Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 9

Secondo voi è consigliabile l'estrazione del dente?

Scritto da alessia / Pubblicato il
Salve Gentili Dottori, volevo porvi una domanda. Circa un mese fa ho fatto un apicectomia sull'incisivo superiore sinistro perchè c'era una infezione. Il dente era stato già sottoposto a due cure canalari, ma l'infezione si era ripresentata. Il dente mi faceva male e il dolore si irradiava anche ai molari vicini. Dopo l'apicectomia il dolore è praticamente scomparso per circa 5 giorni, per poi ripresentarsi. Il mio dentista a questo punto mi ha detto che l'unica soluzione è l'estrazione del dente, anche se dall'oropanoramica fatta in questi giorni non si vede alcuna infezione. Secondo voi è consigliabile l'estrazione del dente? Grazie in anticipo per le risposte
La panoramica serve poco se non nulla per un problema del genere, meglio l'endoorale o la cone bean ( tac ) se l'apicectomia non ha funzionato rifarla potrebbe non essere possibile o il problema potrebbe essere diverso ( frattura?)  non lo sappiamo, senta altro parere da un collega esperto prima di procedere all'estrazione. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Alessia, sarebbe opportuno eseguire una radiografia endorale piuttosto che fidarsi di una panoramica che peraltro nei settori anteriori risulta spesso non definita. Rimango un poco perplesso sulla sintomatologia dolorosa e direi di indagare anche sulla salute dei denti e del parodonto delle altre zone poichè credo sia difficile che una infezione localizzata in un incisivo possa dare un dolore diffuso alla zona molare. Non vorrei inoltre che tutte le cure eseguite (2 trattamenti canalari più una chirurgia retrograda) abbiano creato una lesione della radice. E' necessaria una attenta verifica per una diagnosi certa. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Buongiorno Alessia. La radiografia panoramica non è lo strumento migliore per fare diagnosi nel caso di lesione endodontica. Occorre una radiografia endorale, o ancora meglio una tc, per poter capire l'origine di questa lesione. Potrebbe esserci una frattura radicolare non diagnosticata, o potrebbe esserci un canale non correttamente trattato. Ma questo solo il suo dentista può saperlo. Per ulteriore chiarezza, molari e incisivi non sono vicini. Forse intendeva un altro dente.

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)

Mistero della fede. L'apicectomia funziona quasi sempre, se eseguita da mani esperte. La rx panoramica è di scarsa qualità, per sarebbe servita un lastra locale, se il dentista fosse stato meno pigro. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Signora, se il suo dottore, dopo aver valutato i risultati di una terapia farmacologica, e dopo aver approfondito la diagnosi con una radiografia endorale ed un esame clinico più attento, dichiara fallito l'intervento chirurgico di apicectomia, allora l'unica soluzione rimane l'estrazione del dente. Non gliene faccia una colpa: non sempre l'apicectomia dà i risultati desiderati, poiché rappresenta l'estrema terapia nei casi difficili delle infezioni apicali. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Alessia, il problema è proprio l'apicectomia perchè spesso si confonde apicectomia con retrograda. In situazioni simili si deve fare una retrograda con sigillatura certa dell'apice con MTA od Amalgama d'ar5gento Chirurgica Sterile e priva di Zinco perché non sia idroscopica! A questo punto si dovrebbe valutare con una Rx endorale e clinicamente se è stata fatta una retrograda o una semplice apicectomia senza sigillatura dell'apice apicectomizzato. Se fosse così, si dovrebbe valutare se si potesse ancora fare una retrograda con sigillatura del canale! Si deve valutare anche se esiste una endoparodontite o una Parodontite che si manifestano con la formazione di tasche parodontali. La prima solo nel dente in causa. La seconda in tutti i denti di tutta la bocca dove più dove meno. Dico questo da Parodontologo e perché lei ha purtroppo una età in cui la Parodontite incomincia a "colpire" con una frequenza abbastanza alta ed quindi doveroso, e sottolineo che è doverose sempre ed a qualsiasi età, fare una doppia visita Parodontale con sondaggio di sei punti di ogni dente di tutti i denti col sondino parodontale per rilevare le misure di eventuali tasche. Tra le due visita si deve fare, in presenza di tasche, un curettage e scaling e root planing ed Rx endorali complete e modelli di studio e tanto altro. Alla seconda visita, rimosso il tessuto di granulazione dalle tasche parodontali, si potranno avere le reali misure delle tasche stesse non più falsate dal tessuto di granulazione escisso col curettage e scaling e solo allora si potrà fare una Diagnosi, una Prognosi ed una programmazione terapeutica eventuale! Come vede il Discorso clinico è ben altro che una "occhiata" di dieci minuti! La Visita Odontoiatrica è una cosa molto seria e Colta! Quindi l'unica soluzione non è estrarre il dente. Spero che le sia chiaro! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'intervento di apicectomia, molto più utilizzato in passato rispetto ad ora, non ha una percentuale di successo pari al 100%....anzi. Si tratta di un intervento eseguito quando le terapia tradizionali endodontiche falliscono, quindi su denti già compromessi a livello parodontale, con predicibilità non ottima. Se, nonostante le terapie tradizionali ortograde, ha fallito anche quella retrograda (appunto apicectomia), forse per il dente non c'è più molta speranza.... Dico forse perchè non ho una rx endorale (la panoramica non è adeguata) nè la sto visitando, ma da quello che riferisce sembra che accanirsi su quel dente, se continua ad essere sintomatico, sia inutile.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

A prescindere dalla valutazione delle due terapie precedenti e della apicectomia eseguita credo che continuare a cercare di "salvare" quel dente, a questo punto diventi un accanimento terapeutico. Ci sono diverse soluzioni protesiche validissime per sostituirlo. Si affidi con fiducia al suo dentista

Scritto da Dott. Alessandro Badalassi
Viareggio (LU)

Sig. Alessia, i miracoli non li fa nessun odontoiatra, mali estremi-estremi rimedi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)