Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

In un futuro, se dovessi cambiare la capsula dovrò anche cambiare il perno?

Scritto da simone / Pubblicato il
Sono un ragazzo di 25 anni. Vi scrivo per avere dei consigli riguardo a dei "lavori" che devo effettuare. Il mio problema è il seguente: DIAGNOSI SCHELETRICA : Terza classe dento/ scheletrica, deviazione scheletrica e scoliosi del setto nasale con verosimile ipertrofia dei turbinati, a sx con occlusione della via aerea e consistente ipertrofia turbinati di dx. Deviazione ramo/corpo mandibolare verso sx,sviluppo mascellare/ mandibolare in lieve iperdivergenza. DIAGNOSI DENTALE : Terza classe con ovvia occlusione anteriore inversa, presenza di tutti gli elementi d. permanenti, disallineamento latero-posteriore degli elementi dentali dell’arcata inferiore, 18,28,38,48 ( denti del giudizio) erotti in arcata , lesioni cariose interprossimali ( 36/37,46/47) e si consiglia controllo endo sul 26 ( rischio frattura). DIAGNOSI TESSUTI MOLLI: paziente ben compensato esteticamente dai tessuti molli , presenta frontalmente un area depressa maxillo malare , e conseguentemente una linea estetica negativa verso il labbro superiore( angolo naso/ labiale superiore alla norma). Buona la proiezione della sinfisi metoniera sui tessuti molli. PIANO DI CURA PROPOSTO: Data l’eta del Paziente e la natura scheletrica della mal occlusione, si consiglia la presentazione ortodontica per un intervento di chirurgia maxillo-facciale che possa riportare stabilmente in buon rapporto le basi ossee e quindi le arcate dentarie. Circa 8-10 mesi di apparecchi fissi alle arcate dentarie. Poi intervento di chirurgia maxillofacciale seguito da altri 6-8 mesi di terapia ortodontica post- chirurgica. Al termine, consueto periodo di mantenimento con apparecchi rimovibili da decidersi con le impronte finali. Se il paziente escludesse questa via, deve considerare che qualunque altro spostamento di coordinamento delle sue arcate dentarie sarebbe destinato a recidivare nel tempo con alto rischio di danni parodontali agli elementi Premetto che per ora ( 3-4 anni sicuro) non intendo operarmi, ma prima o poi si. Io ho due denti devitalizzati, il 14 e il 15, da 6 anni. Il mio dentista mi ha consigliato di incapsulare il 15 in quanto è molto disidratato ( di colore grigio) in modo da evitare fratture che possano compromettere definitivamente il dente. Mi ha anche detto che in futuro quando farò l'ortodonzia/ chirurgia/ortodonzia al termine è molto probabile che dovrò ricambiare la capsula. Volevo sapere il vostro parere a riguardo, anche perchè prima di incapsulare il dente in ceramica integrale ( molto costoso) mi ricostruisce il dente con il perno. In un futuro, se dovrò cambiare la capsula, dovrò anche cambiare il perno??? Se effettivamente dovrò cambiare la capsula dovrò farlo alla fine dell'iter ortodonzia/ chirurgia/ ortodonzia??? Ringraziandovi per qualsiasi consiglio vogliate fornirmi porgo cordiali saluti.
Caro Signor Simone, ha tutto, diagnosi, terapia, prognosi con e senza terapia. Ha il suo Dentista, chieda a lui! Io almeno non trovo professionale per me rispondere in base a una lettura di una diagnosi! Non sono mica un arbitro! Per il resto, ossia la corona, dipende dal perno, se è un endocanalare per conservativa o un pernomoncone in fibra o se in oro, tutte cose che io non conosco ma che sa il suo Dentista e mi lasci dire che con tutti i problemi che ha e le terapie piuttosto dispendiose che deve fare, si preoccupa del costo o del tipo di una semplice corona? Ne parli ripeto col suo Dentista. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo in toto col dr. Petti. Probabilmente la corona, se fatta sull' attuale occlusione, sarà da rifare...comunque visto che lei prevede un lasso di tempo di 4-5 anni prima dell' intervento radicale, avrà la possibilità di rifarla dopo questo periodo. Tenga presente che i manufatti protesici, se ben fatti, sono come l' oro degli etruschi..ritrovato dopo mille anni...non così gli etruschi. Intendo dire che siamo noi a cambiare un poco ogni giorno e non le protesi.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Gentile Simone se il suo dentista ritiene che il dente è ad alto rischio di frattura allora le conviene proteggerlo con un perno e una corona anche se quest'ultima potrebbe richiedere un rifacimento dopo il trattamento ortodontico chirurgico. Il perno endocanalare, quasi sicuramente in fibra di vetro visto che sopra ci andrà una corona di ceramica integrale, è molto probabile che non vada rifatto. Si affidi serenamente al suo dentista. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Giuseppe Chiazzolla
Roma (RM)

E' come se dovesse affrontare un viaggio a piedi da Milano a Catania e si preoccupasse del colore degli abiti da indossare. Perdoni la battutaccia, ma credo che la questione del rifacimento della corona (anche se costosa, sia ben chiaro) sia assolutamente marginale rispetto al piano terapeutico che le è stato prospettato. Adesso spetta a voi decidere cosa fare. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Simone, non è necessario cambiare perno per cambiare capsula, credo però che ti preoccupi di un moscerino e non guardi le cose importanti, che sono il problema della chirurgia. Questo tipo di interventi vanno fatti in ambiente ospedaliero e in mani assolutamente preparate e con vasta esperienza, il mio consiglio è di deciderti presto, perché una cosa è un giovane di 25 anni,una cosa è la stessa persona solo dopo pochi anni. Si tratta di un caso che necessità di un ortodonzista preparato per questo tipo di ortodonzie, quindi non tutti possono seguire un caso di ortodonzia chirurgica. Invece quindi di spaventarti, io guarderei bene dove vado a finire, e i casi già realizzati. Esistono al nord degli ospedali dove questi interventi si fanno in regime USl, informati, cordiali saluti e tanti auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Simone, il problema della corona protesica è secondario, segua i consigli ben chiari del suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non ho visto il caso clinico direttamente, ma mi sembra che la diagnosi sia molto ben dettagliata: complimenti a chi l'ha redatta. In merito al dente da restaurare protesicamente mi sento di fare una semplice precisazione. Il dente cambia colore a seguito dell'assorbimento di fluidi e sangue prima e/o durante un trattamento endodontico. Questa cosa non influisce sulla disidratazione del dente, che comunque inevitabilmente avviene una volta che sia stato privato della sua vitalità. I premolari superiori sono anche i denti che più facilmente vanno incontro a frattura una volta devitalizzati, pertanto il consiglio della corona è, a mio avviso, estremamente pertinente. Per risultati estetici superiori, non conta solo la scelta del materiale(ceramica integrale), ma anche un adeguato pretrattamento quale lo sbiancamento dell'emergenza radicolare (vedi articoli: http://www.dentisti-italia.it/dentista/endodonzia/538_ricopertura-dente.html http://www.dentisti-italia.it/dentista/protesi/591_bordo-capsula-dente.html ). In merito alla necessità di sostituire il perno la risposta è "no"; non c'è necessità di ricorrere ad un nuovo perno. Se posso dare un consiglio, potrebbe chiedere al suo dentista di ricorrere ad un provvisorio armato in attesa dell'intervento. Il provvisorio armato a lungo termine è un tipo di restauro protesico che protegge il dente, ma ha un costo inferiore. Viene generalmente proposto proprio in casi come il suo, cioè quanto si deve attendere un po' di tempo prima di una riabilitazione realmente definitiva (per terapia ortodontica, per necessità economiche, ecc.)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia