Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 4

SEGUITO ALLA DOMANDA: Ho un agenesia degli incisivi superiori laterali e un diastema fra gli incisivi centrali superiori.

Scritto da alessandro / Pubblicato il

Salve, Posto una seconda domanda per aggiornarvi e rispondere alle domande fatte nel post precedente. L'odontoiatria mi ha spiegato che una seconda classe può essere risolta solo con un intervento maxillo facciale e purtroppo ho dovuto rifiutare per i lunghi tempi di riabilitazione causa lavoro. Spiegando comunque le mie ragioni di voler raggiungere un estetica e una funzionalità ottimale mediante un impianto per il mio problema di agenesia degli incisivi, mi ha detto che non è consigliabile per la mia età e per l'intervento che ho deciso di non affrontare, e che quindi sia meglio chiudere gli spazi e basta. Spero di essere stato più esauriente. Saluti.

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/8564_ho-un-agenesia-degli-incisivi-superiori-laterali-e.html

Sig. Alessandro, è chiaro superata la fase di crescita la seconda classe scheletrica la si può affrontare solo chirurgicamente, per cui visto che lei non vuole affrontare questo intervento il suo odontoiatra le ha proposto un compromesso che dovrà essere mantenuto nel tempo con forti e costanti contenzioni. Se nutre dei dubbi sull'estetica del post-trattamento potrebbe richiedere una simulazione su modelli o in digitale del suo caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Purtroppo non abbiamo la documentazione radiologica e non l'abbiamo visitata pensare di rispondere correttamente al suo caso con le limitazioni terapeutiche che lei pone è impossibile. Tra l'altro penso che qualsiasi terapia di compromesso nel suo caso possa essere instabile con successivo movimento dentale e quindi recidiva e con rischi anche a carico dell'articolazione temporo mandibolare. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Alessandro, la terapia è una sola! Le è stata spiegata! Le ho anche spiegato nella mia risposta del 13-01-2014 che per risponderle in modo Professionale e Concreto si deve fare una visita Clinica ed un Ceck up Ortodontico con Cefalometria e tanto altro! Non capisce purtroppo che l'implantologia non è assolutamente indicata in una bocca con disgnazie non corrette e con rapporti quindi, tra le arcate, di natura gnatologica, errati. Fare un impianto in queste condizioni per me, ovviamente, è profondamente sbagliato! Si faccia spiegare dal suo Dentista tutti i limiti di un impianto e cosa sia un impianto perchè a quanto sembra lei, erroneamente come molte persone, crede che sia "il toccasana fantascientifico che risolva tutto"! Non è così! Sappia solo che un impianto può sostituire un dente in una bocca sana in particolare ortonticamente e gnatologicamente e parodontalmente sana! La sua non è sana! L'impianto non si può fare. Così la penso io! Poi veda cosa le dice il suo Dentista ma mi sembra che sia sulla stessa lunghezza d'onda! Forse un compromesso ortodontico lo si può ottenere se ci si accontentasse di "giocare" lievemente sulla posizione dei denti e non dello scheletro ma è impossibile dirlo senza la famosa Cefalometria e ceck Ortodontico! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il suo dentista ha ragione.

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia