Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 13

Seguito alla domanda: Vorrei mettere un apparecchio per denti affollati e storti

Scritto da erica / Pubblicato il

Salve, avevo inviato una domanda per un apparecchio per denti affollati e storti qualche settimana fa, seguendo le vostre indicazioni sono andata da un dentista con specializzazione in ortognatodonzia che mi ha fatto solo la visita, ha detto che ho arcata superiore in avanti, gengive arrossate, lui ha detto che la soluzione migliore sia l'apparecchio fisso sia sopra che sotto, però deve farmi uno studio del caso. Ha detto secondo lui non si deve assolutamente limare i denti superiori, e con il mobile non risolve il problema, dice che mettere il fisso solo sopra poi tornano storti, per me comunque questo dentista costa troppo, nel senso che vedo già che la spesa supera le mie disponibilità, mentre altro dentista (che mi aveva consigliato di limare i denti superiori e mettere apparecchio fisso solo sopra) mi prendeva una cifra "accettabile", A questo punto non so che fare. Vorrei sistemare i denti senza spendere eccessivamente. Grazie!

 

Precedente:

Denti affollati e storti

O segue il piano di trattamento di quest'ultimo dentista, l'unico piano di trattamento degno di questo nome finora letto, o piuttosto non faccia nulla e si tenga i soldi in tasca. Facendo uno degli altri due piani di trattamento lei rischia (con la QUASI CERTEZZA) di buttare via i soldi con una situazione orale PEGGIO DI PRIMA. Scusi il paragone, ma lei preferisce comprare una lavatrice che costa cara, carissima, ma che le dura 15 anni, o una che costa meno della metà che dopo 2 anni è da buttar via? Donna avvisata mezza salvata. Faccia lei.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Erica,se i preventivi proposti sono troppo alti può sempre rivolgersi alla sua ASL di competenza per risolvere i suoi problemi a costi più contenuti. Se deciderà di rivolgersi ad una struttura privata non deve assolutamente cercare il meno costoso perchè potrebbe rivelarsi il meno affidabile;cerchi di rivolgere la sua attenzione invece alla professionalità e capacità del professionista altrimenti rischia di buttare i suoi soldi e poi non avere più risorse a disposizione per rivolgersi ad un altro per eventuali correzioni. E' meglio spendere un pò di più in qualità che avere cure meno costose ma più scadenti altrimenti poi se ne pentirà. Mi creda è meglio partire con il piede giusto. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Erica a volte i trattamenti migliori costano anche di più, questa è una scelta che spetta a te, cordiali saluti

Scritto da Dott. Antonino Ruggirello
Palermo (PA)

Cara Enrica, l'errore che fanno i pazienti è decidere se una terapia è adeguata a loro sulla scorta del prezzo che viene richiesto. Purtroppo non sta comperando un paio di scarpe, ma una terapia. La scelta che deve fare non è legata al prezzo ma all'affidabilità che le ispira ogni professionista. Il fatto che il primo ortodontista non l'abbia convinta ma sia più "economico" non significa nulla di fronte alla palese mancanza di fiducia che lei ha nei suoi confronti. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Ortodonzia della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara signora Erica .. e la gengivite che fine ha fatto? ...poi vuole qualità ....senza spendere...ma allora si tenga i denti che ha... ....capisco che ci sono costi che non sempre si possono sostenere ma o si può fare la terapia giusta o non la si fa...e basta... se la prenda con lo Stato che non considera terapie quelle ortodontiche, protesiche, implantologiche e parodontali e che non le elargisce come prestazioni ospedaliere...il consiglio è meglio tenersi i denti come sono che fare una terapia "sbagliata" e che nuoce alla sua salute... lo so è un problema indegno di un paese civile ma abbiamo i governanti che ci meritiamo perchè scelti da noi!!!................dire altro non posso...se non che mi dispiace e che la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere........è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati...e chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta.........che le può dire solo un dentista dopo le visite suddette ...non posso quindi esprimere giudizi...senza vederla! Non solo non sarebbe corretto, ma non sarebbe professionale.................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Fugga via da quello che gli ha detto di "limare i denti" e si rivolga a quello più caro (se può affrontare la spesa). Il buon senso ci dice che chi spende di più, paradossalmente poi spende "di meno".

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Sig. Erica, meglio stare con i denti non allineati piuttosto che avere una cura ortodontica che fa danni. Se non si hanno i capitali necessari, meglio non affrontare la cura e attendere tempi migliori. Si ricordi che i denti allineati non sono essenziali per la vita.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Erica, non è semplice rispondere alla tua domanda senza avere elementi diagnostici adeguati alla mano e senza averti neppure mai vista, ma sei stata da due colleghi e ti darò una risposta partendo da un presupposto che però dovrai verificare in qualche modo: parto dal presupposto che sei stata da due bravi e validi ortodontisti. In realtà quando si spostano denti di un'arcata per la maggior parte delle volte bisogna lavorare anche sull'arcata opposta perchè (detta in soldoni) i denti devono continuare a "combaciare". Quindi sicuramente il secondo piano di terapia è un valido e completo piano terapeutico che si pone come finalità sia la risoluzione della malocclusione che il raggiungimento di una stabilità occlusale che rende la recidiva (la possibilità che i denti tendano a riacquistare la posizione iniziale) meno probabile nel tempo. Detto ciò devo però anche aggiungere che non è detto che il piano terapeutico proposto dal primo collega sia sbagliato; Spesso noi ortodontisti cerchiamo il risultato perfetto ma altrettanto spesso la qualità di vita del paziente migliora notevolmente per un risultato che è per noi anche solo appena sufficiente. Il consiglio che ti do è questo: prova a proporre al secondo collega (quello dello studio del caso) la risoluzione terapeutica che ti ha proposto il primo collega, e senti che ti dice. Puoi sempre consultare un terzo collega ma nella scelta fai attenzione che sia un ortodontista. Fammi sapere. E. Macchiarulo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Elisa Macchiarulo
Tivoli (RM)

Cara signora Erica, personalmente posso confrontare due prodotti della stessa categoria e se necessario scegliere il meno caro se questo, comunque, mi soddisfa, quando appartengono ad una categoria merceologica "visto e piaciuto" (piastrelle, asciugacapelli e così via). Una terapia medica non può essere confrontata unicamente col parametro del prezzo. Il secondo parere (quello più oneroso) mi sembra più completo, ma ad essere sinceri non ho parametri sufficienti per rispondere con precisione. Tuttavia mi sono già espresso alcune volte sulle pagine di questo forum affermando che una terapia ortodontica non è obbligatoria se non vi è una malposizione dentaria o scheletrica di grado severo e che metta a rischio la salute di denti, gengive, osso e articolazioni. Se si tratta esclusivamente di problemi di estetica dentale in senso stretto, si tratterebbe non quasi di cura medica ma altresì di cosmetica ( se mi si passa l'enorme forzatura terminologica )e pertanto a discrezione dell'interessato. Se il curante ritiene la situazione non a rischio di repentini peggioramenti potrà sempre ricorrere alle cure in futuro e con maggiore serenità. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Erica, tenga conto che in linea generale un trattamento ben studiato, progettato e ben eseguito è una spesa elevata ma affidabile, mentre a volte i paziente intraprendono trattamenti più a basso costo, da professionisti meno competenti o con maggiori compromessi, ma con risultati insoddisfacenti per cui alla fine l'obiettivo di trattamento non viene raggiunto o viene raggiunto "male", e in quel caso non si è risparmiato ma si sono "buttati" via dei soldi...mi è capitato di vedere pazienti con trattamenti ortodontici già eseguiti e pagati, magari spendendo qualche centinaio di euro meno rispetto a professionisti qualificati, ma che dovevano ricominciare un nuovo trattamento... come le diceva già un collega, meglio un buon trattamento, o altrimenti meglio nulla che un trattamento poco affidabile; tenga anche conto che i trattamenti ortodontici sono abbastanza lunghi nel tempo e che solitamente puo' accorarsi con professionista sulle modalità di pagamento, con acconti periodici spendendo poco alla volta, provi a parlarne con l'ortodontista che l'ha visitata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Stefania Mazzitelli
Como (CO)