Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 6

Che tipo di apparecchio ortodontico mi consigliate?

Scritto da giovanna / Pubblicato il
Gent. dott. vi ho scritto altre volte e finalmente sono riuscita a trovare un dentista che ha analizzato il mio caso e mi ha assicurato che otterrò un buon risultato. Dovrò iniziare a breve una terapia ortodontica fissa di 1anno e mezzo, preceduta dall'eliminazione del frenulo e seguita da un intervento alle gengive per allungare il dente, alla fine del trattamento ortodontico dovrò applicare delle faccette in ceramica sia all'arcata superiore che inferiore. Mi sembra una terapia piuttosto lunga ma sono decisa a portarla avanti visto che voglio risolvere questo problema di diastema molto pronunciato che mi porto avanti da quando ero piccola. Vi scrivo, oltre per sapere cosa ne pensate della terapia che mi è stata suggerita, anche perchè sono un pò confusa sul tipo di apparecchio che dovrò mettere. NN voglio portare quello tradizionale in ferro, visto che ho 23 anni, e sarei optata per quello con i bracket in ceramica, ma anche questo mi preoccupa perchè mi hanno detto che si vede lo stesso ed è molto delicato, oppure per quello linguale che però sembra essere più lento di quello normale. Qual'è quello migliore? Grazie
 Proprio oggi è stato pubblicato sul Portale un articolo, a cura del Dott. Paolo Passaretti, che siamo certi possa chiarirLe molti dubbi: ARTICOLO Ortodonzia oppure ortognatodonzia?
Cara Giovanna, alla sua età mi permetto di consigliarle l'apparecchio linguale, che ha raggiunto come efficacia quella degli apparecchi classici vestibolari (esterni). Per quanto riguarda la durata della terapia, non è vero che le terapie linguali durano più a lungo, in quanto le cellule che circondano i denti non sono a conoscenza del tipo di apparecchio che è stato applicato. Quindi dipende dall'abilità dell'operatore e dalla sua collaborazione. Se desidera, può vedere dei casi di linguale su www.ortodonzialinguale.org In bocca al lupo!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Gentile Sig.ra Giovanna, la ringrazio per la domanda e le rispondo per quanto sia possibile non potendola visitare di persona: sicuramente tutto si può oggi risolvere con tecniche ortodontiche, chirurgiche o protesiche. La mia esperienza mi induce a dire che la tecnica linguale non è affatto più lenta della tecnica vestibolare anzi; tale considerazione non è solo personale, ma è confermata da studi e pubblicazioni scientifiche. Questo perchè il punto di applicazione della forza ortodontica sul versante linguale risulta molto più vicino al centro di resistenza del dente e per questo consente un movimento ortodontico più rapido. La tecnica linguale, pertanto, oggi può ottenere senz'altro gli stessi risultati della tecnica vestibolare e spesso anche in tempi più brevi. La saluto cordialmente, Prof. Alessandro Silvestri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Alessandro Silvestri
Roma (RM)

Sig. Giovanna, mi trova in accordo con la risposta del dott. Cacciafesta, nella tecnica linguale potrebbero essere leggermente più complesse le manovre d’igiene quotidiane.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Giovanna ... LEI AFFERMA: " Mi sembra una terapia piuttosto lunga ma sono decisa a portarla avanti visto .." ... se è decisa a portarla avanti perchè chiede ancora delucidazioni...già ampiamente date nei post precedenti...da tutti noi...e ha ancora dubbi...se è veramente decisa a portare avanti questa terapia...le consiglio vivamente di cambiare atteggiamento verso se stessa e verso il suo dentista...abbia fiducia in lui ed esprima a lui tutti i suoi dubbi...se i dubbi rimanessero allora vorrebbe dire che in lei non c'è nè la fiducia nel dentista nè la reale volontà da lei espressa di portare a termine la cura...ed allora o lascia perdere la cura ortodontica come soluzione ai suoi problemi o cambia dentista ... per trovare chi le dia fiducia veramente...scusi...ma è uno spassionato e disinteressato oltre che gratuito e "saggio" consiglio...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Si affidi al collega che la segue, lui le spiegherà cosa per lei è più efficace. Non è detto che il suo ortodonzista faccia la terapia ortodontica linguale, dunque deve sempre parlarne con lui. Gli attacchi in ceramia o in Zaffiro ormai si lavorano con estrama facilità e l'effetto esteico non è malvagio.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia