facciale se si raddrizzano i superiori io temo che lo spazio con gli inferiori aumenti ulteriormente. D'altra parte come si fa a portare avanti gli inferiori se sono già al limite massimo del margine anteriore della mandibola? Fra qualche settimana dovrei sentire di nuovo la Clinica Odontoiatrica, io intanto ho pensato di consultare anche qualche Maxillo-Facciale. devo rassegnarmi a questo sorriso?
No, il sorriso può miglioirare tantissimo con una PCFB di II classe, ovvero un apparecchio funzionalizzante. I trattamenti proposti sono tutti destinati a recidivare perchè alla base c'è una biretrusione dovuta ad orbicolari forti. Invece le placche che generano funzione correggono stabilmente e in modo non invasivo. Tutto quello che dico è parto della mia fantasia guardando velocemente la rx, perchè dire di più non si riesce con così pochi dati. Ma penso di non essere andato troppo lontano. Ho avuto alcuni casi così
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Ortodonzia della Dr.sa Claudia Petti di Cagliari. Solo come esempio.
Caro signor Pippo, non è possibile fare diagnosi e dare consigli professionali di natura ortodiontica via web! Bisogna procedere ad una valutazione cefalometrica con misure di segmenti di retta ed angoli su teleraziografie sia dei tessuti scheletrici che di quelli molli del suo profilo e foto del profilo, di fronte e dell'altro profilo e modelli di studio particolari ortodontici in gesso speciale. Poi bisogna fare dei calcoli matematici, prendere misure, simulare gli spostamenti dei denti ed arrivare finalmente a una diagnosi e terapia certa! Si rivolga ad un buon Ortodontista! Non si ponga tante domande. Lasci che se le ponga e le risolva il suo Ortodontista. Esiste proprio per questo o lei se dovesse operarsi al cuore si farebbe domande sul tipo di intervento dando anche consigli al cardiochirurgo? Si abbandonerebbe e si fiderebbe di lui dopo congrua sua spiegazione e basta. Faccia così anche col Dentista di qualsiasi patologia odontoiatrica soffra!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia ed Endodonzia, la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Pippo, difficile dare consigli senza una visita accurata. Posso però dirle che un bravo chirurgo maxillo-facciale dovrebbe saper gestire la fase chirurgica senza grandi problemi e complicanze. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Se lei è fortemente motivato in senso estetico, l'unica correzione seria possibile passa attraverso la chirurgia maxillo-facciale. E' vero che contiene in sé dei rischi, ma in mani esperte dovrebbero essere vicini allo zero. Piuttosto, dalla radiografia risulta evidente una rettilineizzazione del tratto cervicale: questo vuol dire che lei ha dei problemi posturali; il corpo umano è un sistema , non un insieme di parti scollegate tra di loro. Prima di affrontare correzioni ortodontiche o chirurgiche si faccia vedere da un osteopata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Mi sembra che quanto propostole dalla clinica universitaria sia la soluzione corretta. Il mio parere, naturalmente, é dato però sulla base di dati molto scarsi.

Scritto da Prof. Vito Antonio Tomasicchio
Bari (BA)

Direi che è difficile fare diagnosi senza analizzare il caso. Comunque per esperienza di collaborazione diretta con la clinica universitaria credo che sia in buone mani. Cordialmente

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Buonasera, sono medico specialista ed esercito l'ortodonzia in maniera esclusiva da circa 30 anni, quindi le parlo alla luce e della OPM da lei allegata e della mia lunga esperienza , anche tenuto conto che il suo tipo di malocclusione si associa molto spesso a disturbi dolorosi e funzionali, materia che rappresenta il "must" del team all' interno del quale opero e collaboro. Il suo difetto, per lei a quanto capisco eminentemente estetico, è risolvibile con una terapia ortodontica ben condotta ed attuata con apparecchi fissi e rimovibili ad entrambe le arcate, per un tempo variabile soprattutto in base alla collaborazione che il paziente riesce ad offrire. Ritengo non indispensabile la chirurgia maxillo-facciale a fine cura ortodontica, a meno di sue peculiari esigenze estetiche. Ritengo sconveniente l'applicazione di onlay sugli 8 denti dei quadranti inferiori proposta allo scopo di rialzare la dimensione verticale posteriore e quindi aprire il morso, in quanto necessiterebbe di aggiornamenti e/o sostituzioni ogni 9/10 anni nella ipotesi più ottimistica, con impegno pertanto clinico oltrechè economico ( in presenza di buona collaborazione lo stesso obiettivo si raggiunge estrudendo semplicemente i denti deputati al supporto posteriore ).Spero di esserle stata di aiuto, cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Biancamaria Castellucci
Firenze (FI)

Gentile Pippo, l'ortodonzia si fa spesso, molto spesso per motivi estetici e non c'è da vergognarsi. Si può fare perfettamente una buona ortodonzia con una tecnica tradizionale oppure con Invisalign, assolutamente senza chirurgia maxillo-facciale. Se desiderasse una ortodonzia invisibile, cerchi nel sito Invisalign, il dentista più esperto in questa tecnica a Firenze. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Senza visualizzare il caso sotto tutti gli aspetti è impossibile fare diagnosi e piano ditrattamento .

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Sig. Pippo mi trova in accordo con la risposta dell'amico Petti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)