Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 5

Ad agosto ho subito un trauma all'incisivo centrale superiore con infrazione dello smalto.

Scritto da Alessia / Pubblicato il
Gentili Dottori, ad agosto ho subito un trauma all'incisivo centrale superiore con infrazione dello smalto. Dalla lastra non risultava nulla. L'ho ripetuta un mese fa e ancora nulla. Da sei mesi ormai però sento un bruciore costante alle narici. Un mese fa mi bruciava pure il labbro e il palato superiore. Ho preso antibiotico (Augmentin) e antinfiammatorio (Brufen) e mi è passato. Due giorni dopo la sospensione della cura il fastidio è tornato. 15 giorni fa ho ripetuto il test di vitalità del freddo ed è positivo. Le gengive mi è stato detto che sono a posto. Una settimana fa ho dovuto riprendere l'antibiotico per un altro motivo (Ciproxin 500 2/dì per 6 dì) ed ho notato che dopo 1 ora dalla prima pasticca è passato il bruciore ed oggi ad un giorno dalla sospensione è ritornato. Il mio dentista dice che se il dente risponde all'antibiotico sta andando in necrosi ed è da devitalizzare. Ma non può essere un problema parodontale conseguente al trauma? Un problema all'osso e non al dente? O cos'altro? Il dente di per sé non mi fa male. Se lo tocco però mi brucia. Cosa posso fare? Grazie.
L'antibiotico non fa effetto in un'ora per cui è stato casuale la remissione del sintomo potrebbe essere anche un problema parodontale, ma il suo dentista dovrebbe saperlo se ha sondato il dente e se il dente ha un test di vitalità nella norma radiologicamente poi ci sono delle differenze da un problema apicale per cui la diagnosi è diversa. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Alessia, il dente va rivisto e tenuto sotto stretto controllo clinico e radiografico, dalla descrizione sembrerebbe indicato un cavity test diagnostico.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Alessia, anzitutto la diagnosi è prima Clinica e solo come conferma di un sospetto diagnostico, radiologica e con Rx endorale e non con una Panoramica OPT! Se il dente sta andando in necrosi devono esserci delle risposte particolari alle prove termiche. Di solito si instaura una sintomatologia detta Sindrome Radicolare della polpa che si evidenzia con il fatto che il dente a via via una minor sensibilità al freddo fino alla sua scomparsa ma mantiene una sensibilità al caldo apparentemente normale o addirittura più accentuata! Non è però sempre così ma ci sono altri "segni" da ricercare sia Clinicamente che con Rx endorale magari in più proiezioni. Certo ci può essere una patologia parodontale localizzata per il trauma che va valutata clinicamente e radiologicamente. Tra l'altro l'età dei 45 anni è tra le più colpite dalla Parodontite in genere. A prescindere dal trauma si deve sempre fare una Visita Parodontale con sondaggio parodontale di tutti i denti della bocca. Sempre, a prescindere dal motivo per cui il paziente si rivolge al Dentista. Purtroppo questo non avviene quasi mai di routine come deve essere ed è per esempio nel mio Studio da sempre, sia da parte mia che da parte di mia Figlia Claudia! Una palpazione di tutto il tavolato osseo frontale ed un esame dei seni paranasali deve completare la visita. Il fatto che il sintomo risponda agli antibiotici, sempre, indica che c'è una patologia infettiva nelle vicinanze o nel dente in causa! La visita Clinica non è atto semplice. Sappia inoltre che esistono dei sintomi detti Sinalgie, ossia una serie di Sintomi che sembra che ora partano da un punto ora da un altri e così via. Le Sinalgie sono sintomi che, praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano. Quindi bisogna fare una accurata visita Odontoiatrica completa ed accurata. Poi una visita Gnatologica e conservativo-endodontica accurata ed una visita Parodontale e stia certa che si arriva ad una diagnosi. Tenga inoltre presente che la visita Odontoiatrica deve essere totale. Questa plurispecialità, ripeto e non mi stancherò mai di ripeterlo, della visita che comprenda anche un sondaggio parodontale totale e completo, deve essere parte costante in qualsiasi Visita anche solo Generica Odontoiatrica per qualsiasi motivo sia stata fatta e che in genere non viene mai fatta, invece, purtroppo, specie nei centri Low Cost ed è per lo stesso motivo che bisogno altamente diffidare di chi reclamizza non deontologicamente visite gratuite! Insomma bisogna essere Clinici Odontoiatri e Clinici Medici! Questa è normalissima odontoiatria di routine! Non so che altro dirle se non di stare tranquilla che tutto è risolvibile e non è niente di eccezionale! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il problema traumatico impone una soluzione immediata. Il problema della polpa no, perché è una sintomatologia cronica, e nel suo caso (bruciore) di campo trigeminale. Faccio una supposizione, non una diagnosi, in attesa di computer più perfezionati e infallibili. Se la mia supposizione è confermata, si deve devitalizzare. Questa procedura è esente da postumi e da cambi di colore solo se in mani esperte. (Mani esperte.) Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

E' molto difficile dire cose precise in un caso come il suo. Ma sembra proprio che stia perdendo vitalità e che vada devitalizzato. Il rischio di aspettare troppo e che si sviluppi una infezione. E' una decisione difficile da prendere. Ma se i sintomi persistono e se va in peggio meglio intervenire

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia