Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Fare ortodonzia per migliorare l'appaiamento tra denti superiori e inferiori?

Scritto da Enrico / Pubblicato il
Salve sono un ragazzo di 23 anni. Ho portato per 3 anni e mezzo un apparecchio fisso, per un problema di seconda classe e morso profondo. Ho sempre avuto una seconda classe, dovuta probabilmente al fatto che ho un'agenesia di entrambi i quinti inferiori. All'epoca si discusse molto se togliere o meno i corrispettivi quinti superiori per pareggiare le cose, alla fine optammo per non farlo, e devo dire che comunque la situazione migliorò abbastanza rispetto a come era all'inizio. Però il mio dentista, una volta tolto il fisso, non mi fornì nessun bite di contenzione, e fu un errore perchè gli incisivi centrali superiori cominciarono a disallinearsi, come erano prima di eseguire il trattamento. Dopo un paio di anni andai da un altro ortodonzista che con un bite riuscì a riallinearmi gli incisivi, ma purtroppo la seconda classe rimane, e mi sembra che ultimamente si sia anche aggravata a causa della nascita di tutti e 4 gli ottavi. Fondamentalmente io ho due modi di chiudere il morso: uno che dovrebbe essere quello normale, cioè la chiusura che ho quando deglutisco, per intenderci, in cui però la seconda classe è più accentuata (tra gli incisivi superiori e inferiori resta circa mezzo centimetro). Il canino inferiore sinistro chiude a livello di quello superiore, quello destro un pò più indietro rispetto al superiore. Un altro, più innaturale ma più efficace, consiste nel protrudere in avanti la mandibola. In questo modo gli incisi entrano a contatto tra loro e la seconda classe è meno evidente. Però Il canino sx inf. chiude in avanti rispetto al sup. come dovrebbe essere, quello dx si ferma a livello di quello superiore. inoltre con questo secondo morso premolari e molari sup. e inf. non si toccano fra loro. Volevo chiedere, c'è qualcosa che si può fare per risolvere questa seconda classe? Io non voglio togliere i quinti superiori, perchè il problema in realtà è nella mandibola. Si possono mettere degli impianti, e poi una volta ristabilito un numero paritario di denti, fare ortodonzia per migliorare l'appaiamento tra denti superiori e inferiori? Grazie.
Radici con patologie gravi curate e salvate con Chirurgia parodontale, Conservativa, Endodonzia, Pernimoncone etc da Casistica Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari e Riabilitazione in Casi Clinici Complessi.
Caro Signor Enrico, buongiorno. Preciso intanto che quello che lei chiama "bite di contenzione", non è un Bite Plane ma è solo una mascherina di contenimento che è assolutamente inerte dal punto di vista gnatologico, al contrario del Bite! Certo, senza contenzione i denti si "muovono", infatti la mascherina si chiama non per niente "di contenzione"! Se questo "scivolamento in avanti del piano occluusale inferiore (mandibola)" avvenisse spontaneamente, lei si troverebbe in una condizione che in Gnatologia si chiama Long Centric ed a mio modesto parere, anche se non conosco il suo caso Clinico, sarebbe una cosa positiva. Quando Lei invece va in massima retrusione, allora si parla di Relazione Centrica che può coincidere con l'occlusione fisiologica ma può anche non coincidere. Se invece il Long Centric di cui ho parlato lo ottenesse solo, pensando e guidando coscientemente la mandibola in posizione più protrusa, allora bisognerebbe fare una analisi Gnatologica completa delle tre disclusioni canine in lateralità, incisive, in protrusiva e postriore in Relazione Centrica, oltre che esame della ATM, dei muscoli Pterigoidei e Masseteri, del Movimento di Bennet e delle tre con valutazione di Over Jet ed Over Bite e delle tre curve di compensazione, di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. La terza curva di Compensazione da valutare e quella di Monsen.Sarebbe eventualmente, ma lo deciderebbe solo il Dentista, opportuno anche uno studio con un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente! Ovviamente valutando bene i classici rapporti corretti cuspide fossa, ossia cuspide di un dente con la fossa del dente antagonista e viceversa. In particolare la cuspide palatale con il suo rapporto con la fossa antagonista, mantiene la dimensione verticale della bocca, insieme alle altre cuspidi palatali. La dimensione verticale è la distanza tra il piano occlusale masticatorio superiore e quello inferiore, in parole semplici , è come una impronta digitale della bocca, non può essere alterata, come invece sembra essere avvenuto nella sua!Sappia che il concetto fondamentale è che tutto in Natura é Forma e Forma significa Funzione. Massima espressione di Forma che svolge una funzione è proprio l'apparato stomatognatico, ossia la bocca e le