Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 11

L'apparecchio fisso può mettere a posto l'occlusione e ridurre il click?

Scritto da manuela / Pubblicato il

Salve sono Manuela ho vent'anni, avevo già inviato delle domande sulla crescita mandibolare. Volevo solo sapere dato che ho una malocclusione leggera, il click che penso di avere sempre avuto ma essendo ansiosa mi sono fissata solo ora, c'è qualcosa che lo può eliminare o solo un interventoo? a me non hanno consigliato l'operazione perchè dicono che non si vede nulla. L'apparecchio fisso può mettere a posto l'occlusione e ridurre il click? grazie infinite

 

Domande precedenti:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/ortodonzia/3925_crescita-mandibolare.html

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/3833_crescita-osso-mandibolare.html

 

Diversi tipi di bite e arco facciale di trasferimento dei modelli su articolatore a valore medio per uno studio approfondito di una patologia di malocclusione e di rumori ATM. Da casistica del DR.Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signora Manuela, a questo punto non la capisco proprio. Le ho già risposto due volte, la prima il 9 Marzo 2011 e la seconda il Primo Aprile 2011. Lei richiede sempre la stessa cosa. Sa da mesi che ha una malocclusione e continua imperterritya a non farsi visitare da uno Gnatologo che è il Medico Dentista che si occupa di queste patologie. Il click di cui parla è un rumore che è un sintomo articolare di malocclusione e non è detto che questo rumore sia un click, potrebbe essere uno scroscio che ha un significato differente anche se similare. Quindi Lei non può fare diagnosi di Click articolare della ATM, uno Gnatologo si perchè fa la Diagnosi differenziale con gli altri rumori!Vada a farsi visitare anzichè scrivere ritmicamente qui! E' un buon consiglio, lo segua e stia tranquillla perchè non è niente di grave ed è curabilissima con poco!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Emanuela , sì certo con l' apparecchio ortodontico fisso si può impostare la giusta terapia che corregga il difetto di combaciamento tra le arcate e con esso il fastidioso click articolare. Occorre però un abile Specialista che lo sappia utilizzare dopo la giusta diagnosi e la corretta conseguente terapia. In mancanza di questi dati essenziali qualsiasi strumento risulterebbe inutile allo scopo. Cordialmente

Scritto da Dott.ssa Biancamaria Castellucci
Firenze (FI)

Lei deve curare prima il problema articolare con il bite etc... e poi fare una ortodonzia di stabilizzazione. Saluti. dott. Orazio Bennici

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Manuela, cerchi un dentista di fiducia e cerchi di risolvere i suoi problemi con serenità. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Allora, vorrei fare solo un pò di chiarezza. L'intervento è pura follia, i pazienti che hanno sviluppato un click articolare anche dopo l'intervento potrebbero comunque sviluppare lo stesso problema. L'intervento non elimina la causa! Bisogna capire quale tipologia di "click" abbiamo davanti, talvolta nelle donne è un evento sintomo di una particolare costituzione o di una lassità dei legamenti articolari e se così fosse, non esiste una terapia, perchè questa non è una patologia! L'ortodonzia in una paziente con una malocclusione permette di rimuovere un fattore di rischio, importante ma non è ASSOLUTAMENTE la soluzione completa al problema. Bisogna dunque indagare il problema, capirne l'origine e, risolto il "CLICK", ridurre i fattori che possano predisporre ad una nuova insorgenza del problema tramite una terapia ortodontica. cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Fusaro
Torino (TO)
AOSTA (AO)

Cara Manuela, per la terza volta continui a fare la stessa domanda e ti rimando alle mie risposte precedenti. Tanti auguri

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Prima di risponderle, circa la possibilità della terapia ortodontica fissa di risolvere un click articolare, consideri che tale sintomo si riscontra,con una certa frequenza, anche in soggetti che hanno un'occlusione perfetta e, per contro, soggetti con gravi malocclusioni,possono avere articolazioni perfettamente integre. Le disfunzioni cranio-cervico-mandibolari, di cui il clicking è uno dei sintomi, sono patologie multifattoriali nelle quali gioca un ruolo importante la tensione psichica. Si affidi ad uno specialista in ortognatodonzia con competenze gnatologiche per una diagnosi accurata e per un eventuale percorso terapeutico. Con distinta cordialità. Prof.Dott. Russo Ciro
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Gentile signora Emanuela, dalla sua spiegazione non sembra che la diagnosi di click articolare le sia stata fatta, ma è una sua sensazione;le sindromi dell ATM comprendono vari sintomi non facilmente comprensibili dal soggetto. Il mio consiglio è di farsi visitare da un ortodonzista che abbia anche una competenza di gnatologia. Comunque se non dovesse avere seri problemi irreversibili all'ATM, la terapia ortodontica sarebbe di grande aiuto, perchè risolvendo i problemi di occlusione favorirebbe un corretto assetto dell'articolazione. Cordiali saluti, dott Stefano squillante
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Squillante
Napoli (NA)

La chirurgia non è la soluzione per la riduzione del click mandibolare. Correggere una malocclusione con un apparecchio può portare alla remissione del click, ma potrebbe anche bastare una terapia gnatologica con un bite. Sarebbe necessaria una visita accurata. Tenga però presente che, sulla base di consensus internazionale, un click asintomatico, senza limitazioni funzionali e dolore non si tratta.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Manuela, ci sono alcune pazienti in cui non si rilevano evidenze cliniche patologiche, ma riferiscono sintomatologie particolari che non corrispondono a una diagnosi e spesso sono correlate a particolari stati d'ansia. Non conoscendo una diagnosi del suo click riferito, le consiglio di attenersi al parere del suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)