Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 7

Mia figlia di 8 anni le è stato applicato un disgiuntore palatale

Scritto da Susanna / Pubblicato il
Buongiorno, avrei bisogno un consiglio. Mia figlia di 8 anni ha succhiato il dito fino a 6. 12 mesi fa le è stato applicato un disgiuntore palatale ed abbiamo dovuto attivarlo fino a completa espansione. Il prossimo mese verrà rimosso, ma ho notato profonde modifiche intervenute sul suo volto: prima aveva un visino minuto con due dentini sporgenti, ora ha zigomi molto sporgenti ed una bocca esageratamente grande per una bimba della sua età. Ho fatto presente le mie perplessità ai medici della clinica, ma dicono di aver dovuto iperespandere perchè, una volta rimosso, ci sarà una regressione. Io sono comunque in ansia: lo si vede già al primo impatto come il suo sorriso sia sproporzionato rispetto al volto, tanto più che il morso è ancora più aperto di prima. Allego foto attuale Ringrazio per la cortese attenzione e porgo cordiali saluti.
Cara Signora Susanna, buongiorno. Deve sapere che la "saldatura" delle suture ossee pterigo-mascellari è un processo che avviene intorno ai 7 anni circa e anche prima e la sutura palatina media si chiude solitamente intorno ai 12, 13 anni nelle bambine e ai 13, 14 anni nei bambini. Quindi prima si inizia la terapia espansiva e meglio è. Anche intorno ai 5 anni. In ogni caso sembrerebbe che la terapia sia stata attuata nei tempi "canonici"! Questo per spiegarle che solo il suo Dentista ortodontista può risponderle! In ogni caso, in presenza di una disgnazia, essa andrebbe valutata con ceck up ortodontico e cefalometria. La Diagnosi Ortodontica e la progettazione terapeutica sono come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta che le può dire solo un Ortodontista dopo le visite suddette. Non posso quindi esprimere giudizi, senza vederla. Il Dottor Edmondo Spagnoli ha uno Studio a Lecco ed uno a Milano, le consiglio di contattarlo per avere una consulenza Clinica e Strumentale Autorevole. E' un Ortodontista molto Rinomato! Non è lontano da dove vive Lei. I suoi recapiti li trova nel suo Profilo tra i Consulenti di Dentisti Italia. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno gent.le Sig.ra Susanna, il professionista a cui lei si è rivolta le ha detto ciò che effettivamente si verificherà. L'iperespansione non crea problemi scheletrici permanenti ma si modifica in base alle forze muscolari e alle spinte dei denti definitivi in eruzione, fino a stabilizzarsi.

Scritto da Dott. Aldo Amato
Borgoricco (PD)

L'espansione rapida del palato peggiora fatalmente l'open che dipende dal succhiamento del dito, ed ora viene mantenuto chiaramente dalla malposizione della lingua che si interpone ad ogni deglutizione fra i denti avanti e li mantiene in open, aggravandolo progressivamente man mano che cresce. Premesso che l'abitudine viziata del succhiamento del dito deve essere del tutto finita (altrimenti la strada è un altra), ora la bimba si deve dedicare con massima serietà ed impegno a 10 minuti giornalieri per moltissimo tempo agli esercizi di rieducazione della terapia miofunzinale presso valida logopedista che ci si dedichi. E contemporaneamente, fatte le analisi cefalometriche di cui parla mirabilmente il dr. Petti (premessa indispensabile a qualsiasi tipo di ortodonzia si voglia fare), mettere un apparecchio funzionale che rieduchi anch'esso la postura linguale e chiuda l'open.. Legga bene cosa è la cefalometria nei miei articoli in questo sito e diffidi nettamente se l'ortodontista che cura la bambina procede ad occhio, senza effettuare questo esame. Quanto alle perplessità estetiche etc, auguriamoci che non sia stata fatta una espansione eccessiva che abbia portato i denti in sindrome di Brodie (se ci manda una foto dei denti quando chiude -ben fatta - forse possiamo dire di più.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Quello che le ha detto il collega Ortodontista rientra nelle linee guida e sembra corretto. Corretti sono i tempi dell'espansione rapida palatale (inizio precoce dell'espansione), e inevitabili sono le iper-correzioni ed iper - espansioni iniziali (queste, come sottolineato dal collega Amato, rientreranno progressivamente nell'ambito di un fisiologico sviluppo della paziente con relativa azione muscolare - ossea e dentale).

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Susanna, non deve far valutazioni quando la terapia è ancora in atto. Sopratutto in ortodonzia ci possono essere fasi in cui la situazione pare peggiorare. L'importante è il risultato finale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Susanna, voi poveri pazienti firmate consensi informati, ma ascoltate poco; tutte queste problematiche sono dette al paziente, in questo caso a lei, prima del trattamento; per cui d'ora in poi si faccia mettere per iscritto tutte le possibili complicanze prima di firmare il consenso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Scheletricamente deve ancora svilupparsi e solo in futuro si faranno le correzioni dentali, se c'erano le indicazioni all'espansione è un aspetto normale a fine terapia intercettiva. Le arcate in questo periodo è normale non corrispondano. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia