Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 15

Mia figlia di 16 anni dovrebbe posizionare un apparecchio correttivo

Scritto da stefania / Pubblicato il
Sono stefania, mia figlia di 16 anni dovrebbe posizionare un apparecchio correttivo poichè, avendo un palato stretto, presenta un affollamento della bocca. Il dentista al quale ci siamo rivolti ci prospettato, come soluzione al problema, l’estrazione di 4 premolari per poter creare lo spazio necessario per poter riallineare i denti. Mi rendo conto che è difficile poter dare pareri senza avere presente la situazione ma vorrei che mi si dissipasse il dubbio sulla effettiva necessità di estrarre 4 denti sani; ho letto sul sito alcuni pareri discordanti su questa scelta, ma vorrei sapere: 1- a quale età non è più possibile agire sulla dilatazione del palato. 2- E’ vero che togliendo 4 premolari con il tempo si possono creare danni ai tessuti molli della bocca e avere problemi di dolori. 3- il mio dentista mi ha detto che si potrebbe anche evitare l’estrazione ma sarebbe un lavoro malfatto perchè i denti si riallineerebbero, ma con il passare del tempo i denti che si sono fatti spazio in uno spazio che era solo virtuale, potrebbero incorrere in una retrazione de gengivale con scopertura del colletto e di conseguenza si manifesterebbero tutti i problemi connessi a questo evento. Vorrei cercare di fare la scelta migliore per evitare di creare danni futuri.Ringrazio per la disponibilità
Esempio di trattamento Ortodontico in via di esecuzione, della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Stefania, ad una domanda così sono costretto a rispondere che se vuole fare la scelta migliore deve rivolgersi ad un Dentista Ortodontista di cui abbia la piena fiducia, tanto da affidare sua figlia alle sue cure serenamente, con stima e lealtà, senza sentire la necessità di richiedere conferme come fa ora! E' vero che la moderna Ortodonzia tende a non attuare più l'avulsione dei premolari, ma è anche vero che a volte si deve ricorrere a questo! Deve capire cara Signora che l'Ortodonzia si basa su un accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere........è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati...e chiedere quello che chiedi tu per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Stefania, partendo dal presupposto che per dare una risposta precisa alle sue domande sarebbe necessaria un esame accurato del caso clinico con esame obiettivo ed esami Rx, purtroppo, devo dirLe che già all'età di 16 a. e, soprattutto per le donne, non è più possibile poter espandere il palato e, pertanto, se l'affollamento è severo e tale da non poter rientrare con delle altre metodiche l'unica opportunità è quella prospettata dal suo dentista. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra, tenga presente che un parere in questa sede manca dei necessari parametri utili per porre diagnosi certa, tuttavia le posso dire che a 16 anni siamo oltre l'età in cui la sutura palatina debba ancora chiudersi, vale a dire che il palato è chiuso, e per riaprirlo è necessario un intervento chirurgico. Per quanto riguarda le estrazioni, bisogna valutare il caso, anche tenendo presenti gli indirizzi delle varie scuole ortodontiche. Si tratta di un lavoro di precisione che va consegnato in mani esperte e di chiara fama. Personalmente sono contraria alle estrazioni seriate, con lo stripping si possono ottenere buoni risultati. Lo stripping consiste nel creare uno spazio interdentario che può essere utile nel movimento dei denti, in molti casi si riesce ad avere buoni risultati. Per quanto riguarda i risultati a distanza, l'utilizzo di un ribbon utilizzato in sede linguale o palatina evita il movimento dei denti dopo aver tolto il filo ortodontico. Le sto dando delle indicazioni molto generali, perché non avendo visto neanche una panoramica sul suo caso, si possono dare solo indicazioni generali. Come pure, la serietà dell'affollamento dentario in presenza di denti del giudizio ancora in via di evidenziazione può determinare la scelta dell'estrazione seriata. Alternativamente, si può decidere per una "via di mezzo" che consiste nel trattamento senza estrazioni -ma con tripping e ribbon- rivalutando all'emergenza degli ottavi il caso e accettando soluzioni che possano in gran parte superare il problema senza affrontare le estrazioni che una volta eseguite sono ovviamente irreversibili. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora per darle la risposta più appropriata è necessaria una visita odontoiatrica e la valutazione delle rx; pertanto le consiglio di affidarsi al collega le ispira più fiducia che le saprà prospettare la soluzione migliore.

Scritto da Dott. Giuseppe Decorato
Vittoria (RG)

Cara sig.ra, bisogna fare il possibile a non fare estrazioni ed a 16 anni la sutura si può ancora aprire. Intervenga quindi senza perdere tempo e possibilmente con apparecchiatura invisibile. (Controlli nel sito web "Invisalign.com" di Lecco, Como o Milano e scelga un medico che le sembrerà più adatto. Cordiali saluti E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora Stefania, le dico solo che in qualità di medico specialista esercito la professione Odontoiatrica praticando la Specialità Ortodontica in maniera esclusiva . In 29 anni di professione e centinaia di pazienti trattati , mi sono trovata nella necessità di estrarre denti un numero di volte contabile sulle dita di 1 mano : Mi trovo invece molto ma molto spesso ad aiutate i pazienti "mutilati" da altri ortodontosti dei 4 premolari ( a volte addirittura dei molari !! ) e diventati non più solo pazienti ortodontici ma ormai pazienti algico-disfunzionali. Quindi ben venga il suo desiderio di migliorare sorriso e funzione dell' apparato masticatorio di sua figlia , ma mi preme raccomandarle di NON autorizzare MAI l' estrazione di elementi dentari ; tale passo diventerebbe irreversibile e probabile catalizzatore di dolori e malfunzionamenti . Cordiali saluti e auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Biancamaria Castellucci
Firenze (FI)

Cara signora, l'espansione ortopedica del palato a 16 anni è teoricamente possibile, ma molto difficile da realizzare senza assistenza chirurgica. Attualmente si tende ad estrarre pochissimo i premolari, poichè con l'avanzamento delle tecnologie ortodontiche si riescono a raggiungere ottimi risultati anche senza estrazioni. Comunque ci sono dei casi in cui è inevitabile estrarre i premolari, ma il risultato rimane ottimo. Vada sul mio profilo e guardi il caso estrattivo pubblicato. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Gentile Signora Stefania, premesso che, come peraltro rilevato dagli altri colleghi, per giudicare un caso ortodontico occorre procedere ad un accurato studio preliminare, mi sento di poterle rispondere, in base alla mia lunga esperienza ortodontica, che attualmente l'indicazione all'estrazione di 4 premolari permanenti è limitata a casi particolari ( denti superiori ed inferiori molto "sporgenti in fuori" oppure gravi " morsi aperti" in cui si desideri tentare di evitare il ricorso alla chirurgia). Con le moderne tecniche di ortodonzia fissa a "bassa frizione" è infatti possibile risolvere affollamenti anche gravi senza estrazioni, con ottimi risultati finali. Le probabilità di recidiva, cioè che i denti possano disallinearsi nuovamente in varia misura col trascorrere del tempo, sono pressoché identiche alle situazioni in cui si è proceduto alle estrazioni. A questo proposito, è a mio avviso molto importante ricorrere ad un adeguato periodo di contenzione post-trattamento, attuabile con apparecchiature assai poco fastidiose. Cordiali Saluti Luigi Vaira Venaria (TO)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luigi Lorenzo Vaira
Venaria Reale (TO)

E' molto difficile rispondere alle domande senza avere tutti gli elementi necessari per un check up ortodontico, una diagnosi accurata e un corretto piano di trattamento. Comunque, in riferimento alla prima domanda, tenga presente che l'espansione ortopedica del mascellare superiore è possibile, nelle femmine, (in dipendenza anche della tipologia facciale e dell'età del menarca) fino all'età di 15-16 anni. Dopo tale età è possibile ricorrere all'espansione chirurgicamente assistita. Consideri tuttavia che l'espansione traversale raramente consente in guadagno di spazio tale da rendere non più necessarie le estrazioni dentarie negli affollamenti gravi. In relazione alla seconda domanda posso affermare che un trattamento ortodontico che preveda l'avulsione dei 4 premolari, quando ben condotto, non determinana le alterazioni temute potendo nondimeno determinare un appiattimento del profilo. Infine esiste la possibiltà che una tecnica non estrattiva determini delle lesioni parodontali con potenziali recessioni gengivali, soprattutto quando l'affollamento iniziale è molto grave e il soggetto è già in dentizione permanente completa e, pertanto, non è più possibile una terapia di recupero dello spazio mediante distalizzazione (spostamento indietro) dei canini, premolari e molari nell'arcata inferiore (nell'arcata superiore è invece possibile effettuare tali movimenti anche in età avanzata).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Gentile Stefania, effettivamente è un po’ un azzardo fare una diagnosi per un trattamento ortodontico senza vedere la paziente e senza avere a disposizione immagini radiografiche e il relativo tracciato cefalo metrico. Il massimo che mi sento di dirti, così alla cieca, è che non sempre ma spesso, vista l’età, diventa necessaria l’avulsione dei quattro premolari (il primo di ogni emiarcata). Non so a che danni dei tessuti molli e relativi dolori abbia fatto riferimento la persona che te lo ha detto. Vero è che, se lo spazio non c’è e non è possibile crearlo, il voler allineare ugualmente i denti è la cosa più sbagliata che si possa fare. Di più, senza vedere, non posso dirti. Spero di esserti stato utile. Dr. Riccardo Baucia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Riccardo Baucia
Milano (MI)
Cavenago di Brianza (MB)