Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

Ho problemi con la mandibola

Scritto da Roberta / Pubblicato il
Salve, ho un problema con la mandibola, in quanto mesi fa sono rimasta bloccata per giorni senza riuscire ad aprire la bocca più di 2 dita. Ho fatto una scintigrafia, se non sbaglio, dove si evidenziava uno spostamento a sinistra, in effetti quando parlo l'arcata dentaria inferiore si sposta verso destra. Ho fatto un bite inferiore e, dopo mesi, mi sto accorgendo che un dente dell'arcata superiore si è spostato in avanti. E' possibile sia causato dal bite? Il dentista ha detto di no ed inoltre ha preso la seconda impronta e dice non trova differenze nonostante so che non ha verificato. Grazie
Sig. Roberta, probabilmente lei è ha una disfunzione temporo- mandibolare. Il bite che utilizza in questo caso, potrebbe essere lo strumento che potrebbe portare ad approfondire la diagnosi. Le consiglio di parlare con il suo odontoiatra se eventualmente il suo caso non richiedesse un approccio multidisciplinare, condiviso con altri colleghi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Vari tipi di Bite e Arco facciale di trasferimento per una diagnosi seria Gnatologica ed una costruzione seria del Bite. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo in Cagliari
Cara Signora Roberta, come giustamente dice l'amico e collega Dr. Ruffoni, lei ha probabilmente una Sindrome Algico Temporo Mandibolare con disfunzione della stessa. Per il Bite, attenzione, è diventato come l'aspirina. Non tutte le disfunzioni della ATM e le malocclusioni, si curano col bite, che addirittura se non fatto bene, può portare a peggioramenti della patologia! il Bite Plane, deve essere ben realizzato da persona competente….... sembra una "sciocchezza" ma non lo è...anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica,. ma a volte va posizionato sulla arcata inferiore, dipende dalla diagnosi e da quello che vogliamo ottenere...poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo ...ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore...è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite...così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari... il cervello...per così dire...in questo modo dimentica la posizione errata patologica memoriata da esso e si può trovare anche così...la nuova posizione della mandibola...quella "buona"..."corretta"...il bite infatti può essere terapeutico sintomatico...e diagnostico...una volta trovata la nuova posizione della mandibola si eseguono dei rilievi clinici che permettono di impostare una terapia !!! MI occupo di Gnatologia oltre che di Parodopntologia da oltre 33 anni...mi creda occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Solo se è fattibile può servire un bite per una terapia unicamente sintomatica e/o diagnostica….per dirle qualcosa di certo…ossia fare una DIAGNOSI e PROGRAMMARE UNA TERAPIA…bisognerebbe vederla Clinicamente…questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata…è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La BOCCA NEL SUO INTERO) sono complesse e richiedono CULTURA, INTELLIGENZA E CAPACITA' CLINICA OLTRE CHE TERAPEUTICA!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Al di là del problema iniziale il bite determina un riposizionamento mandibolare.Questo può portare a dei precontatti che inducono la mandibola a spostarsi e magari fare un'impercettibile maggiore pressione anche su un singolo dente che può leggermente spostarsi.Il bite è mezzo sia terapeutico sia diagnostico a cui(anche se non sempre possibile) dovrebbe far seguito una terapia ortodontica o protesica.

Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

Cara Roberta, lo spostamento dentale che tu hai notato potrebbe anche essere dovuto al bite .Sono forse da rivalutare i punti di occlusione e di svincolo in lateralità e protrusione. Ti consiglio in ogni caso visto come vanno le cose, di sentire il parere di un collega gnatologo. Cordiali saluti.

Scritto da Dott.ssa Annalisa Ciriello
Vigonza (PD)

Cara Roberta, il tuo problema è serio e non deve assolutamente essere sottovalutato. Probabilmente il disco condilare ha perso i stretti rapporti che aveva con lo stesso e deve essere ripristinato questo rapporto; ciò è difficile e devi chiedere al tuo dentista il parere di un gnatologo. A Roma ce ne sono tanti e bravi. Cordialmente E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, il bite è uno strumento meraviglioso solo se maneggiato da mani esperte. So che farò innervosire più di qualcuno se dico che la laurea in odontoiatria probabilmente non è sufficiente a dare la necessaria padronanza della gnatologia per poter realizzare bite corretti. E' necessario uno specialista con esperienza. Nel caso il suo medico sia la persona che ho appena descritto, allora si fidi di lui, viceversa gliene parli per arrivare ad una felice conclusione del suo caso. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se il byte non è ben fatto, certo che può provocare spostamenti indesiderati. Ma io le consiglio di vedere, tramite uno specialista in ortognatodonzia, se tramite non un semplice byte palliativo, ma con un vero trattamento ortodontico, si può sistemare definitivamente la questione della articolazione e dei disturbi cranio mandibolari. Infatti con tutta probabilità dipendono da una malocclusione che a soli 21 anni forse può essere ancora corretta in modo stabile.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Roberta, più che una scintigrafia -che non mi sembra l'esame diagnostico più adatto - sarebbe a mio avviso più utile una ortopantomografia per verificare la presenza di disodontiasi, considerata l'età, insieme a una tomografia in lateralità. Non parla di una storia di sublussazioni, credo che uno studio dell'occlusione eseguito su modelli studio possa essere seguito da: 1) accurato esame delle superfici di contatto dentarie (a volte un semplice molaggio selettivo e la rimozione di otturazioni incongrue possono essere rimedi di elezione: se è necessario procedere al rifacimento delle superfici; 2)ortodontia superiore e inf; 3)esiste cefalea persistente? 4)Valutazione della postura. cordiali saluti dr. Maria Grazia Di Palermo Via Gesù e Maria, 4 Carini PA
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Smbra trattarsi di una lussazione del disco articolare. In questo caso non ci sono molte armi a disposizione del curante. Il bite sicuramente è un ottimo strumento, ma va adeguatamento controllato e bilanciato, altrimenti non serve a nulla. Provi a documentarsi nuovamente con il suo dentista.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Roberta che il bite sposti i denti mi sembra alquanto improbabile legandoli insieme anzi previene gli spostamenti, in ogni caso credo che debba fare una accurata visita gnatologica per risolvere il problema distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)