Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 13

Ho 20anni e da qualche anno soffro di un dolore alla mascella

Scritto da Martina / Pubblicato il
Buongiorno. Volevo esporre il mio problema. Ho 20anni e da qualche anno soffro di un dolore alla mascella, mi spiego meglio: Quando apro e chiudo la mascella sento uno scatto ed un lieve dolore. Ovviamente mangiare è diventato faticoso, per non parlare di quando sbadiglio. Inoltre l'arcata superiore dei denti, quando chiudo la bocca va sopra l'arcata inferiore, mi pare di aver capito che si tratta di morso profondo. Ora, devo prendere un appuntamento da un ortodontista, ma vorrei sapere a grandi linee il trattamento che dovrei subire.. Dovrei mettermi un apparecchio fisso?
Salve Martina.. La situazione che lei presenta, deve essere ben valutata prima di poterle dare qualsiasi consiglio clinico. Di sicuro ha bisogno di uno Gnatologo e di un ortodontista.. questo perchè mi pare di aver capito, che il suo primo problema è di natura articolare.. una prima visita da un buon odontoiatra può fugarle i dubbi e può fornirle le linee guida da seguire.. Cordialmente, Gianluigi Renda.

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Ortodonzia della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Martina.... il dolore alla mandibola, non mascella, e probabilmente più specificatamente all'Articiolazione Temporo Mandibolare ATM, denota una sintomatologia da patologia Gnatologica con malocclusione. Occorre una accurata visita Gnatologica ed Ortodontica.......Non posso rispondere più specificatamente alla sua domanda, perchè occorre una visita da un buon Ortodontista, la cui terapia la deciderà in base ad un accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere........è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati...e chiedere quello che chiedi tu per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta.........che le può dire solo un dentista dopo le visite suddette ...non posso quindi esprimere giudizi........ Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Martina, non è possibile stabilire a quali trattamenti andrà in contro senza la minima conoscenza del caso, sicuramente il suo ortognatodontista le saprà spiegare molto bene tutte le cure del caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Salve, per poter dare un consiglio terapeutico nel suo caso specifico sono necessari elementi di valutazione che online risulta molto difficile. Si rivolga ad un gnatologo per avere chiarimenti e cure adeguate. Non si trascuri....Buon pomeriggio

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Cara Martina prima di tutto dobbiamo scindere i 2 problemi il morso profondo va corretto indubbiamente e possono essere utilizzati sia delle apparecchiature fisse che delle apparecchiature mobili, ma il problema gnatologico può essere non di origine dentaria e quindi necessita di una diagnosi a parte, specialmente se è doloroso e associato a click e si corregge in vari modi, dalla fisioterapia al bite. vada da un bravo ortodontista e gnatologo per risolvere il problema. distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Gentile sig ra Martina, quasi sicuramente il suo problema è di natura articolare, ma siccome nulla viene per caso, probabilmente l'origine è una malocclusione. Senza saperne di più di quel che scrive, dico che una visita da un dentista che abbia ottime conoscenze della gnatologia può aiutare a fare il punto della situazione, ma è possibile che altre figure professionali debbano visitarla. Una domanda: perchè ha problemi da qualche anno e si è decisa solo adesso? Certe problematiche, pur non essendo gravi di per sé, di certo non tendono a sparire col tempo, anzi semmai è il contrario. Si rechi con sollecitudine dal dentista. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Martina, il tuo problema necessita di consulenza ortognatodontica al fine di valutare il caso ed instaurare un'appropriata terapia e che ti consiglio di effettuare al più presto. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sicuramente avrai bisogno di un trattamento. Cerca per prima di sistemare questo dolore e rivolgiti ad un buon dentista. In seguito farai anche l'ortodonzia per il morso profondo, anche se potrebbe essere una delle cause dell'incoordinazione menisco condilare. Cordialmente E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Prima di tutto valutazione gnatologica che può essere fatta anche in associazione dell'ortodonzista o da parte di un ortodonzista se esperto in gnatologia e poi a remissione dei disturbi articolari si potrà fare anche una terapia ortodontica cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Buonasera diciannovenne Martina, ti racconto brevemente che hai una malocclusione di frequente riscontro , il morso profondo appunto, responsabile sempre di una serie di problemi clinici. Talora è il tessuto di sostegno dei denti , il parodonto, che ne soffre e quindi compaiono recessioni gengivali e perdite dell' osso alveolare , altre volte cedono invece i muscoli deputati al funzionamento del sistema masticatorio , con comparsa quindi di cefalea o peggio di sindromi miofasciali in cui il dolore si può associare a disturbi neuro-vegetativi quali vertigini, acufeni, sensazioni di "orecchio tappato", etc, altre volte chi ne risente maggiormante può essere invece l' articolazione della mandibola con il cranio, quindi incoordinazione condilo-meniscale, con rumori più o meno intensi all' apertura /chiusura della bocca. Il quadro clinico va affrontato da un ortodontista qualificato ed esperto allo scopo di ottenere un risultato che sia ottimale per funzione, clinica ed estetica, ma soprattutto che sia stabile per i prossimi 80 anni che ti aspettano !! P.S. Occhio a non sforzare le articolazioni con cibi impegnativi e duri , e evita di sbadigliare a bocca troppo aperta ...potresti rischiare un locking, cioè una perdita totale del rapporto disco cartilagineo-capo articolare con conseguente blocco .
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Biancamaria Castellucci
Firenze (FI)