Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 11

E' vero che con il 'retainer' i denti non possono muoversi?

Scritto da Alessandro / Pubblicato il
Avevo un dubbio in merito all'apparecchio di contenzione che il mio dentista mi ha messo. Premetto: ho fatto terapia ortodontica per 2 anni e dopo mi è stato messo un filo di acciaio di contenzione sugli incisivi inferiori: ormai è da 2 anni che lo porto. Ho sempre fatto le visite regolari e l'ultima è stata circa un mese fa dove il mio dentista mi ha sistemato la colla che lega il filo ai denti. Devo dire che secondo me nel corso degli anni ci sono stati lievi movimenti dei denti anche se legati dal filo; tuttavia il mio dentista mi ha sempre detto che con il retainer (è così che si chiama il filo?) i denti non possono muoversi. Tuttavia ho notato da qualche giorno che si è creato un micro diastema fra l'incisivo centrale e quello di destra (ovviamente si vede pochissimo e solamente da una determinata angolazione). Tuttavia mi chiedo se è normale che anche con il retainer ci siano delle sorte di micro movimenti di "assestamento" dei denti e se questi piccoli movimenti non pregiudichino il positivo risultato della terapia ortodontica. Grazie a chi mi vorrà rispondere
Caro Signor Alessandro, non è altro che un apparecchio di contenzione rimovibile in resina e metallo che serve come dice la parola stessa a contenere i denti per impedire che si muovano. Abbia pazienza ma queste sono informazioni ed istruzioni che DEVE averle per forza dato il suo dentista. È impensabile che non lo abbia fatto. Quindi chieda a lui. O non vi parlate? Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Quello che può essere facilmente successo è che quel dente che si è mosso, si è staccato (impercettibilmente) dal retainer. Cioè la colla o il cemento lì ha ceduto e quindi il dente non si è più trovato sotto il vincolo del retainer e si è spostato. E' un incidente non infrequente. Rimedio: per piccoli spostamenti come questo, le mascherine trasparenti, di mille marche diverse (ce ne è una famosa, ma tutti le fanno bene ugualmente), che può rimettere in linea quel dente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Alessandro, i denti in natura possiedono un’articolazione (Gonfosi) e dovrebbero essere liberi di muoversi, penso che di questo ne sia stato informato prima di accedere alla cura ortodontica. Bloccarli dopo trattamento ortodontico è una forzatura a un equilibrio non raggiunto. Chieda al suo odontoiatra quando sarà rimossa la contenzione? E il perchè dopo la rimozione, i denti non dovrebbero essere liberi di muoversi ? Ottenute le risposte, capirà che non sempre in tutti i casi è possibile ottenere un equilibrio stabile e che si dovranno accettare gli spostamenti che madre natura riterrà più opportuni.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Alessandro, è possibile che il dente si sia staccato dal retainer. Se ha dei dubbi contatti il suo dentista per farselo riattaccare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Ci sono due possibili ipotesi: la prima è che un dente si sia staccato dal retainer, e che quindi sia libero di spostarsi, la seconda è considerare che il filo del retainer offre una resistenza alla flessione di poche decine di grammi (max 15-20 grammi). Se un dente riceve sollecitazioni più pesanti, si flette il filo del retainer e il dente si sposta ugualmente. Ma sono teorie. Si rechi dal suo dentista e si faccia controllare. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile sig. Alessandro, dato che l'osso periodicamente si rinnova e che è presente una memoria cerebrale circa la posizione dei denti in arcata, è più che normale che i denti si "muovano" impercettibilmente dopo trattamento ortodontico. Il punto è aver superato il problema che ha posto in essere l'apparecchio ortodontico. Questo vuol dire che un assestamento è del tutto normale; d'altra parte i movimenti sono segno di vitalità dell'intero apparato stomatognatico, le torsioni nei materiali che si verificano lo indicano con abbondanza. L'apparecchio va portato per un tempo sufficiente a a stabilizzare l'apposizione ossea e la relativa distruzione intorno al dente. Bisogna vedere quindi se il tempo utilizzato è stato sufficiente. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Alessandro, per rispondere con perizia al tuo quesito bisognerebbe conoscere esattamente il tipo di ritenzione e, cmq, se per tanti anni ti sei fidato del tuo dentista, perchè non parlargliene? Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Alessandro, se, noi ortodontisti, riuscissimo a raggiungere una perfetta occlusione in tutti i nostri pazienti, ciò che include anche la stabilità, non avremmo neanche bisogno di stabilizzare, ed il mantenimento sarebbe superfluo. Purtroppo è molto difficile raggiungere questo primario obiettivo e dobbiamo ripiegare su mantenere la posizione raggiunta perchè abbastanza soddisfacente. Non c'è però nessun meccanismo sicuro e completamente scevro di inconvenienti Ne consegue la possibilità di recidive. Ed il possibile ritrattamento. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Il dente si può sempre spostare sia che resti "legato" al retainer sia ( a maggior ragione) se si è staccato dalla contenzione.

Scritto da Dott. Giuseppe Barassi
Torremaggiore (FG)

Caro Alessandro se il composito si è staccato dal retainer o dal dente esso può essersi mosso altrimenti no. il retainer è il mezzo di contenzione assolutamente migliore per stabilizzare i denti distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)