sue unità dentali.Le spiego i concetti basilari di forma deidenti, gengive ed osso e quindi corone gengive ed osso, che devono esere armoniosi e giusti perchè dipendenti l'uno dall'altro, quindi se una corona fosse fatta male come forma e il cibo si "impigliasse per questo", sarebbe "sbagliata" con compromissione di forma gengivale ed ossea.La Gengiva ha una forma a festone, che ripete la forma a festone dell’osso sottostante e replica la forma del Dente che circonda a livello della linea di giunzione amelocementizia (che unisce lo Smalto alla radice). Addirittura il piano inclinato formato dai versanti cuspidali dei denti, formano con la linea ideale del piano occlusale, masticatorio, un angolo che è uguale all’angolo formato in un movimento particolare, dalla Testa del Condilo e un punto preciso della Cavità Glenoide della ATM (Articolazione Temporo Mandibolare). Questi quattro Organi Stomatognatici, Gengiva, Osso, Dente e ATM, sono quindi in un rapporto talmente stretto di forma e funzione che è sufficiente che cambi la forma uno solo di essi per farla cambiare anche agli altri… creando patologie anche gravi, oltre che inestetismi spesso molto seri. Ecco perché è semplicistico fare paragoni tra una Otturazione od una Corona Protesica o qualsiasi altra terapia Odontoiatrica, di un Dentista anziché di un Altro, con costi che possono essere anche 10-20 volte maggiori o minori tra l’uno e l’altro. Quindi dubitate altamente delle "prestazioni" Low Cost = a basso costo!!! Basta non modellare una otturazione con i giusti piani inclinati dei versanti cuspidali per causare una alterazione della forma del Condilo della Mandibola o dell’intera ATM, con deviazione della Mandibola, formazione di Precontatti, spostamento dei denti, Instaurarsi di una Patologia Occlusale Gnatologica. Stesse considerazioni per la forma delle otturazioni e/o delle corone protesiche su monconi naturali o su impianti, legga nel mio profilo:"La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale" se vuole approfondire questi argomenti!.Aggiungo che oltre la classe molare è da valutare la classe canina! Per il resto ribadisco che l'approccio giusto per una disgnazia (denti storti) è la Diagnosi Ortodontica che è un atto Medico molto serio ed importante e che scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere;Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente,Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente co il volume osseo, quindi, volumetrica).Come vede la Visita Odontoiatrica è molto più profonda e seria di quanto si pensi. Gnatologia, occlusione e postura sono strettamente correlate Prima si valutano, diagnosticano e curano queste patologie Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide. Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile,perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura,sia che essa sia discendente ,ossia a partenza da una malocclusione ,sia che essa sia ascendente,ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. Che dirle ancora. Sappia che in ogni caso tra le terapie occlusale c'è il Bite Plane, che deve essere ben realizzato da persona competente, sembra una "sciocchezza" ma non lo è anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica, ma a volte va posizionato sulla arcata inferiore, dipende dalla diagnosi e da quello che vogliamo ottenere e poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo, ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite, così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari .Le ho parlato dei diversi tipi di bite, dell'ortotico di riposiziopnamento, dei bite su arcata superiore e di quelli su arcata inferiore, dei bite terapeutici sintomatici e diagnostici. Le ho spiegato che occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Le ho sottolineato che le patologie dell’apparato stomatognatico (la bocca nel suo intero)) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica, oltre che Terapeutica!Le ho lasciato un Poster esplicativo! Le ho parlato dell'Arco Facciale di trasferimento. Sinceramente non so che altre indicazioni darle, senza vederla Clinicamente. Mi ripeto ma "Repetita Iuvant" : Tenga presente che la GNATOLOGIA studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione",precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione,(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!): aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi: l'apparato Cocleare dell'Orecchio,(che determina la capacità di stare in equilibrio,ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali.Il sintomo è la vertigine e il senso di caduta.L’ACUFENE), gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione,ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. le Articolazione Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture).Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista che deve fare il ceck up ortodontico e l'analisi cefalometrica per fare diagnosi corretta, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura, come detto. Ho cercato di essere il più completo ed esaustivo possibile per farle capire quanta importanza abbia la visita clinica di qualità per la diagnosi odontoiatrica e che questa Visita non può essere certo Gratis come nei centri low-cost ed anche purtroppo presso tanti , troppi, Colleghi che non curano certamente la visita che è fondamentale e dirò di più, la visita è costituita in realtà da due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente!Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti. Legga nel mio profilo "Visita Parodontale" che poi non è altro che la Visita Odontoiatrica completa che mia Figlia Claudia ed io facciamo sempre per qualsiasi motivo fosse venuto da noi un paziente! :) Cari saluti e prima di pensare agli impianti che chissà cosa crede lei che siano, magari qualcosa di fantascientifico ed invece sono solo una seconda scelta che arriva come risultato del fallimento terapeutico Odontiatrico a cui deve essere tesa tutta la Capacità dell'Odontoiatra con quella che io chiamo mentalità Parodontale e Gnatologica, senza cui non si può fare niente di serio in nessuna bocca. Ancora cari saluti lasciandole un Poster di denti dichiarati imposiibili da salvare e che si sarebbero voluti sostituire con impianti ed invece curati da me più di 25-30 anni fa e ancora in bocca sani e salvi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sta precipitando con la auto diagnosi. Sicuramente non può fare impianti e poi ortodonzia: di solito si fa prima ortodonzia. Si rechi da un buon ortodontista e veda se non si può fare in tutt'altra maniera: se ha voglia mi cerchi a Firenze per il 1° settembre. Buone vacanze

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

La terapia a cui dovrebbe sottoporsi DEVE essere il frutto di una attenta indagine che non puo' essere effettuata sulla base di quanto dice. In generale posso dirle che quando un problema come il suo è di natura scheletrica la soluzione che risolva sia i problemi estetici che funzionali non può che essere ortodontico chirurgica. In alternativa si deve optare per in compromesso che comporterà certamente un prezzo da pagare. Eviterei a naso la soluzione della estrazione dei premolari superiori in quanto si ci dovrebbe adeguare ad una mandibola più piccola con conseguente appiattimento di tutto il profilo e conseguente messa in evidenza del naso. Resta confermato quindi il mio consiglio iniziale. 
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Ho letto un piccolo trattato. Se ho capito bene, lei è una classe seconda. Se la classe è nel DNA della famiglia, controllando foto e facce di padri e di nonni, la cosa è strutturale e lei farebbe bene a risparmiare ogni spesa, indirizzando la sua beneficenza verso cose più meritevoli. Se lei vede la serie storica dei Savoia, o degli Asburgo, o dei Medici di Firenze, nei ritratti di profilo si ripete una forma caratteristica del naso che accompagna le generazioni. Se invece la sua 22 è solo una scalogna personale, allora mani esperte possono fare miracoli. La cosa più importante è fermare l'instabilità, e a questo scopo lei deve decidere di scegliere tra relazione centrica e occlusione centrica, come dicevano gli antichi dentisti. La classe 22 non è causa di morte prematura e neanche di disdoro presso le più belle ragazze toscane. L'instabilità invece è importante, perché danneggia la qualità della vita, e diventa la ricetta perfetta per l'invecchiamento celere della dentatura. Non si disperi. Si affidi ad un dentista saggio e sapiente, e paghi il giusto che avrà il giusto. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Enrico, per ristabilire la corretta formula dentale prima si fa ortodonzia e per ultimo gli impianti, poi da come descrive il caso e da come ha capito la funzione del bite, forse è meglio che non interferisca nel programma di cure studiato dall'odontoiatra, altrimenti altre complicanze sono dietro l'angolo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig. Enrico, a 23 anni generalmente una seconda classe si corregge solo con una terapia chirurgico-ortodontica. In ogni caso impianti si mettono quando la bocca è sana, anche dal punto di vista occlusale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Probabilmente è un caso chirurgico e va affrontato con uno studio adeguato sia clinico che radiografico e fotografico.
I denti non staranno mai in posizione in quanto l'occlusione attuale non è corretta.
Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia