Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 13

Il mio dentista ha detto che ho una malocclusione di 2° grado

Scritto da francesco / Pubblicato il
Buongiorno, il mio dentista mi ha detto che ho una malocclusione di 2° grado nei denti inferiori (non mi ha detto altro) e che per rimediare mi servirà un apparecchio fisso, io avendo 14 anni non sarei così entusiasta. Esiste un'altro modo per curare questa malformazione? (per esempio con un apparecchio da notte). Grazie
Ciao Francesco. Le informazioni fornite sono poche per poterti dare un consiglio. Considera che un trattamento ortodontico ha bisogno di un studio diagnostico meticoloso..dopo il quale si decide un piano di trattamento. E poi, la decisione di un apparecchio fisso piuttosto che mobile è dettata da diverse esigenze che vanno valutate caso per caso. Ti consiglio di fidarti del tuo curante.. Resta sottinteso che è meglio provvedere adesso che in età adulta.. Quindi: in bocca al lupo e fiducia! cordialmente, Gianluigi Renda.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

La sua domanda, nella semplicità della sua età, apre la porta a numerose considerazioni. Verrebbe infatti da rispondere che il dentista e i suoi genitori sono le uniche persone che possono decidere del suo percorso odontoiatrico, ma in realtà non è così. Con il compimento del 14° anno d'età infatti, il minore deve essere reso partecipe delle scelte che lo coinvolgono per quanto riguarda le terapie mediche. Certo non si pretende che sia solo lui o lei a scegliere, ma che il processo decisionale che porta a decidere ed intraprendere un percorso diagnostico non può prescindere dal suo parere, così come il quattordicenne può decidere semiautonomamente di contrarre matrimonio, di abortire, o... di cambiare sesso. (Non ho mai provato a cercare in rete, ma si cerchi "trattato di Oviedo"). Ammetto che poi la giurisprudenza sia abbastanza vaga in merito, ma stendere sentenze non è lo scopo di questa mia risposta. Auspico che vi sia un dialogo esaustivo tra il dentista, lei e la sua famiglia che possa tendere a scegliere un percorso terapeutico che risolva il suo problema creandole il minor disagio possibile. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Francesco, non è possibile risponderti non avendo nessun elemento...quello che ti consiglio è di chiedere all'ortodontista tutte le spiegazioni, chiarimenti ai tuoi dubbi e possibili alternative terapeutiche (tecnica linguale)d a concordare con i tuoi genitori per risolvere al meglio il tuo problema.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Francesco, che vuole che le dica, lei è minorenne, ha 14 anni, deve chiedere queste spiegazioni al suo Dentista insieme ai suoi genitori. Questa domanda la può fare sup padre o sua madre. non certo un ragazzino di 13 anni che non può capire nulla di quello che gli verrebbe detto via web! Mi permetto di darle un consiglio: faccia un miglior uso e più adatto alla sua età di INTERNET! ANZI, ho cambiato idea e le do la risposta: Deve sapere che in Ortodonzia gli stessi risultati si possono ottenere con metodiche diverse, quindi non è "assurdo" che due Ortodontisti consultati, possano dare due risposte diverse se queste sono scaturite da un accurato studio valutativo del caso clinico. Quindi il fatto che uno sia "avanti con gli anni" o sia giovane, non centra nulla con le capacità di cura! Certo l'esperienza è importante, ma non sopperisce alla cultura e capacità! Detto questo, mi piacerebbe tanto risponderle, (e una idea me lo sarei anche fatta), ma non sarebbe corretto professionalmente e deontologicamente perchè non si baserebbe su uno studio del suo caso ma solo sulle sue parole! La diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere. La Diagnosi Ortodontica e la progettazione terapeutica sono come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta che le può dire solo un Ortodontista dopo le visite suddette. Non posso quindi esprimere giudizi, senza vederla! Non solo non sarebbe corretto, ma non sarebbe professionale. SI FIDI DEL SUO DENTISTA. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La seconda classe è un rapporto tra le arcate quindi interessa la superiore e l'inferiore e la terapia adeguata non la si può fare con un apparecchio notturno ascolti, insieme ai suoi genitori, come già consigliato il collega Cordialmente

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Vada con i suoi genitori dal collega che farà un piano di trattamento idoneo al suo caso e le spiegherà nei dettagli la terapia. Sicuramente non è possibile fare una terapia adeguata con apparecchi mobili .

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Se è una seconda classe, molto spesso, a seconda della situazione, io, seguendo la mia scuola, la correggo proprio con un mobile notturno...

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.le Francesco, capisco bene che portare l'apparecchio non è una cosa bella, ma se serve a risolvere il tuo problema diventa importante fare questo "sacrificio"; del resto tanti ragazzi della tua età portano l'apparecchio.

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Caro Francesco, se il tuo dentista ha suggerito che è opportuno per sistemare i tuoi denti l'apparecchio fisso perchè non ascoltarlo? Valuta insieme ai tuoi genitori ciò che è meglio per te e considera che fra qualche anno quando sarai giovincello avrai i denti sistemati e a quell'età sarà poi più difficile portarlo perchè avrai altri pensieri per la tua testa...dai un piccolo sforzo e ce la fai. Tanti auguri e consentimi di mandarti un abbraccio paterno perchè ammiro parecchio la tua maturità ed il tuo modo di confrontarti con gli adulti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Francesco, fissa un appuntamento per chiarimenti con il tuo odontoiatra con un tuo genitore, che firmerà un consenso informato in caso di cura. Ti consiglio di scrivere tutte le tue domande e chiedi di utilizzare delle tecniche che soddisfino le tue esigenze.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)