Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Malocclusione e bruxismo

Scritto da GIORGIO / Pubblicato il
Salve ho i denti anteriori, in particolare i due incisivi dell'arcata superiore, che toccano esattamente sopra quelli dell'arcata inferiore e uno di questi quando ero piccolo si à rotto scendendo pero' fino a toccare anche'esso l'arcata inferiore. Ovviamente per motivi estetici e di salute volevo riscostruirlo, ma Il dentista da cui ora vado mi ha detto che inoltre ho un problema di bruxismo e che vista la posizione dei miei denti gli incisivi suoperiori stanno consumando in modo anomalo quelli inferiori e che non è possibile una riscostruzione perchè l'impasto si romperebbe subito. Per questo motivo, e per ragioni di natura estetica, mi ha consigliato di mettere un apparecchio ortodontico per spostare i primi quattro denti dell'arcata superiore un po' in avanti (visto che quest'arcata a suo parere non ha una forma naturale) poi ricostruire il dente rotto per mezzo di un ponte in zirconio e applicare una ferula durante e dopo che mi sarò messo l'apparecchio. Volevo sapere se esiste un altro modo per spostare l'arcata superiore in avanti o per fare ciò che questo dentista mi ha consigliato di fare? Merita mettere un apparecchio a 28 anni, merita fare un ponte, che problemi puo' causare quanto mi devono limare i denti, potrò avere in futuro problemi di sensibilità o altro. Quanto tempo puo' durare un ponte e per concludere quanto è il prezzo medio che un dentista puo' chiedere per fare un ponte su 4 denti...e soprattutto quanto durerà
Sig. Giorgio, forse le cure dovevano essere eseguite qualche anno prima. Dalla sua descrizione, sembrerebbe corretto l’approccio terapeutico del suo odontoiatra. La soluzione prospettata è sicuramente durevole nel tempo, salvo complicanze.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Signor Giorgio...queste domande avrebbe dovuto farle al suo dentista che la conosce...io senza vederla le posso dire che credo di avere capito che lei abbia una chiusura in "testa", quindi patologica...probabilmente dovuta ad una terza classe scheletrica...occorre fare una diagnosi ortodontica molto accurata si deve fare uno studio accuratissimo con studio cefalometrico dei piani e degli angoli che "passano" per formazioni anatomiche precise dello scheletro e dei tessuti molli...che si studiano di regola con una radiografia latero laterale ...modelli di studio e tanto altro ancora...questo si chiama check up ortodontico che è il solo che permette di fare una corretta diagnosi ed impostare una altrettanto corretta terapia... poi L'Ortodonzista propone la terapia più appropriata ... se lei chiede poi alternative all'ortodonzia...in linea di massima ci sono alternative protesiche fisse di riequilibrio protesico del gruppo frontale superiore ed inferiore...in parole povere si possono portare in doietro gli inferiori ed in avanti i superiori con una preparazione protesica dei quattri incisivi sup ed inf...includendo in genere anche i 4 canini...basta fare delle cerature diagnostiche sui modelli di studio per vedere i risultati funzionali ed estetici ... e la fattibilità e convenienza o no...dal punto di visto medico ed economico...quanto allo Zirconio...bisogna stare attenti perchè spesso non è in grado di sopportare e contrastare forze grosse che si eserciterebbero sui denti rivestiti...molto più sicura una protesi in oroplatino porcellana con spalla estetica vestibolare in sola porcellana...si hanno risultati estetici e funzionali eccellenti e veramente molto duraturi...cordialmente Gustavo Petti Parodontologo e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi, Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Giorgio, mettere l'apparecchio a 27 anni "merita" certamente se esiste l'indicazione, ma mi sembra di si. Ha ragione il suo Dentista nel sconsigliare una ricostruzione perchè non avrebbe il successo desiderato in quanto, il problema occlusale (rapporto tra le due arcate), favorirebbe il distacco o altri tipi di traumi. Non sono molto in accordo sulla realizzazione del ponte in zirconio (il trauma è su un solo dente e non su quattro), ma senza elementi oggettivi è veramente difficile dire si o no...magari chieda soluzioni meno invasive, se pox. Sui costi non è possibile dare riferimenti in quanto le variabili possono essere diverse. Chieda il preventivo ma valuti principalmente i suggerimenti terapeutici. Buon pomeriggio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Gentile sig. Giorgio, con un app. ortodontico ed alle volte un piccolo stripping degli inferiori, (se c'è l'indicazione), si può correggere facilmente la posizione di testa a testa degli incisivi. Valuti anche la possibilità di usare un app. invisibile, tipo Invisalign, che è assai utile in questi spostamenti. Cordiali saluti E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Giorgio, l'alternativa è un apparecchio all'arcata inferiore che grazie alla riduzione dei denti inferiori (stripping) consente di arretrarli in posizione corretta. Per fare ciò esistono varie soluzioni. Io adopero molto la tecnica linguale (interna). Cordiali saluti

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Caro sig. Giorgio, considerato l'interpretazione di quanto racconta, l'impostazione sembra corretta anche se forse tardiva: le corone in zirconio nel suo caso sono indicate in quanto giovane e per denti anteriori, la durata e di molti anni, il prezzo è variabile da studio a studio anche in una stessa zona. Saluti

Scritto da Dott. Luigi Balestriere
Arezzo (AR)

Dalle domande che lei pone dopo che si e' rivolta al suo dentista, mi sembra ovvio che lei non nutra alcuna fiducia nel suo professionista. Ci sono 2 modi per ripristinare un'articolazione, uno meno corretto e più sbrigativo che consiste nel ricoprire gli elementi con materiale opportuno. Non si risolve il problema ma si migliora l'estetica ed la funzionalità. Il secondo è quello che il suo dentista le consiglia il ripristino occlusale mediante ortodonzia, quindi eventuale ricopertura degli elementi con materiale opportuno.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)