Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 9

Sono una ragazza di 25 anni e ho una malocclusione di seconda classe con morso profondo.

Scritto da maria / Pubblicato il
Salve, sono una ragazza di 25 anni, ho una malocclusione di seconda classe con morso profondo. purtroppo, solo ora "siamo arrivati alla decisione di mettere un apparecchio per mettere a posto i miei denti". Vorrei sapere per quanto tempo dovrò portarlo e, se non dovessi metterlo, a quali conseguenze andrei incontro. Grazie.
Il tempo può variare sia a seconda delle tecniche, ma ovviamente soprattutto a seconda della entità del difetto etc. Questo quindi te lo può dire meglio il tuo dentista. Quanto alle conseguenze se non lo metti, ci sono tutti i soliti discorsi di ciò cui portano le malocclusioni (descritto in un articoletto che ho pubblicato in questo sito): problemi parodontali futuri (denti che si allentano precocemente) - maggiore incidenza di carie e gengivite - disturbi alla articolazione con possibili mal di testa o dolori muscolari, alla stessa ATM e in vari distretti - ripercussioni a distanza come difetto di postura della colonna vertebrale (il morso profondo predispone molto, specie nelle femmine a questo fatto) - difficoltà di masticazione e digestione - estetica imperfetta - etc etc Ma naturalmente dire che accadrà tutto questo non è affatto detto: è come dire che chi fuma deve per forze averne conseguenze. Non è affatto detto, ma.. meglio smettere di fumare, no??
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Esempio di terapia Ortodontica della Dr.ssa Claudia Petti
Cara Signora Maria....se è arrivata col suo dentista a questa decisione chieda a lui...lui è il solo che possa risponderle perchè è il solo che la conosce clinicamente...l'Ortodonzia è una Scienza particolarmente complessa e si deve fare uno studio cefalometrico dei piani e degli angoli che "passano" per formazioni anatomiche precise dello scheletro e dei tessuti molli...che si studiano di regola con una radiografia latero laterale ...modelli di studio e tanto altro ancora...questo si chiama check up ortodontico che è il solo che permette di fare una corretta diagnosi ed impostare una altrettanto corretta terapia... Cordialmente, Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari, Ortodonzia e Pedodonzia (la figlia Claudia Petti)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Maria, l'odontoiatra che ha eseguito la diagnosi di "seconda classe con morso profondo" saprà sicuramente stimarle il tempo di cura. Se la cura consigliata non viene eseguita, probabilmente non avviene nulla di veramente grave, ma si possono avere in futuro delle complicanze, sapientemente descritte dallo stimatissimo collega Passaretti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Signora Maria, le cure ortodontiche si cominciano per risolvere malocclusioni che generano problemi di vario tipo anche a distanza di anni, vengono programmate a seguito di tracciati cefalometrici e a volte di altri esami che indicano cosa fare, il tempo approssimativo di trattamento (e più o meno il costo). Il sospendere un trattamento iniziato, magari al momento non crea problemi, ma alla lunga essi potrebbero manifestarsi. Consiglio quindi di parlarne bene col Suo Ortodontista. Calogero Alessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Calogero Alessi
Cinisello Balsamo (MI)

Ha detto bene "purtroppo...solo ora". Se la decisione fosse stata presa non dico 10 ma 15 anni fa, quando il suo scheletro era ancora in piena crescita si sarebbe potuta ottenere una correzione "ORTOPEDICA" quindi (quasi) perfetta. Data la sua età, sembra inevitabile che i tempi della correzione siano più lunghi per poter ottenere un risultato "accettabile".

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Cara signora Maria, a mio parere, come le è stato già consigliato, qualunque dubbio, una volta intrapreso un iter terapeutico, dovrebbe chiarirlo con lo specialista che la segue; ma rispetto ai colleghi, con i quali, come al solito, mi trovo puntualmente d’accordo, mi sento solo di aggiungere che nei panni del suo ortodontista, una volta raccolti tutti i dati, approfondirei la natura della sua malocclusione, da un punto di vista clinico e cefalometrico, così da capire se può essere di ausilio eventualmente una placca diagnostica di svincolo onde stabilire se esiste una posizione mandibolare diversa da quella condizionata dalla disarmonia occlusale. Cordiali saluti Flaviano Di Vito
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Flaviano Di Vito
Monte Porzio Catone (RM)

Dipende dalla gravità della malocclusione e quindi dalla diagnosi che va effettuata attraverso un esame clinico e radiografico

Scritto da Dott. Massimo Piccione
Taranto (TA)

Cara signora Maria, una seconda classe nelle donne non è brutto e può essere portata per tutta la vita senza conseguenze. L’unica indicazione assoluta della terapia del morso profondo è nelle tipologie Brachi: il contatto, che peggiorerà sempre, degli incisivi inferiori sul palato, in un primo tempo si presenta con piccoli solchi diventando lentamente profondo come una ferita. Allora c’è un’indicazione medica. Mi piacerebbe vedere una tele del cranio in latero-laterale per darle una risposta più completa. Cordialmente E.Spagnoli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Tutto dipende da dove si parte e dove si vuole arrivare. Prima la corretta diagnosi, poi la terapia e la prognosi. Non si preoccupi, signorina, perchè alla sua età è tutto risolvibile. Cordialmente. antonio mininno

Scritto da Dott. Antonio Mininno
Corato (BA)