Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 11

Sto iniziando una terapia ortodontica con apparecchio fisso tradizionale per problemi di occlusione

Scritto da Maria / Pubblicato il
Buongiorno, sto iniziando una terapia ortodontica con apparecchio fisso tradizionale per problemi di occlusione. Ho 49 anni. Ci sono due aspetti che non mi sono chiari: 1. uno dei molari superiori a cui verranno attaccate le bande è stato di recente devitalizzato e ricoperto in composito. Non essendo stato coperto da corona, ci sarà il pericolo che mi si fratturi mentre ho l'apparecchio (o magari addirittura durante il montaggio dello stesso)? Dovrò usare particolare attenzione? e 2. se nel corso della terapia mi viene una pulpite (visto che mi sono successe le prime due pulpiti della mia vita quest'anno, in una bocca per il resto abbastanza sana...) o simile dovrò far smontare tutto l'apparecchio per curare il dente? grazie se potrete darmi qualche lume. saluti. Maria
Gentile Sig.ra Maria, ai suoi quesiti potrà e dovrà rispondere con perizia il suo dentista; ponga, pertanto, a lui le domande che presuppongono una conoscenza del caso. Cordialmente.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

gentile Maria, la posizione in cui di solito viene attaccato il bracket ortodontico è diversa da quella dove si pratica l'accesso per una terapia canalare. l'apparecchio non crea pulpiti se posizionato correttamente e usato allo stesso modo. Per quanto riguarda la copertura in composito del molare non ci sono problemi di adesione e/o fratture. Aumentare il livello di attenzione e quello delle normali manovre di igiene orale non è mai sbagliato durante le terapie ortodontiche. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Maria... che ansia!!! Non si fasci la testa prima di rompersela. Se il suo dentista ha così deciso è perchè quella sarà la strada migliore. Deve star tranquilla perchè se mai dovesse aver bisogno di una terapia canalare non dovrà smontare tutto poichè l'accesso ai canali del dente non è impedito dai bracket o da altro. Se sarà meticolosa nell'igiene orale ed eviterà strappi a pizze e panini o altre manovre incongrue (che poi sono i consigli dati a chiunque monti una ortodonzia fissa... e non solo), vedrà che non accadrà nulla di spiacevole!Mi raccomando, stia serena.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Marta Muscettola
Roma (RM)

Gentile Maria, le forze che si esercitano sul molare non riusciranno mai a fratturarlo, mentre speriamo che non si ripetano le pulpiti, ma anche in questo caso il suo dentista potrà intervenire agevolmente. Cordialmente E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Se in corso d'opera qualche dente dovesse essere devitalizzato, nessun problema. Come è stato detto, l'attacco ortodontico non interferisce con la cavità  d'accesso alla polpa. Ma, scusi, queste domande le ha fatte al suo dentista?

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Ortodonzia da Casistica della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Maria.....la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere........è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati...e chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta.........che le può dire solo un dentista dopo le visite suddette ...non posso quindi esprimere giudizi...senza vederla! Non solo non sarebbe corretto, ma non sarebbe professionale..............Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve sig.ra Maria , il molare ricostruito in composito senza corona protesica è senza dubbio più fragile del dente vitale , quindi attenzione alla masticazione , evitando nel frattempo cibi duri e impegnativi.Può chiedere al suo curante di applicare una banda anzichè un attacco singolo in maniera da ottenere una funzione anche "contenitiva" sulle pareti del dente non vitale. Quanto all' eventuale pulpite, qualora si ripetesse l' evento , basterà che l' endodontista rimuova il filo ortodontico nonchè il bracket sul dente in questione in maniera da poter applicare la diga e quindi procedere al trattamento canalare. Il suo ortodontista potrà risistemare l' apparecchio fisso una volta completata l' eventuale terapia endodontica. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Biancamaria Castellucci
Firenze (FI)

Cara Maria, come già detto dai colleghi che mi hanno preceduto direi che non c'è alcun problema se le dovesse venire una pulpite: potrebbe intervenire anche con l'apparecchio montato. Per quanto riguarda l'attacco sul molare credo che sia necessario che si fidi di ciò che le ha detto il suo dentista. Se non si fida del suo dentista, allora il problema è un altro, e può sempre chiedere un secondo parere, ma da qualcuno che la possa visitare personalmente.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Maria non si preoccupi perchè durante il bandaggio è impossibile che si fratturi, e inoltre l'apparecchio favorisce un aumento della resistenza dei denti stessi perchè li lega assieme. inoltre in caso di pulpite, anche se molto difficile non si deve preoccupare perchè si può procedere senza problemi distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Gentile sig.a Maria, non capisco perchè queste domande non le ha poste al suo ortodontista. Lo faccia, perchè è Lui che la deve curare !!! Più fiducia e dialogo con colui che la curerà. Comunque vedrà che nessuna delle sue paure si avvereranno !! Distinti saluti Dr. Stefano Velo

Scritto da Dott. Stefano Velo
Abano Terme (PD)