Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 17

Ho bisogno di un chiarimento per fare una scelta importante tra apparecchio fisso e apparecchio mobile.

Scritto da MARIA LUISA / Pubblicato il
Buongiorno, ho bisogno di un chiarimento per fare una scelta importante tra apparecchio fisso e apparecchio mobile. Ho 37 anni e mi è stato consigliato di mettere l'apparecchio per diverse motivazioni: scorretta occlusione con conseguente ritiro della gengiva in corrispondenza degli incisivi inferiori, ronzio notturno in aumento, rischio di carie accentuato dai denti accavallati, oltre a un problema puramente estetico. Purtroppo a seguito di un trasferimento non ho più un dentista di fiducia per cui mi trovo a dover scegliere tra pareri discordanti. Un medico mi consiglia l'apparecchio mobile in quanto sostiene che per il mio caso di scorretto allineamento è la soluzione giusta. Un altro invece sostiene che l'apparecchio mobile agisce sull'ossatura e pertanto non efficace alla mia età, consiglia quello fisso che agisce direttamente sui denti e in seguito l'applicazione del "filo" dietro gli incisivi per mantenere il risultato... Come posso capire quel'è la soluzione migliore non avendo ovviamente nessuna competenza in materia? Aggiungo che tra i 14 e i 18 anni ho già portato prima un apparecchio mobile e in seguito uno fisso, con risultati scarsi. Ha senso riprovare alla mia età? Ci sono speranze di un risultato duraturo? Ringrazio per l'attenzione
Gentile Sig.ra, la scelta del tipo di trattamento dipende dal caso clinico e dalla valutazione diagnostica dell'ortodontista. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

In ortodonzia ci sono molte scuole differenti, che raggiungono buoni risultati col fisso o con il mobile a seconda dei casi. Se lei prende 10 chirurghi che devono fare una appendicectomia, 9.5 useranno la stessa identica tecnica. Se prende 10 ortodontisti, ci potranno essere tante opinioni e metodi diversi. Si fidi di chi fa una vera diagnosi, con modelli, radiografie cefalometrie (legga i miei articoli in proposito su questo sito) e viceversa diffidi di chi fa diagnosi ad occhio solo con una visita. Certo al momento di una visita una prima impressione la si può dare, ma il dentista vero studia prima il caso nel modo descritto. Questo è davvero fondamentale. I benefici che le hanno promesso se farà ortodonzia sono reali, ed è consigliabile alla sua giovane età fare quello che avrebbe dovuto fare molto prima. La salute orale e molto di più, ne risentiranno positivamente. A patto che si possa fare davvero, e che l'obiettivo sia la perfezione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Finchè i denti conservano un legamento parodontale (che è quel complesso di strutture che "tiene" il dente nell'alveolo) i denti si possono spostare più o meno a piacimento. Ne sia prova il fatto che una tecnica meravigliosa di ortodonzia nell'adulto è l'ortodonzia preprotesica, e funziona perfettamente. Detto questo, va considerato che l'ortodonzia è una scienza importante e raffinata, che va usata da coloro che sono padroni della tecnica, e che la adoperano in modo serio. Dico questo perchè è relativamente talmente facile spostare i denti che è altrettanto facile promettere risultati e poi non essere in grado di mantenere le promesse. Alla base vi sia sempre lo studio del caso con la relativa diagnosi. Se sarà così, non importa quale sia la strada percorsa, ma la meta di arrivo. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Ortodonzia fissa come esempio da casistica della Dr.ssa Claudia Petti Ortodontista in Cagliari
Cara Signora Maria Luisa, tutte le motivazioni che ha descritto non implicano forzatamente uno spostamento ortodontico. Ossia non ha descritto sintomi da malocclusione che son ben altri e che gnatologicamente non sono stati rilevati! Attenzioni quindi a non cadere nelle mani di chi con la sua bocca vuole solo farci dei guadagni! Detto questo, ovvio che può e deve fare Ortodonzia se c'è una Diagnosi che la indichi come terapia, diagnosi che deve essere anche Gnatologica oltre che Ortodontica. Però si deve arrivare a questa decisione con uno studio di segmenti di retta e degli angoli che formano intersecandosi i punti anatomici precisi di una teleradiografia. Da questo stidio cefgalometrico e da un check up ortodontico preciso si arriva a pianificare una terapia, se fattibile e se necessaria! Occorrono più visite particolari, fotografie del suo profilo e frontali e modelli di studio in gesso particolare e squadrate in modo ortodontico che vanno montate su un articolatore. Va determinata la classe scheletrica e dentale di appartenenza a livello dei primi molari e dei canini e tanto altro! Infine non è lei che deve decidere tra apparecchio mobile o fisso o di altra natura ma l'Ortodontista! Solo lui DECIDE LA TERAPIA!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora, I trattamenti ortodontici nell'adulto sono una pratica consolidata che da buoni risultati ovviamente se eseguito con criterio. La prima cosa importante in ortogantodonzia è la diagnosi che viene eseguita con una visita specialistica, lo studio dei modelli in gesso e del tracciato cefalometrico. Dallo studio del caso si discutono poi le varie opzioni terapeutiche per raggiungere il risultato estetico e funzionale desiderato. Cordiali Saluti Maurizio Ciatti Varese

Scritto da Dott. Maurizio Ciatti
Varese (VA)
Consulente di Dentisti Italia

Non c'è limite di età per fare ortodonzia, comunque l'ortodonzia fissa con brackets rappresenta la scelta più efficace per la correzione di tutte le malocclusioni dell'età adulta (eccetto invisalign). quindi scelga in base anche ai risultati che i colleghi possono mostrarle. saluti Dr Orazio Bennici

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Maria Luisa, per prima cosa la rassicuro che alla sua età è giusto correggere i problemi ortodontici e avrà sicuramente un risultato duraturo. Più difficile consigliarle che tipo di apparecchio usare. Io mi fiderei del collega che in prima visita le può dare un consiglio, ma che per una diagnosi definitiva richieda le lastre ed effettui un tracciato cefalometrico e già le prospetti a fine cura una contenzione o con un filo dietro i denti o in altro modo. Denota serietà che è la cosa più importante. Personalmente nel suo caso preferisco un apparecchio fisso, però ci sono colleghi che affrontano il problema in altro modo ed hanno ottimi risultati. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Maria Luisa, La sua età non è assolutamente un problema per ottenere un buon risultato l'importante è che venga effettuata una corretta diagnosi. Molti tra i mie pazienti sono adulti e, sinceramente, devo dirle che non ho nemmeno mai preso in considerazione l'eventualità di un'apparecchiatura mobile sia per motivi di praticità che di efficienza. L'unico consiglio che mi sento di darle è quello di rivolgersi ad uno specialista in ortodonzia iscritto ad ASIO, credo che questa possa essere la sua unica tutela. Cari saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Antonella Bacchieri Cortesi
Noceto (PR)

Gentile Signora, i colleghi le hanno già fornito risposte dirimenti, le aggiungo solo, oltre a sottolineare nuovamente l'importanza dello studio del caso con tracciato modelli foto e analisi diagnostiche precise, che per una buona affidabilità di un trattamento ortodontico è ideale rivolgersi ad uno Specialista in Ortodognatodonzia, che è un Medico o un Odontoiatra che in più ha conseguito un titolo universitario di 3 anni di formazione specialistica in Ortodonzia, sul sito dell'ASIO - Associazione specialisti italiani ortodonzia -può reperire gli specialisti della sua zona http://www.asio-online.it/. Se uno dei colleghi a cui si è rivolta lo è già, questo è un elemento preferenziale. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Stefania Mazzitelli
Como (CO)

Delle motivazioni che lei ha addotto per mettere l'apparecchio: "scorretta occlusione con conseguente ritiro della gengiva in corrispondenza degli incisivi inferiori, ronzio notturno in aumento, rischio di carie accentuato dai denti accavallati, oltre a un problema puramente estetico" l'unica valida è quella estetica. Le restanti motivazioni non giustificano necessariamente un trattamento ortodontico, che potrebbe addirittura essere controindicato ---------- Lei ha probabilmente necessità di uno gnatologo per valutare la malocclusione, non necessariamente di un ortodonzista. Sarà lo gnatologo a capire se c'è necessità di spostare i denti o meno, e se il caso la invierà dall'ortodonzista per mettere l'apparecchio. ------------------------------------------------- Chi è questo gnatologo? http://www.dentista-cuneo.net/gnatologo_cuneo.html
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia