Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 5

Se lascio la situazione cosi com'è ci sono problemi?

Scritto da Fabio / Pubblicato il
Salve, io porto l apparecchio da molti anni. Adesso sono quasi in fase di toglierlo e il dentista si è accorto che in alto a destra mi manca il settimo molare, precisamente quello prima del dente del giudizio. Ho fatto la radiografia e si vede che il dente non riesce a scendere, o perché unito con il dente del giudizio o perché i due vanno a toccarsi. Adesso il dentista ha detto che l unica soluzione è intervenire chirurgicamente e vedere meglio la situazione ed eventualmente togliere il dente del giudizio per far spazio a questo molare che non mi esce. Io non vorrei intervenire chirurgiamente, quindi se non lo faccio e a me non esce questo molare, succede qualche cosa? Preciso che questo settimo molare è usciti negli altri tre punti e solo qui non è uscito. Il dentista ha detto che potrebbe cadermi il molare opposto in basso a questo se non esce e che potrei prendere infezione è vero? Se lascio la situazione cosi com'è ci sono problemi? Non mi fido perché non ho capito bene la situazione e poi l altro dentista ha detto che l'unico problema è che ho due denti in meno.
Caro Signor Fabio, si succede qualcosa se non erompe perchè "scombina tutta l'occlusione e la Gnatologia della bocca". Se sta facendo una terapia Ortodontica dovrebbe essere in grado essa stessa di far estrudere il secondo malare! Quello che non capisco è il suo dire "porto l'apparecchio da molti anni e il dentista si è accorto che in alto a destra mi manca il settimo molare. Come mai non lo ha valutato prima chi ha fatto Ortodonzia? Evidentemente non è stato fatta una visita valutativa con anche cefalometria e ceck up ortodontici oltre che radiografici e semplicemente clinici! Non conosco la sua situazione Clinica attuale quindi non posso certo consigliarle una terapia. Può farlo solo il suo Dentista. Veda solo che ci vada molto cauto con l'idea di estrarre i denti. Per quello del Giudizio, dipende da come è posizionato in arcata e di come sia strutturalmente. Insomma se è buono, bello ed in occlusione, bisognerebbe cercare di non estrarre neanche esso. L'ortodonzia dovrebbe essere più che adatta a fare spazio ed eventualmente "agganciare chirurgicamente il settimo per farlo estrudere in arcata! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Fabio, lei si è sottoposto a cura ortodontica per ottenere il 100% nella sua bocca, ora senza la chirurgia non si potrà ottenere il 100%, certo queste cose forse andavano previste a inizio cura, ma purtroppo sono state riscontrate solo ora.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Nella sua domanda c'è qualche cosa che non mi torna. Spero che l'abbia solamente formulata male, oppure consigli al suo dentista di iscriversi a questo portale.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Fabio, sono perplesso sul fatto che è in cura ortodontica da molti anni e solo adesso il suo curante si è accorto che il 17 non è sceso. Se il secondo molare già a 14/15 anni non scende a tutti dovrebbe venire il dubbio che qualcosa non va. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Trovo assurdo che ci si "accorga" alla fine di un trattamento ortodontico che un molare non sia erotto in cavità orale! Esame delle radiografie (ortopantomografia e cefalometria) , esame delle fotografie, studio dei modelli , analisi occlusale e parodontale sono una parte fondamentale di tutti quegli accertamenti che devono essere effettuati prima del trattamento ortodontico. Considerato che le visite hanno una cadenza di trenta- quaranta giorni ed il trattamento dura degli anni, da quanto riferisce, la scoperta tardiva mi fa avere forti perplessità sulla validità e la riuscita di tutto il trattamento ortodontico. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Maurizio Macrì
Napoli (NA)