Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 4

Secondo voi i fastidi che avverto possono dipendere dalla presenza del meateriale usato per la cura canalare?

Scritto da cinzia / Pubblicato il
Salve dottori, il mio incisivo superiore destro è stato sottoposto a due cura canalari a causa di una infezione. Da circa 15 giorni ha iniziato a darmi fastidio tipo indolenzimento associato ad un pò di bruciore, è come se il dente fosse infiammato. Il mio dentista mi fa un lastra dalla quale non risulta nessuna infezione. Effettuo allora anche una ortpanoramica dalla quale risulta " presenza di materiale iperdenso da pregressa terapia endodontica". Secondo voi i fastidi che avverto possono dipendere dalla presenza del meateriale usato per la cura canalare.? Preciso che la cura canalare l'ho effettuata circa un anno fa. Avrei bisogno di un vostro parere al riguardo.
Cara Signora Cinzia, dipende solo dal fatto se a suo tempo ci si sia attenuti o no alle normali regole di asepsi o no! In genere comunque materiale oltre apice non provoca patologie o disturbi, ripeto basta che sia asettico! E' stato fatto un sondaggio Parodontale per valutare la presenza eventuale di tasche parodontali espressione di parodontiti o/e endoparodontiti? La sua età di 41 anni inizia ad essere una delle più colpite dalla malattia parodontale! I sintomi potrebbero anche essere dovuti a questo o all'endodonto non curato bene! Bisogna valutare tutto Clinicamente e con Rx endorali! Cari saluti e stia tranquilla, è normalissima routine
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Solitamente la fuoriuscita di materiale endodontico (cemento - guttaperca), a meno che non vada ad irritare il nervo alveolare inferiore (all'interno del canale mandibolare) o finisca all'interno del seno mascellare, non provoca disturbi particolari. Nel suo caso quindi, trattandosi di un incisivo superiore (che non si trova in corrispondenza di strutture anatomiche a rischio), anche se la sua panoramica indica la presenza di "materiale iperdenso da pregressa terapia endodontica" (comunque l'esame di riferimento per fare diagnosi in questo caso è la radiografia endorale, non la panoramica), non dovrebbe essere quella la causa dei suoi sintomi. A meno che non ne sia fuoriuscito un quantitativo veramente importante o che la procedura di devitalizzazione precedentemente eseguita non abbia rispettato le norme di asepsi richieste: in questi casi bruciore ed irritazione, anche a distanza di tempo, possono verificarsi. Se comunque i suoi sintomi persistono, significa che qualcosa che non va c'è (e si dovrebbe vedere anche con una semplice radiografia endorale) e nel caso forse sarà opportuno riaprire il dente e ri-trattarlo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Cinzia, il referto della OPT va interpreta dall'odontoiatra che la prescritto, a distanza senza la minima conoscenza del caso non è possibile darle una risposta corretta, ma in qualunque caso ora occorrono delle nuove cure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caso Clinico Semplicissimo, se lei si affiderà a mani esperte. La qualità costa, che lei avrà pagando un poco di più. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia