Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 6

Ho una malocclusione di 2 classe molto pronunciata.

Scritto da Andrea / Pubblicato il
Buongiorno mi chiamo Andrea ho 28 anni e ho una malocclusione di 2 classe molto pronunciata. Non ho il coraggio di fare l'intervento bimascellare, quindi vorrei intraprendere una cura ortodontica, so che il risultato non sarà lo stesso ma è un buon compromesso. L'unica cosa che mi spaventa e l'estrazione dei primi premolari superiori perché sono sanissimi, volevo un vostro parere a riguardo. Volevo anche dirvi che questa malocclusione mi ha portato una sub lussazione della mandibola con un fastidioso schioccare al lato destro . Vi ringrazio in anticipo
Caro Andrea, se lei soffre di una patologia articolare evidenziata da disunzione e rumore articolare e deve quindi mettere come primo obbiettivo la risoluzione di detto problema. Sconsigliato nel suo caso l'intervento chirurgico che presenta solo finalità estetiche e non funzionali. Sconsigliato anche un trattamento ortodontico che parta dalla situazione patologica in atto e,con l'avulsione dei premolari superiori, provochi una ulteriore retroposizione mandibolare con aggravamento della esistente incongruenza articolare. Sono oggi disponibili dei mezzi diagnostici computerizzati che permettono il ritrovamento di un corretto rapporto cranio-mandibolare mediante dei semplici posizionatori in resina trasparente che ,applicati sull'arcata inferiore consentono la risoluzione della patologia articolare nella stragrande maggioranza dei casi. Tale apparecchiatura ,creata secondo le moderne tecniche computerizzate neuro muscolari consente uno stile di vita assolutamente normale essendo praticamente invisibile e viene denominata ORTOTICO. Solo dopo la risoluzione della patologia articolare lo stesso manufatto guiderà lo spostamento dentale nella corretta occlusione senza estrazioni dentali. Michele Lasagna
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Andrea, buongiorno. Mi scusi ma se Lei è al corrente di una Diagnosi Ortodontica e di una Terapia Chirurgica Ortopedica, è ovvio che è in cura dal Suo Dentista ed allora non capisco perché abbia questa grande sfiducia in Lui! Va oltre "so che il risultato non sarà lo stesso ma è un buon compromesso". No non è un buon compromesso in una Disgnazia dento Scheletrica! Non precisa se questa seconda classe è dovuta ad una discrepanza antero-posteriore dentale o scheletrica o ad una combinazione delle due! Non precisa se in origine, inoltre, la seconda classe fosse dovuta ad una protrusione del mascellare superiore o ad una posizione in retrusione della mandibola inferiore o ad una combinazione delle due situazioni o ad una normalità delle due situazioni scheletriche e quindi dovuta ad uno spostamento solo dei denti o ad una combinazione di tutto quanto ho detto! La seconda Classe poi si divide in due divisioni, Prima divisione e Seconda Divisione a seconda che ci sia un aumento od una assenza di over jet frontale. A tutto questo si accompagna la classe di rapporto tra i canini in relazione centrica e in disclusione laterale e protrosiva! Inoltre bisogna verificare il piano occlusale che forse è la "parte più complessa". Bisogna inoltre registrare e valutare anche Gnatologicamente (Ortodonzia e Gnatologia si fondono in una Diagnosi Clinica Seria).Deve sapere che la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima e la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini. Quindi prima si inizia la terapia espansiva e meglio è. Anche intorno ai 5 anni. Bene:ha una seconda Classe di Angle. Bene. A tutto questo si accompagna la classe di rapporto tra i canini in relazione centrica e in disclusione laterale e protrosiva! Inoltre bisogna verificare il piano occlusale che forse è la "parte più complessa". Bisogna inoltre registrare e valutare anche Gnatologicamente (Ortodonzia e Gnatologia si fondono in una Diagnosi Clinica Seria) le Tre Curve cosiddette di Compensazione, ossia la Curva di Spee, di Wilson e Monsen.Ovviamente anche in un adulto è possibile espandere il palato attuando una frattura della sutura palatina. Dal punto di vista scheletrico è quindi necessario, nell'adulto, attuare un intervento chirurgico tipo osteotomia mascellare Le Fort di Tipo I. Ovvio che se ci si accontentasse di agire solo sui denti e non sullo scheletro, si potrebbe fare Ortodonzia senza intervento. Sarebbe però un compromesso spesso non accettabile soprattutto se avesse un tavolato osseo vestibolare molto sottile, specie nella mandibola che potrebbe causare per lo spostamento non "corporale" ma rotatorio degli incisivi, pericolose deiscenze ossee con gravissime recessioni spesso affrontabili terapeuticamente sia funzionalmente che esteticamente in modo molto complesso e con plurinterventi per evitare la formazione di gravi inestetismi, visti troppo spesso, da me Parodontologo, in questo tipo di terapie, per non metterle in rilievo ed in ogni caso da decidere solo dopo un esame cefalometrico completo, a tavolino e tanto altri accertamenti ortodontici. Ripeto: la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Il suo Dentista invece può? Mi domando e le domando perché questa grande inaccettabile mancanza di Fiducia e Stima in Lui! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l'abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che Le patologie dell'apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura dell lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente co il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rospondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! Come vede, il problema deve essere affrontato seriamente e non così, banalmente! Come vede non si può valutare il suo caso via web. Le ho voluto dare però indicazioni che ritengo importanti visto che, avendo fatto la domanda, nessuno evidentemente è stato chiaro con lei nell'informarla a dovere!Chieda al suo Dentista.Ripeto, ne parli col suo Dentista e non cerchi spiegazioni nel Web, è Scorretto ed Irrispettoso nei confronti del Suo Dentista, non trova? :) Io sorrido bonariamente ma dietro questo sorriso mi permetto di farle notare che c'è un "rimprovero" perché è molto "antipatico" quello che fa! Cercare conferme sul Web anche se è un onore per Noi di Dentisti Italia ricevere tanta Stima e Fiducia e Credibilità da Lei. Però, vede, cerchi di capire che è essenziale che nel rapporto Medico-Paziente ci sia una base di Stima e Fiducia reciproca. Venuta meno questa "base", non avrebbe più senso il "Rapporto" Medico -Paziente. Parli quindi col suo Dentista ed abbia più Rispetto verso di Lui. Scusi se mi son permesso ma quello che fa è intellettualmente e Moralmente sbagliato. Mi scuso coi Colleghi di Dentisti Italia se mi sono ripetuto per l'ennesima volta ma questo comportamento "che purtroppo è figlio di questi nostri tempi malsani e di questa nostra Società decadente" deve cessare! Io faccio io possibile. Detto questo, come è mia abitudine cerco di essere esaustivo il più possibile nella mia risposta, soprattutto per Riguardo e Rispetto Verso di Lei, Gentile Paziente: l'ho fatto. Le ho risposto più che esaurientemente, penso. :) Si Fidi del Suo Dentista! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Andrea, lei sta cercando strade fuori dai protocolli ed è di questo che deve aver paura! Chi si assume poi le responsabilità di eventuali complicanze? Non conosco il caso, ma con l'avulsione di soli 2 premolari l'ingranaggio occlusale non potrà mai essere perfetto se rimane la presenza di tutti i denti. Se decidesse d'intraprendere questa strada le raccomando di farsi rilasciare lo studio del caso e eventualmente discuterlo con la Figlia del Dott. Petti che sta nelle sue vicinanze.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Andrea, praticamente avrebbe superiormente 2 premolari e inferiormente 4. In un paziente con già una sub lussazione della mandibola mi sembra azzardato, non perché estrae denti sanissimi, ma perché forse risolverà il lato estetico, ma l'occlusione no. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Non possiamo esprimere giudizi con la pretesa di avere la verità sul suo caso clinico, ma soltanto semplici pareri sulla base di quello che ci scrive. Anche io tendo ad essere avverso, di base, alla terapia estrattiva pre - ortodontica (molto più in voga in passato che non ora), ma certo il piano di trattamento non si effettua con questa penuria di dati, ma con tutta una serie di elementi specifici quali visita clinica diretta - impronte e modelli di studio - esami radiografici - esame gnatologico (molto importante nel suo caso) - esame occlusale - fotografie.....e credo che, da quello che ci scrive, questi esami siano già stati eseguiti ed un piano di trattamento compilato dal collega che la sta seguendo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sono situazioni difficili da risolvere. L'idea di estrarre i due premolari di sopra per creare spazio per l'arretramento dei denti è una comoda (per il dentista) scorciatoia ma non è rispettosa dei principi della gnatologia. Cioè può distruggere le Atm più della malocclusione stessa. Io inizierei però con la visita di una logopedista perché se una delle cause della seconda classe e la alterazione della postura linguale, qualsiasi trattamento ortodontico tenderà a recidivare ben presto
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia