Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 8

Recidiva del morso aperto

Scritto da giuseppina / Pubblicato il
Ho succhiato il dito sx fino a 7 anni, ciò ha comportato lo sviluppo di un morso aperto 2° classe; all’età di 20 anni ho messo l’apparecchio fisso (nn so se possa essere utile, dovevo mettere tutti i giorni una coppia di elastici da sopra a sotto sui canini, ed un elastico che partiva dal dentro del molare sx ed arrivava sul davanti del canino sx) che ho portato per un anno, con soddisfacenti risultati. a distanza di 15 anni pero la mia bocca sta andando per i fatti suoi, praticamente mi si sta riaprendo il morso. Come è possibile questo spostamento dei denti? Mi dicono di lasciare i denti come sono, ma sono intenzionata a rimettermi l’apparecchio.
gent sig.ra giuseppina purtroppo a volte accade che un morso aperto sia soggetto a recidiva. alla sua età penso che valga sicuramente la pena di effettuare un nuovo trattamento valutando l'opportunità di associare al trattamento ortodontico un intervento di chirurgia maxillo facciale per risolvere il problema del morso aperto. si rivolga ad un ortodonzista che la saprà consigliare per il meglio dr franco bruno

Scritto da Dott. Franco Bruno
Arona (NO)

Gent. Sig.ra Giuseppina: questo spostamento di denti si chiama recidiva, che a volte accade dopo trattamento ortodontico. La recidiva può avvenire facilmente quando non vengono corrette le discrepanze ossee dei mascellari in fase di crescita, purtroppo a 20 anni sicuramente la sua crescita ossea era terminata, per cui il trattamento ortodontico che le avevano applicato non poteva darle dei risultati permanenti, ma solo temporanei, che eventualmente dovevano essere controllati con delle contenzioni. Concordo con il collega Bruno nel valutare un eventuale intervento di chirurgia maxillo facciale, che le potrà dare dei risultati duraturi nel tempo. Le faccio io una domanda, chi le ha detto di lasciare i denti come sono: amici, parenti o un odontoiatra. A sua disposizione ruffonidiego@virgilio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gent.Sig. penso che il trattamento sia da ripetere , ma oltre ad attuare l'ortodonzia consiglierei una visita logopedistica, per valutare se lei presenta una deglutizione infantile , il che provocherebbe senza alcun dubbio un'altra recidiva dell'ortodonzia- meglio trattarla con alcuni esercizi e poi riprendere i trattamenti ortodontici

Scritto da Dott. Paolo Tuzza
San Carlo Canavese (TO)

Cara Giuseppina, la recidiva da te lamentata è dovuta soprattutto al mantenimento delle cause che hanno prodotto inizialmente il morso aperto. La chirurgia dovrebbe essere necessaria solo nei rari casi, non mi sembra il tuo, di tipologia dolicofaciale. Non penso sia il tuo caso perchè non avresti avuto col primo intervento dei risultati soddisfacenti. Quindi se vai da un ortodontista egli ti insegnerà come deve essere la postura della lingua e, così dopo 3,4 mesi potrai rifare una ortodonzia che questa volta, con la lingua sistemata, non recidiverà più. Cordialmente E.Spagnoli
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Da quello che ha scritto, lei ha utilizzato degli elastici cross a sx (aveva un morso inverso laterale?) e degli elastici anteriori per morso aperto. Per quanto tempo ha portato la contenzione, una volta finito il trattamento? La recidiva, purtroppo fa parte della terapia ortodontica, noi riusciamo a contrastarla con una buona contenzione post-ortodontica. Sinceramente, la recidiva dell'open bite mi lascia pensare che Lei potrebbe avere anche problemi funzionali riguardante la lingua (spinta e protrusione interdentale).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Oscar Muraca
Amantea (CS)

Gent Le Paziente sembra che i dott.ri Tuzza Spagnoli e Muraca abbiano toccato il tasto che può determinare la recidiva. Un morso aperto per il succhiamento e facilmente mantenuto da una deglutizione atipica; se questa non viene diagnosticata correttamente da un foniatra e poi seguita da trattamento logopedico, la malocclusione ovviamente recidiva e potrebbe recidivare anche dopo un trattamento chirurgico. il fatto poi, che Lei abbia eseguito il trattamento da adulta mi fa pensare che la deglutizione atipica abbia grande importanza nella recidiva; comunque un ortodonzista con elevata professionalità ed esperienza Le saprà dare tutte le risposte che Lei necessita. Cordiali saluti Prof. Finotti Marco
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

In ordine bisogna prima risolvere la deglutizione atipica se presente, poi può ripetere il trattamento usando però un sistema di contenzione una volta finita la cura per prevenire ulteriori recidive. Saluti Dott. Roberto Robba Cagliari

Scritto da Dott. Roberto Robba
Cagliari (CA)

Se può servire a dare maggior credito alle risposte di alcuni colleghi che mi hanno preceduto anch'io penso che alla base del morso aperto ci fosse non solo il succhiamento del dito ma anche una deglutizione atipica misconosciuta che ha favorito la recidiva. Il trattamento ortodontico direi che possa essere rieseguito, ma con una contenzione permanente a fine trattamento dal momento che la correzione logopedica della deglutizione atipica nell'adulto è praticamente impossibile. Io stesso soffro dello stesso problema. Saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia