Domanda di Ortodonzia

Risposte pubblicate: 10

Causa affollamento dentale, all'età di 10/11 anni sono stato sottoposto a cure ortodontiche, ma....

Scritto da Mario / Pubblicato il
Vorrei spiegare brevemente il mio caso e ricevere, quanto nei limiti possibili, una risposta. All'età di 10/11 anni sono stato sottoposto a cure ortodontiche, a causa di un un affollamento dentale anteriore superiore, ma non so di quale gravità fosse l'affollamento, comunque sia il mio dentista decise di estrarre i due primi premolari superiori per poter creare lo spazio necessario, poi chiaramente ho portato l'apparecchio fisso per quasi 1 anno e 1/2. Successivamente, all'età di circa 12/13 anni dopo aver tolto l'apparecchio i denti superioi sembravano essersi allineati, solo che dopo qualche anno, forse anche in seguito alla crescita cranio facciale, gli spazi dei primi premolari precedentemente estratti non erano chiusi ed attualmente mi ritrovo con uno spazio di circa 2 mm a destra e a sinistra dei canini di destra e sinistra, (quando sorrido comunque sia lo spazio vuoto si nota), inoltre ho notato che l'arcata dentaria non ha quella "curvatura" armonica che ha una normale bocca, infine da qualche tempo comincio ad avvertire dei lievi dolori tipo una sensazione di stanchezza ai muscoli masseteri, ma saltuariamente e per breve tempo. Inoltre ho la sensazione di non occluedere la bocca in modo normale. Ho deciso così di farmi visitare da uno specialista in gnatologia/ortodonzia in una struttura pubblica ma soltanto per quanto riguarda il mio fastidio ai muscoli masseteri e mi ha consigliato di portare un bite durante la notte, poi mi ha detto che l'occlusione è buona, è molto probabilmente dipendeva dal fatto che io digrigno i denti, e quindi i muscoli sono in tensione, mi ha consigliato quindi di fare dei massaggi e portare il bite durante la notte, anche se non credo sia la soluzione definitiva per il mio caso..., comunque sul lavoro svolto dal collega per il trattamento ortodontico non si è espresso. Le dico, che, guardando le foto di qualche anno fa ho la sensazione che il mio profilo naso, labiale, sembri modificato. Trovandomi a parlare con un amico odontotecnico mi ha consigliato di farmi visitare da uno specialista è mi ha detto che probabilmente anche se ho 23 anni, sarebbe possibile in teoria estrarre i due denti del giudizio superiori e portare indietro i denti posteriori con apparecchio ortodontico, per creare lo spazio per rimettere i premolari che mi erano stati estratti, posizionando due impianti. Vorrei sapere a tale proposito cosa ne pensa e se sia possibile, perchè io vorrei rimettere i due premolari, nel caso fosse possibile. Ringrazio anticipatamente coloro che mi risponderanno. Mario Posso inviare altre foto via email se mi postate i vostri indirizzi. Grazie. ps. per vedere le foto in modo corretto, aprire la finestra e successivamente premere F11.
Difficile. L'idea di riallargare mi sembra una vera stupidaggine. Probabilmente sono stati tolti i denti senza fare una dentimetria, ovvero una misurazione degli spazi, ma più probabilmente sono stati tolti per correggere una II classe, vera bestialità. Infatti se ho capito bene sono stati tolti due e non 4 premolari. Per sapere se si può riportare in ordine, oltre i consueti esami, cefalometria etc, ci vorrebbe una valutazione di come combaciano le due arcate. Sta tutto lì. Infatti non è che il sopra sta a Roma e il sotto a Milano: stanno assieme tutto il giorno!!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno, per poterle fornire una risposta minimamente sensata bisognerebbe almeno poter valutare la sua occlusione ed il suo profilo, in linea di massima, se dopo le necessarie indagini risultasse utile riaprire gli spazi per inserire due impianti, nulla vieta di farlo anche se, personalmente, non credo di aver ben capito la necessità dell'estrazione dei denti del giudizio per poter attuare questo progetto. Cari saluti

Scritto da Dott.ssa Antonella Bacchieri Cortesi
Noceto (PR)

Caro Mario, vedo che lei e' della mia citta'. La valutazione della sua situazione non puo' prescindere da uno scrupoloso studio radiografico e gipsometrico della sua bocca, il tutto correlato da una visita clinica. Oggi in odontoiatria si puo' fare molto per ripristinare situazioni malandate... ma la cosa fondamentale e' formulare la giusta diagnosi per impostare una terapia mirata. Nella mia pratica clinica ho visto un'infinita' di casi che richiedevano un minimo di attenzione per approdare ad un risultato soddisfacente per il paziente. Se lo ritiene opportuno mi contatti cliccando sulla mia scheda per prenotare una visita cosi', se lo desidera potremo analizzare serenamente la sua occlusione e risolvere contemporaneamente il suo problema estetico. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

Caro Mario, il suo è un problema frequente e deve essere affrontato in modo corretto e completo. Dalle  cose che ha scritto possono essere tratti degli indizi interessanti. L'affollamento è quasi sempre conseguenza di una lingua che non fa il suo lavoro durante la deglutizione e che costringe i muscoli delle guance a lavorare in sua vece. purtroppo la direzione della spinta delle guance tende a stringere il palato. nello stesso tempo la lingua non contattando il palato, che è sede di un "interruttore" nervoso trigeminale importantissimo, tende ad esercitare una spinta contro i denti. Questa è probabilmente la causa della riapertura dello spazio (oltre alla crescita differenziale della mandibola che potrebbe aver sospinto in fuori il gruppo frontale superiore). Un altro elemento è dato dalla stanchezza dei masseteri: essi divengono ipertonici essendo contratti non solo per masticare (è il recettore del palato che li rilassa). probabilmente ci sono una altra serie di sintomi che lei non ha abbinato al fatto dentario come episodi di rigidità cervicale, qualche mal di schiena, sensazioni di ingoiare aria. per la sua età sono sintomi accessori ma spesso frequenti. A priori non si può dire se un bite possa essere la soluzione. se questo altera la posizione mandibolare anzichè darle la posizione giusta, dopo una prima fase di benessere il beneficio sparisce. bisogna cercare di valutare appieno la funzionalità neuro-muscolare per avere tutti gli elementi necessari. In ogni caso il digrignamento è, secondo la nuova visione neurologica il mezzo messo in atto dal sistema nervoso per stimolare recettori trigeminali. Se la lingua non comprime l'interruttore del palato all'organismo, per poter dormire, per memorizzare, per avere capacità di attenzione, occorre reperire stimolazione dai recettori dentari. Penso di averle dato una idea complessiva del problema. Per finire non ricorrerei ad altre estrazioni. ad ogni estrazione la colonna di neuroni che rappresenta il dente nel quarto strato della corteccia cerebrale si atrofizza e non sappiamo se le zone adiacenti saranno in grado di sostituirla. saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Egregio, solo da quello che ci descrive e dalla foto non mi sento di darle consigli tranne quello di rivolgersi ad un ortodonzista.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Mario, la fotografia che ha inviato non puo' da sola rendere l' idea del problema è importantissimo capire se i denti sono stati tolti per compensare una seconda classe (che peraltro a 10-11 anni si risolve in modo ortopedico e non con estrazioni dentarie) o solo perchè l' arcata superiore era affollata... nulla vieta di riaprire lo spazio d' estrazione se questo è il giusto piano di trattamento elaborato in seguito a una completa analisi della sua bocca. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Majolino
Genova (GE)

Caro signor Mario...anzitutto noto una contraddizione e riporto:"...per quanto riguarda il mio fastidio ai muscoli masseteri e mi ha consigliato di portare un bite durante la notte, poi mi ha detto che l'occlusione è buona, è molto probabilmente dipendeva dal fatto che io digrigno i denti,..." = dire che l'occlusione è buona e poi dire che digrigna i denti...mi scusi ma è un controsenso...infatti se si digrignano i denti (bruxismo)...è perchè c'è una occlusione errata!... Detto questo lei ha bisogno di una accurata visita non solo ortodontica ma anche gnatologica... ASSURDO...prima di pensare agli impianti...si deve risolvere il problema ortodontico e quello gnatologico...risolvibili mi creda...con prevedibile tranquillità...ma lei già sta pensando agli impianti...pensi prima ai problemi seri..poi a come sostituire denti nel caso... Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Mario, una foto a bocca aperta non mi dice assolutamente nulla. Per poterle rispondere correttamente  dovremmo visionare un telecranio con tracciato, una panoramica e tutte le foto: a bocca aperta superiore ed inferiore, chiusa: sub mento vertice, latralità dx.e sin. solo così potremmo dare qualche consiglio e dico qualche, perchè senza visita gnatologica, per me è tutto vano per il suo caso.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Assolutamente No, da specialista in Ortognatodonzia ti sconsiglio qualsivoglia ulteriore sacrificio dentale, il caso io lo risolverei con una semplica chiusura degli spazi addirittura con una semplica apparecchiatura rimovibile da portare nelle ore serali e solo a casa, così più gestibile da un paziente adulto. Saluti.

Scritto da Prof. Attilio Menduni De Rossi
Castellammare di Stabia (NA)

Sig. Mario, le consiglio di sfruttare la disponibilità del collega Sacco.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)