Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 12

Ho un leggero morso profondo

Scritto da roberta / Pubblicato il
Ho un leggero morso profondo; da un mese e mezzo ho l'apparecchio fisso all'arcata superiore e tra pochi giorni lo metterò a quella inferiore. Il mio timore è quello di non riuscire a chiudere la bocca: i denti superiori non andranno a "sbattere" sui brackets dei denti inferiori?? Inoltre mi interesserebbe sapere se un sorriso un pò gengivale possa essere la conseguenza di un leggero morso profondo e curabile quindi con l'apparecchio. (Dovrei aspettare una settimana per porre queste domande alla mia dentista, ma sono troppo curiosa) grazie
Sig. Roberta, sicuramente il suo odontoiatra cercherà di evitare che gli attacchi interferiscano nella masticazione, altrimenti potrebbe esserci il rischio di distacco degli attacchi. In molti casi per evitare queste interferenze, gli attacchi vengono posizionati sul lato linguale permettendo di non avere delle interferenze occlusali, personalmente ritengo la tecnica vestibolare superiore e linguale inferiore sia una metodica d'eccellenza, ma non è molto diffusa.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Che diamine, certo che riuscirà a chiudere la bocca. O forse crede di dover restare senza mangiare per tutto il tempo della cura ortodontica? In bocca al lupo per la sua terapia.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Correzione chirurgica del Gummy Smile. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
Cara Signora Rosa, ma proprio non ha la minima fiducia e stima della sua Dentista! Ma può pensare veramente che la sua dentista non sappia quello che fa e che non abbia già valutato se il problema esiste o no e preso le misure necessarie. La terapia ortodontica deriva da uno studio accurato di un check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere........è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati.. e stia certa che il matematico ossia l'Ortodontista, ha fatto tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Esistono mille modi che non sto qui a spiegare. Stia tranquilla! Per il "sorriso gengivale" ossia Gummy smile, nel morso profondo dovuto ad una ipereruzione o estrusione dei denti, viene di regola corretto ortodonticamente con la terapia che sta facendo perchè la terapia equilibra il rapporto tra la linea inferiore del labbro superiore e i colletti gengivali, quando sorride.In ogni caso, in quei rari casi in cui la terapia lasciasse un anche modesto o0 anche serio sorriso gengivale, subentra la Chirurgia Parodontale Estetica che corregge tutto bilanciando il sorriso bianco con quello rosa. Le spiego: C’è una strettissima relazione di forma ed armonia tra Denti, Gengive, Linea di Giunzione Mucogengivale ed osso sottostante. Tutti questi organi devono essere in equilibrio tra di loro per avere quello che gli "Statunitensi" chiamano "Natural smile", "Sorriso naturale", che è dovuto ad una proporzione tra "pink aesthetics" and "white aesthetics", ossia tra l’estetica rosa (dovuta alle gengive) e l’estetica bianca (dovuta ai denti). Se la proporzione tra queste due componenti viene meno e si ha il prevalere, rispettivamente, dell’una (Gummy smile, ossia Sorriso Gengivale), come nelle ipertrofie gengivali o dell’altra (White smile, ossia sorriso bianco) per eccesso della componente dentale come avviene per esempio nelle recessioni gengivali e nella Parodontiti con riassorbimento osseo con grave componente orizzontale. Legga cliccando sul mio nome tra le pubblicazioni l'articolo "La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale", vi troverà tutto ciò che occorre sapere per comprendere il problema e la sua terapia. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Bellissima la tecnica mista del dr. Ruffoni. Ma secondo la mia scuola, anche proprio per la difficoltà, estrema alle volte, di posizionare l'apparecchio inferiore, noi usiamo per il morso profondo un apparecchio mobile notturno.. Ma le differenze fra una scuola e l'altra sono grandi

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Roberta, la sua dentista certamente prima di avere iniziato il suo caso ortodontico avrà pianificato la terapia da intraprendere e, pertanto, ogni suo timore anche se legittimo, è infondato. Il leggero sorriso gengivale determinato dal morso profondo potrà essere corretto certamente con la terapia ortodontica. Cordiali saluti e tanti auguri.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Quando vi sono problematiche di questo genere o si posizionano i brakets transitoriamente in sede più gengivale ( raro) e poi si rispostano o correttamente e si eseguono dei rialzi per il sorriso gengivale se non risolvibile con l'ortodonzia come spesso capita si può trattare con la chirurgia gengivale, sempre che ve ne siano le indicazioni cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Roberta, a differenza dei pareri precedenti, io utilizzo nel 100% dei casi rialzi occlusali (piccoli, medi o grandi e posteriori o anteriori a seconda dei casi) per risolvere il problema. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Spett. Sig.a Roberta, sono certo che la sua Ortodontista ha ben pianificato questo problema ( chiusura della bocca con gli attacchi inferiori ). E' una problematica che abbiamo spesso con il suo tipo di malocclusione e ci sono diversi metodi per superarla. Per il sorriso gengivale la risposta è più complessa perchè esso va valutato con tanti altri elementi della faccia, del sorriso nella sua completezza e infine dalla posizione dei denti. Comunque un leggero sorriso gengivale spesso si può risolvere con la sola ortodonzia Distinti saluti Dott. Stefano Velo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Stefano Velo
Abano Terme (PD)

Condivido completamente il dott.Velo. Abbia fiducia nel suo dentista che ha previsto ogni cosa. Cordiali saluti E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Roberta, il sorriso gengivale non ha influenza ne è influenzato dal morso profondo. Se desidera ridurre l'esposizione delle gengive quando sorride, solo per periodi limitati di tempo, è possibile usare della tossina botulinica nella zona del naso (muscolo orbicolare). A questo proposito esiste un articolo in questo portale. Cordialità

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia