Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

Apparecchi fissi/mobili e impianti dentali

Scritto da anna / Pubblicato il
Salve, sono una ragazza di 25 anni. All'età di 9 anni ho perso in un incidente i due incisivi superiori destri (centrale e laterale) e dopo varie cure odontoiatriche a 19 anni mi hanno messo con successo 2 impianti. Ora, però, l'estetica dell'arcata superiore è compromessa: i denti sono asimmetrici e sporgenti (tra l'altro nel frattempo mi sono cresciuti i denti del giudizio) per cui vorrei sistemarli. E' possibile intervenire con apparecchi fissi/mobili in presenza di impianti? Ringrazio anticipatamente!
Buon giorno Anna. In genere quando si parla di ortodontia, ci si riderisce a denti che hanno la capacita, nonche la possibilita, di "muoversi" grazie a quella struttura anatomica chiamata Parodonto. Primo in causa il legamento alveolo dentale. Voglio dire che i denti sono in grado di muoversi perchè hanno dei sistemi di ancoraggio all'osso che permettono allo stesso di rimodellarsi. L'impianto, al contrario, non è attaccato all'osso in maniera SOFT, cioè tramite un legamento, ma è effettivamente saldato all'osso stesso. Si dice che si attacca per anchilosi. Allora, è molto difficile spostare un impianto, cè chi lo fa e chi non lo fa, ma è molto difficile. Puoi fare in questo modo. Correggere con una ortodontia la posizione dei tuoi denti naturali e quindi, in un secondo tempo, rifare le corone su impianti, adattandole alla nuova situazione. Cordiali saluti Dott Giglio Andrea Roma www.studiodentisticogiglio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Sono d'accordo con il collega Giglio, farei comunque una valutazione ortodontica ed una estetica sui tessuti molli attorno agli impianti per vedere che cosa si può ottenere

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Pienamente d'accordo con i miei colleghi, l'unico consiglio che mi rimane da darle è di farsi spiegare bene il piano di trattamento che le verrà proposto perchè "mettere in armonia" ortodonzia, impianti, estetica e coordinamento neuro-muscolare della masticazione, non è poi così semplice ed è facile cadere in false aspettative. Cordiali saluti. Dott. Antonello Pulga Odontoiatra in Asiago (Vi) www.antonellopulga.it

Scritto da Dott. Antonello Pulga
Asiago (VI)

L'ortodonzia è fattibile; il professionista che la prenderà in cura dovrà tenere conto dell'impossibilità di spostare i due impianti ed adeguare il trattamento (se possibile) a questo dato di fatto.

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Anna, come Le hanno già risposto i Colleghi, l'ortodonzia è sicuramente fattibile tenendo conto che gli impianti NON si spostano facilmente e che quindi bisogna valutare bene il caso, soprattutto il risultato estetico finale, considerando la possibilità di rifare le corone sugli impianti se non addirittura gli impianti. Per fare quest'ultima valutazione è opportuno che il Collega che la curerà disponga di un programa di navigazione TAC (es. DentalVox) che permette di simulare su un modello basato sulla TAC la posizione attuale degli impianti e la loro eventuale posizione ottimale. Cordiali saluti Dott.Nicola Passarin - Lonigo passarinlonigo@virgilio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Nicola Passarin
Lonigo (VI)

Gent.ma Anna, certamente l'ortodonzia (previa accurata diagnosi clinica e radiologica) è possibile. Ovviamente bisogna tener presente che gli impianti sono fissi e non si spostano. Quello che si può modificare è la parte protesica dell'impianto cioè l'inclinazione del moncone (quella parte protesica avvitata all'impianto) e di conseguenza la corona in ceramica. cordiali saluti m. cristina brotto

Scritto da Dott.ssa Maria Cristina Brotto
Milano (MI)

Sig. Anna concordo con i colleghi, i denti naturali si possono muovere, ma non si possono spostare fuori dall'osso. Per cui e difficile darle una risposta senza aver analizzato il caso, i denti del giudizio non sempre danno delle complicanze. Dai 9 ai 25 anni non è mai stata visitata da un ortodontista? ruffonidiego@virgilio.it

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non è che abbia molto da aggiungere a quanto scritto sopra. Gli impianti, cioè, non si possono muovere, al massimo rimuovere. Se sono i denti sostenuti dagli impianti ad essere fuori squadra, torni certamente da chi glieli ha messi facendogli presente la situazione. Cordialmente Amicodentista.com maurizio pedone

Scritto da Dott. Maurizio Pedone
Caronno Pertusella (VA)

Gentile Sig.ina Anna, come le hanno già riferiro i Colleghi, anche in presenza di impianti osseointegrati è possibile effettuare una terapia ortodontica. Solo dopo aver effettuato una valutazione clinica ed un'accurata diagnosi, è possibile pianificare il trattamento più adeguato che, oltre ad una terapia ortodontica, potrebbe comportare il rifacimento della riabilitazione protesica su impianti, al fine di armonizzare e migliorare il sorriso. Cordiali saluti Dott. Mariateresa Grecchi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Mariateresa Grecchi
Verona (VR)

Sono d'accordo con quanto le hanno riferito: gli impianti non si possono muovere con l'ortodonzia e considerando la zona di alta valenza estetica trovo assolutamente sconsigliabile rimuoverli per sostituirli perchè il rischio è la perdita di osso, durante le procedure chirurgiche, che è fondamentale per avere un'estetica adeguata nel settore frontale. Tenga presente che gli impianti, proprio perchè non si muovono, possono esssere anche di aiuto durante alcune fasi dell'ortodonzia, ma è fondamentale un'adeguata valutazione preliminare sia ortodontica che protesica: se la disarmonia estetica è dovuta principalmente alla zona degli impianti si potrebbe anche intervenire solo su questa con il rifacimento delle corone ed eventualmente piccoli interventi parodontali. Dott. Dario Spinelli, specialista in ortodonzia'
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Dario Spinelli
Bari (BA)