Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 11

Mio figlio di anni 11 ha un morso profondo.

Scritto da renzo / Pubblicato il
Buon giorno, mio figlio di anni 11 ha un morso profondo. Per quanto posso spiegare non esiste affollamento di denti e di piu' direi che ha un'arcata superiore ampia con denti incisivi verticali- -i denti dell'arcata inf. sono invece sporgenti in fuori. Tra i proposti trattamenti con apparecchio fisso/mobile, da profano starei col Mobile. Cosa ne pensate? Grazie
Caro Renzo, si fida del suo dentista? Allora lasci decidere a lui il piano di trattamento più idoneo per il caso di malocclusione di suo figlio. Decidere un piano di trattamento in Ortodonzia non è come fare la spesa al supermercato. Si Accerti solo che il suo dentista di fiducia sia Veramente Competente in fatto di Ortodonzia, e lasci a lui l'onere (e la responsabilità) di iniziare e portare a termine il caso.

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Sig. Renzo, penso che suo figlio debba essere curato in questo periodo, durante la fase di crescita, dove si possono ottenere movimenti ortopedici. La scelta del tipo di apparecchio non spetta a lei, ma compete al professionista, che attraverso accertamenti diagnostici effettuerà uno studio del caso e lo porterà a buon fine con tutte le responsabilità. Cedere a compromessi di cura richiesti dal paziente, potrebbe essere un’arma utilizzata dall'odontoiatra per non assumersi tutte le responsabilità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Esempio di terapia ortodontica della Dr.ssa Claudia Petti...in corso di esecuzione!
Caro signor Renzo...abbia pazienza, ma non si può rispondere alla sua domanda via Web ..........l'Ortodonzia è una Scienza particolarmente complessa e si deve fare uno studio cefalometrico dei piani e degli angoli che "passano" per formazioni anatomiche precise dello scheletro e dei tessuti molli...che si studiano di regola con una radiografia latero laterale ...modelli di studio e tanto altro ancora...questo si chiama check up ortodontico che è il solo che permette di fare una corretta diagnosi ed impostare una altrettanto corretta terapia... Cordialmente, Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari, Ortodonzia e Pedodonzia (la figlia Claudia Petti)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

A me sembra che ci sia anche la tendenza della interposizione del labbro inferiore. Questo sa di II classe. Lei forse si è sbagliato quando ci ha detto che quelli che sporgono sono i denti inferiori. La riposta del dr. Petti è assolutamente condivisibile perchè lei deve accertarsi che siano state fatte le cefalometrie e non una diagnosi ad occhio.. Se vuole legga il mio articolo sulla diagnosi in ortodonzia su questo sito. Io vista la situazione propendo nettamente per il mobile perchè il fisso non rispetta l'ATM in una situazione come me la sto.. immaginando.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Renzo, non è possibile intraprendere un terapia così delicata come è quella ortodontica con un "secondo me". Lasci fare all'ortodontista. E quando dico ortodontista intendo dire che si tratta di un odontoiatra che ha una provata e valida esperienza nel campo. Molto meglio se si tratta di un ortodontista "puro", cioè di un odontoiatra specializzato in ortodonzia che esegue solo cure con gli apparecchi ortodontici e non si occupa dell'odontoiatria generale. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Caro sig. Renzo i dati sono scarsi quindi mi fiderei del suo dentista solo una cosa posso consigliarle l'apparecchio mobile ad 11 anni spesso rimane nelle scatola.

Scritto da Dott. Mauro Lattisi
Trento (TN)

Sig. Renzo, per rispondere alla sua domanda dovremmo essere in possesso di un maggior numero di dati (esame cefalometrico, analisi dei modelli, esame clinico etc.) per chiarire l’esatta origine della malocclusione in questione. Dati che sicuramente il collega avrà opportunamente raccolto, ergo sarà in grado più di noi, che siamo davanti ad un monitor, di stabilire il trattamento più idoneo. Cordiali saluti Flaviano Di Vito

Scritto da Dott. Flaviano Di Vito
Monte Porzio Catone (RM)

Sig. Renzo, la foto ci mostra un sorriso marcatamente gengivale, che mi fa pensare a un morso profondo dovuto ad un eccesso di crescita verticale del mascellare superiore, quindi a una malocclusione scheletrica. Concordo comunque con i colleghi sul fatto che i dati clinici sono scarsi per capire l'origine della malocclusione. Cordialmente

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Sig. Renzo, spero che questa alternativa non sia vera ma solo ipotetica. Non sta a lei scegliere il tipo di ortodonzia che suo figlio dovrà intraprendere ma all'ortodontista a cui lei lo ha affidato e che dovrà anche fare un'indagine cefalometrica. Può anche essere che sia necessario una prima fase con un apparecchio funzionale, sicuramente è con una tecnica fissa che si potrà ben sistemare la posizione dei denti sulle arcate e solo con la fissa si può ben finire una terapia ortodontica. Cordiali saluti E.Spagnoli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

La documentazione ovviamente è povera, dopo attenta valutazione bisognerà vedere se la seconda classe è scheletrica o no e uindi trattare il caso, eventualmente con un apparecchio funzionale

Scritto da Dott. Gino Perna
Roma (RM)