Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 6

Da pochi mesi ho iniziato una terapia ortodontica per morso profondo

Scritto da nadia / Pubblicato il
Buonasera, da pochi mesi ho iniziato terapia ortodontica per morso profondo e malocclusione, e il mio ortodonzista ha voluto rialzarmi i molari inferiori (otto) con dei ponti, anzichè provare a farli estrudere con l'apparecchio. Ho scoperto cosi di avere sbagliato terapia, e vorrei ricominciare da capo. Posso ottenere un qualche risarcimento per il danno subito? Esistono i dentisti legali cui rivolgermi per una perizia? E dove li trovo in liguria? Grazie
Gentile Nadia, in premessa è ovvio che non si può dare ragione all'una o all'altra parte, almeno per buon senso andrebbero ascoltate tutte e due; detta cosi, in due righe posso solo dirle che io come ortodontista non condivido la terapia, ma c'è da aggiungere che di Lei non so NULLA, spesso i Pazienti fanno domande su problemi ortodontici ma a parte poche scarne righe di descrizione, a volte anche confuse, non si ha niente altro. L'ortodonzia è una branca dell'odontoiatria estremamente seria e tecnica e in quanto tale richiede dati, riscontri precisi che si chiamano teleradiografie e tracciati cefalometrici, ed ancora fotografie in diverse angolazioni. In conclusione si rivolga innanzi tutto ad Collega Ortodontista esperto e serio, cerchi di avere una valutazione del danno, se c'è e se fosse stato possibile intervenire diversamente, dopodichè può rivolgersi ad un avvocato. Questo il consiglio ufficiale, personalmente cercherei in qualche modo di risolvere diversamente in via, mi passi il termine "amichevole", in quanto, mi creda, le vie legali sono spesso una tribolazione peggiore del danno. Cordialità Gustavo De Felice sapri (SA).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Mi scusi ma la mia domanda sorge spontanea: chi ha stabilito con assoluta certezza che il piano di trattamento eseguito sia scorretto e soprattutto che l'alternativa terapeutica sia altrettanto valida? Inoltre vorrei conoscere chi è in grado anche di quantificare un danno ammesso che questo ci sia stato effettivamente. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Cara Signora Nadia ... in perfetto accordo col caro Dr. De Felice...l'Ortodonzia è specialità molto seria e particolare e la diagnosi dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... certo che fare protesi fissa durante una terapia ortodontica...è per lo meno "bizzarro"...la protesi nel caso verrebbe concepita solo dopo la riabilitazione ortodontica ... o a limite in sua sostituzione ... a volte nei settori posteriori ci sono estrusioni ed intrusioni di molari che si possono trattare chirurgicamente con la Parodontologia e la Protesi..ma se non si devono affrontare ortodonticamente problemi in altri sestanti della bocca...tra l'altro le bande ortodontiche di un arco per ortodonzia fissa frontale dove le mette se dietro non ha più denti ma protesi? E gli spostamenti come li otterrebbe...quindi fermo restando quanto sopra detto...concettualmente è sbagliato!!!...detto questo...non possiamo assolutamente entrare nel merito di controversie legali...non rientra nella nostra funzione di Medici preposti a rispondere a domande mediche odontoiatriche per confortare pazienti "spaesati" o sofferenti...per il resto esistono i periti medico legali e gli avvocati..ma le consiglio di avere una "bonaria" spiegazione col suo dentista...spesso le cose sono ben diverse da come il paziente le recepisce o le vive o le vede...parli con lui...chieda spiegazioni...e lo faccia con animo disponibile...come consiglio personale!...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi in Cagliari e Ortodonzia (la figlia Claudia Petti)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Nadia, la risposta migliore al suo quesito non può che essere quella del dott. De Felice, nella mia pratica di odontologo forense le confermo che una transazione è sempre la migliore soluzione, ma qualora fosse già accertato da seria valutazione di competente ortodontista che c'è stato un danno, e si voglia adire le vie legali può visionare questo link http://www.siola.eu/index1.asp?page=asp/index.asp Cordialmente Orazio Ischia

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Nadia, lei scrive "Ho scoperto cosi di avere sbagliato terapia, e vorrei ricominciare da capo" per cui ritengo che fosse stata informata sul tipo di terapia. Inoltre dalla sua domanda, non rilevo il danno subito da lei citato, tutte le cure hanno i pro e i contro, per cui i risarcimenti non sempre si possono ottenere, mentre le spese legali sono certe. Forse si dovrebbe rivedere il tutto, parlandone con il suo odontoiatra, che le darà le giuste spiegazioni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile signora, penso lei abbia ragione ma come fa a sapere che il problema del morso profondo non si può correggere con il rialzo posteriore, perché recidiva, ma con la intrusione degli incisivi? L’altezza facciale anteriore è il risultato di applicazione di forze muscolari che non si possono modificare e che alla lunga dettano legge. Ma questo forse il suo dentista non lo sapeva e sarebbe assai difficile farlo capire ad un giudice. Per questa ragione la sconsiglio vivamente dal rivolgersi alla giustizia, spenderebbe altri soldi e probabilmente non otterrebbe alcun risarcimento. Lei chiede anche se c’è stato un danno biologico, come faccio a saperlo se i suoi 8 tra molari e premolari non fossero da protetizzare perché molto rovinati ed era necessario e preferibile questa modalità di trattamento alzando il morso di poco?Se i denti invece fossero stati preparati pur essendo in perfetto stato solo allora c’è questo danno. Se poi c’è stato un buon risultato ed è contenta del suo nuovo sorriso a piene arcate, se lo goda e non pensi ad eventuali errori del suo dentista. Anche noi ortodontisti ne facciamo ed il risultato non è mai assicurato al 100 per %. Penso anche alla possibilità che lei avesse una rizalisi (accorciamento radicolare) degli incisivi ed in tal caso non si poteva scegliere la soluzione ortodontica. Riconsideri se vuole il problema, se sarà tale, fra una decina d’anni e forse non le sembrerà così importante.  Cordialmente E.Spagnoli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia