Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 3

E' possibile che una rinosinusite con ciste nel seno mascellare possa causare dolore sordo alla mascella?

Scritto da Giuseppe / Pubblicato il
Buonasera vorrei chiedere due domande. La prima è possibile che una rinosinusite con ciste nel seno mascellare possa causare dolore sordo alla mascella. La seconda domanda è relativa a un problema di alcuni giorno ho un dente il settimo in basso dopo il dente del giudizio che fa parte di un ponte di 4 elementi che appena ci mastico sopra da un dolore non forte cmq che poi passa subito dopo. Il dente non fa male poi se sto a riposo oppure lo tocco con il dito o ci batto sopra, ma ogni volta che ci mastico fa male. Il dente non è devitalizzato ma è solo rivestito con capsula.
Caro Signor Giuseppe, buongiorno. Purtroppo, senza una Visita Clinica, dovrebbe capire che non si può rispondere se non in modo generico ed approssimativo facendo "supposizioni" basate solo sul poco che ha detto. Lei ha scambiato Internet per una "organizzazione organica" capace di rispondere a qualsiasi domanda usando "poteri sovrannaturali"! Vada dal Medico e soprattutto non assuma farmaci di sua sola iniziativa. E' pericoloso! Prima domanda: la risposta è si! Parla di Cisti nel seno. L'immagine descritta nel pavimento del seno mascellare indicherebbe la presenza di un Mucocele. Il Mucocele è una Pseudocisti assolutamente benigna, ripiena di muco, che sollava la mucosa del pavimento del seno mascellare e solleva la membrana di Schneider che è delicatissima, tanto che è detta a sole nascente perchè rassomiglia al sole, all'orizzonte, per esempio sul mare, all'alba nel momento in cui sorge. Di solito non creano urgenza di rimozione chirurgica perchè non creano patologie, però tendono ad aumentare di volume ed in questo caso possono creare patologie sinusali e vanno allora escissi chirurgicamente! Questo da quanto dice perché non precisa se questa Cisti sia o non sia i relazione con una radice di un dente in necrosi! Seconda domanda: mi sembra palese ed ovvio che esista una patologia in un dente pilastro di ponte della protesi fissa. Patologia che va dalla necrosi, all'iperemia attiva pulpare a quella passiva pulpare, alla pulpite cronica alla sindrome radicolare della polpa, ad una frattura, ad una carie ed altre decine di patologie, non trascurando quelle parodontali. Bisogna fare una Visita Clinica completa. Ossia, bisogna visitarla clinicamente con due visite intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente!Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti ed in particolare di quello di cui lei parla e chiede una risposta! Spero quindi che le sia chiara la dinamica della etiopatogenesi della sofferenza che ha, ossia che può provenire dal dente, dal suo endodonto, dal suo periapice o dal suo parodonto. Vada quindi dal Dentista. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Relativamente alla prima domanda, la risposta è tecnicamente sì. La ciste presente nel seno mascellare, se non è di origine odontogena, potrebbe essere, come ha suggerito il dott.Petti, un Mucocele (pseudocisti benigna piena di muco); se particolarmente estesa e in concomitanza con una rinosinusite, può causare sintomatologia oppressiva sul mascellare superiore. Per quanto riguarda il suo elemento dentario, pilastro di ponte, probabilmente dovrà essere trattato endodonticamente oppure parodontalmente (a seconda se affetto da patologia di natura endodontica o parodontale), previa rimozione del ponte stesso (aspetto meno piacevole). Vada dal suo Dentista, con la panoramica in mano, e si faccia visitare per avere una diagnosi definitiva e definita relativamente ad entrambe le problematiche riportate.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giuseppe, il termine corrette è cisti, " Ciste" non esiste. Lei deve imparare a curarsi con delle visite odontoiatriche semestrali, per cui sfrutti questa occasione per far controllare il dente sintomatico.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)