Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 2

Seguito domanda: Dolore dente del giudizio

Scritto da chiara / Pubblicato il
Ringrazio vivamente tutti per le celeri risposte e partendo dall'ultima vorrei precisare che il dosaggio dell'antibiotico è 1 gr. e il dentista ha aumentato la cura di un giorno (la confenzione è di 12 cpr. x cui la prenderò tutta anche se in 4 giorni). Vorrei aggiungere che mi recherò per una panoramica questa sera e che il dolore è in parte passato (non prendo antidolorifici da questa mattina), mentre quello che mi preoccupa è il gonfiore; altra domanda in caso di ascesso il drenaggio è indicato farlo prima della terapia antibiotica?inoltre non accuso alcuna sensibilità nè caldo, nè freddo, solo al tatto seppur modesta sia al dente del giudizio che ai molari vicini. infine 2 quesiti: 1) quali potrebbero essere le cause di questa infiammazione/ascesso? Le carie che ho sono state tutte trattate e l'ultima visita (con pulizia) è stata fatta meno di 6 mesi da cui non è emerso nulla; 2) mia madre ha sofferto di piorrea: c'è un rischio di ereditarietà? Grazie ancora per l'attenzione.
Cara signora Chiara: IL gonfiore non la deve preoccupare ... se ha una adeguata copertura antibiotica!!! IL drenaggio dell'ascesso ...si fa solo se tende a divenntare Flemmone e solo quando è "Maturo" (molle) ...di regola non è necessaria perchè con l'antibiotico...dopo un pick di aumento di regola diminuisce fino a scomparire! Alla 2° domanda per sua madre ..rispondo decisamente: no! ... la Parodontite ("piorrea" è il termine volgare che deriva dal greco è sigifica scolo di pus) non è ereditaria ... ma solo una predisposizione ...in parole povere non si eredita la malattia, ma solo la predisposizione ad averla...quindi in uno stesso nucleo familiare ci possono essere più casi di Parodontite!!! Per quanto riguarda tutto il resto le ho già risposto e per sua comodità riporto la risposta che le ho dato : Cara Signora Chiara, anzitutto è indispensabile fare una Diagnosi, che non è stata fatta! Farla senza vederla è impossibile quindi prenda le mie parole solo come consigli: 1-Bisogna fare una Rx Endorale sia del "Dente del giudizio", sia dei due altri molari che stanno più avanti (sarebbe consigliabile fare anche una OPT, ossia una Panoramica per vedere meglio i rapporti del dente del giudizio con il canale mandibolare e coi denti vicini!) 2-Dice che ascesso non c'è...poi però descrive un gonfiore duro che non è altro se non un ascesso ancora non maturo. 3-Bisogna stabilire da dove origina l'ascesso. Può originare dal dente del Giudizio ed evidenziarsi più avanti in corrispondenza degli altri molari davanti a quello del giudizio, perchè l'ascesso, si fa strada nelle fasce muscolari che oppongono minor resistenza e può uscire anche lontano dal dente che lo ha causato! 4-è necessaria una accurata visita clinica per stabilire quale sia la causa dell'ascesso 5- Basta valutare la risposta agli stimoli termici dei tre molari implicati, attuare una percussione assiale e trasversale su ognuno e misurare le eventuali tasche parodontali! 6- L'antibiotico dato è troppo "blando" e prescritto per troppo breve tempo...gli antibiotici si assumono o non si assumono, se si assumono, bisogna assumerli bene e per periodi giusti, meglio lunghi che corti...almeno una settimana...in linea generale...poi dipende dall'antibiotico, (assumerlo per soli tre giorni è pericoloso perchè, non "uccidendo tutti i microbi" si formano delle generazioni di microbi sopravvissuti che possono diventare resistenti a quell'antibiotico o addirittura a tutta la famiglia di quell'antibiotico, con danno inutile per l'organismo!) PENSO di averle chiarito le idee! Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Chiara, stia tranquilla non sono queste le patologie gravi del cavo orale, il collega Petti le ha spiegato tutto, forse anche di più. L'eziopatogenesi della malattia parodontale non è l'ereditarietà, è possibile avere una predisposizione uguale a quella dei genitori ma non è la regola.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)