Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

Presunta malocclusione e problemi derivanti

Scritto da Mariarosaria / Pubblicato il
Buongiorno, io sono una vostra nuova lettrice, sono spesso in questi siti perchè ho un problema che mi tiene sempre legata ad un dentista, ma la mia voglia di sapere e di leggere qualcosa di nuovo non mi abbandona mai. Vi spiego, ho 35 anni e soffro di paradontite ereditaria, sono sempre in cura, a prescindere che ho un igiene penso da pochi poichè porto lo spazzolino sempre dietro se non sono a casa, proprio perchè se non lavo i denti mi fanno male ho fatto già diverse volte la pulizia radicolare e delle tasche che sono profonde di 4 o 5 mm, ma solo su alcuni denti mentre in altri no, due anni fa su un laterale di mascella precisamente dal molare di dietro che si muoveva il mio dentista mi fece un intervento dando dell'osso che mancava cosa che ancora si muove e non ho trovato alcun miglioramento da premettere che i miei denti non sono specie quelli avanti dritti e che un mese fà ho fatto anche un' implantologia dove mi manca un dente e per adesso non mi ha dato problemi, mentre da circa dieci giorni su un dente inferiore vicino al canino avvertivo un fastidio. Andai dal dottore, mi visitò poichè io ormai sono terrorizzata di dover o poter perdere i denti anche se non sono esteticamente belli ma...e lui disse che non avevo nulla ma solo aver subito un urto anche mangiando senza rendermene conto, ma la gengiva vicino a questo dente era un pò livida va bè...il giorno dopo mi aumentò il dolore tanto da dover ricorrere agli antiinfiammatori, dopo due giorni di dolore e medicine si gonfiò il labbro proprio dove era il dente. Riandai dal dentista e alla fine dice che deve pulire le tasche e iniettare l'antibiotico (pipericillina) nelle gengive si perchè a distanza di tanti giorni la gengiva vicino a questo dente è ancora un pò gonfia e livida. Spero bene, volevo un vostro parere e chiedervi se non sono troppo invadente i miei denti centrali sono un pò storti e ricostruiti adesso la ricostruzione esteticamente non mi piace si è macchiata e lui mi ha consigliato essendo che economicamente non posso permettermi le faccette in ceramica lui me le vuole fare in composito che sono simili e vanno lucidate ogni 5 o 6 mesi non so perchè i denti che deve aggiustare sono quattro e avanti quindi ho un pò paura da premettere che sono coraggiosa e mi condizionano anche se devo sorridere da premettere che sono una bella donna e tutti mi dicono che non si nota proprio per questo, ma per me è un complesso come lo è la mia malattia, nell'attesa di una vostra risposta io in anticipo vi ringrazio tutti e vi porgo i miei più graditi saluti e grazie di esistere....
Gentile Mariarosaria, la mia risposta - da quanto da Lei riferito - non può che essere una sola: si cerchi un altro dentista qualificato e onesto.

Scritto da Dott. Michele Rendina
Pompei (NA)

Voglio tranquillizzare una bella donna 1) la malattia parodontale non è EREDITARIA 2) EREDITARIA E' SOLO LA PREDISPOSIZIONE 3) LA MALATTIA PARODONTALE NON SI VERIFICA MAI IN TUTTE LE PERSONE CHE ASSUMONO POSIZIONI CORRETTE NEL SONNO, vedi Piorrea o parodontite, alitosi su dentisti italia oppure www.galiffa.it capitoli Bruxismo: Miti e Verita' Piorrea o Parodontite Ronzio, fischi, vertigini...La deglutizione spontanea. AVRA' MODO DI CAPIRE LA VERA CAUSA DEI SUOI PROBLEMI. DEVE ELIMINARE LE TASCHE, FARE TUTTE LE TERAPIE NECESSARIE. POTRA' AVERE I SUOI DENTI E GENGIVE SANE PER TUTTA LA VITA SOLTANTO SE OLTRE L'IGIENE ACCURATA ASSUMERA' POSIZIONI CORRETTE NEL SONNO E DURANTE IL GIORNO. MI FAREBBE COSA GRADITA SE MI PRECISASSE LA POSIZIONE NEL SONNO PERCHE' SE LA SUA POSIZIONE E' STATA SEMPRE CORRETTA SAREBBE L'ECCEZIONE CHE CONFERMA LA REGOLA. DISTINTAMENTE Gino Salvatore Galiffa
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Gentilissima Mariarosaria, lei parla di parodontite ereditaria, di rigenerazione ossea guidata ("dare dell'osso che mancava"), di denti che si muovono, di implantologia, di estrazioni dentarie subite, di otturazioni infiltrate, di faccette estetiche per aggiustare denti un po' storti, di tasche piorroiche, gengive livide, brutto sorriso, ecc... Quanta roba per la bocca di una bella ragazza! Innanzitutto chiariamo una cosa: di ereditario esistono solo le malattie genetiche, tra le quali non viene annoverata la parodontite, anche se questa è frequente in individui della stessa famiglia per "somiglianza" di vari caratteri (questi ereditari!) ed abitudini. Bisogna indagare sulla vera origine della sua malattia, altrimenti questa progredirà mentre lei spende soldi e soffre! Quando noi medici curiamo una malattia, interveniamo sempre su due aspetti: quello "etiopatogenetico" o causale e quello "sintomatologico" o della manifestazione della malattia. Questo vale per una carie, una parodontite, una cervicalgia o un qualsiasi altro male. Rileggendo la sua e-mail, mi rendo conto che tutti i disturbi che lei avverte potrebbero essere ricondotti ad un'unica causa: la malocclusione dentaria con denti storti, carie da affollamento, microtraumi da precontatti, parodontite localizzata, ecc. Non è probabile che lei si stia facendo curare denti e gengive senza eliminare la causa che mette in disordine tutta la sua bocca? Inoltre, il suo dentista le cura il fastidio che lei accusa, volta per volta che si reca da lui, oppure le ha fatto una visita scrupolosa e poi le ha impostato un unico piano di trattamento terapeutico che inizia con la cura dei problemi emergenti di carie e parodontite, per poi continuare con il correggere la posizione dei suoi denti, il perfezionamento ed il mantenimento dello stato parodontale e, solo alla fine, quando tutti i suoi fastidi sono passati, con la sostituzione definitiva con impianti e protesi fissa dei denti persi? Faccia attenzione, perchè nel primo caso lei potrebbe essersi rivolta ad un dottore frettoloso o ad un finto dentista che ha trovato la sua miniera d'oro! Tanti auguri di buona fortuna. Dott. Angelo de Fazio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.ma sig le enuncio brevemente diversi aspetti importanti. 1 la parodontopatia non la si eredita, la prima cura è l'igene di cui lei è scrupolosamente assidua, 2 innesti gbr o rigenerazioni sono indicate e danno buoni risultati, 3 l'infiltrazione che ha fatto va bene in quanto è un antibiotico adesivo, 4 deve verificare con il suo dentista di fiducia la causa di queste manifestazioni, nel qual caso da cio' che si evince tra le righe forse devreste prendere in considerazione un trattamento che si adoperi per un ripristino funzionale con ortodonzia, bite, placche...vizi masticatori-funzionali, è il suo medico a dover valutare cio'. 5 non si dia esagerate preoccupazioni ...il bruxismo...suppongo dalle sue parole dovrebbe , dovrebbe,,,, riguardarla non le giova. si rilassi, pensi che denti e bocca non devono condizionarla in questo modo. distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Perasso
Genova (GE)

Gentile signora, cio' che Lei esprime richiede una programmazione terapeutica che tenga conto di della funzione masticatoria nella sua globalita' e sinceramente penso che fin'ora non sia stata seguita nella maniera ottimale. Spero si sia rivolta ad un professionista reale. Cordialita' Dott. Francesco Sacco Odontoaitra specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale in SALERNO e AVELLINO www.chirurgomaxillofacciale.it

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Sig. Mariarosaria oggi le terapie parodontali hanno fatto progressi, ma non miracoli. Il suo caso è complesso di difficile valutazione, senza radiografie e visita clinica. Consiglio, di controllare il dente urtato, facendolo valutare al suo odontoiatra, che proverà la vitalità a distanza di tempo. Dott. Ruffoni Diego

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara "bella donna", proprio per questo motivo da te enunciato ,prova a prenderti un pò di tempo, magari prendendo in considerazione terapie alternative ma che vanno alla radice del tuo problema. Mi spiego meglio: intanto mi ha insospettito la frase riguardante la particolare igiene che tu mantieni (non ne dubito affatto!), esistono delle parodontopatie da "deglutizione scorretta", la lingua disfunzionale può essere la spiegazione magari del fallimento di un innesto osseo! Ti consiglio quindi una visita cl prof. Antonio Ferrante(opera nella tua zona:cava dei tirreni-salerno) che è il maggior esperto in Italia di queste problematiche oltre che per me un prezioso Maestro. cordiali saluti Dott.Giuseppe Messina
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Messina
Bagheria (PA)

Cara Mariarosaria, i colleghi hanno già esposto egreggiamente le cose che dovresti fare, ragion per cui affidati ad un parodontologo specialista. Distinti saluti Dr Gerardo Cafaro

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

cara mariarosaria, il suo è un grosso problema che và affrontato in maniera specifica. prima di tutto bisogna fare una corretta diagnosi dopo di che si passerà alla terapia per poi arrivare ad una conclusione e a un mantenimento del caso risanato. attenzione ad innesti ossei , rigenerazione ecc. perchè devono essere eseguti da mani esperte, in alcuni casi si deve sacrificare qualche elemento dentario irrecuperabile. in ogni caso si faccia visitare da uno specialista e comunque prima terapia parodontale "risolutiva" poi trattamento ortodontico poi terapia implantare e alla fine dopo che il caso è stabile e solo a quel punto protesi definitiva salutoni bella donna
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Cara Mariarosaria, sono daccordo su quasi tutto quello che hanno detto i miei colleghi, i vari aspetti della Parodontopatia non sono propriamenti ereditari, come te lo configuri tu, ma spesso hanno una componente genetica, ciò non toglie che questa patologia orale non possa essere trattata e risolta o per lo meno tenuta sotto controllo, e questo deve avvenire continuamente e ad intervalli regolari, ai miei pazienti faccio presente, come paragone, il diabete: una volta che ti è stato diagnosticato te lo porti dietro per sempre ma puoi controllarlo. Le tue spiegazioni sono troppo farraginose, si evince chiaramente che hai una problema serio e generalizzato e che sei seguita da un dentista incapace di curarti adeguatamente, mettiti in contatto con l'Ordine dei Medici Dentisti della tua regione, sapranno consigliarti in merito. Dott. A. BRAGA -Parodontologo .sudio.braga@wooow.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Adolfo Braga
San Giustino (PG)