Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 10

Credete che la capsula sia il caso di rimuoverla?

Scritto da rosa / Pubblicato il
Buonasera. Ho una capsula al 46 inserita diversi anni fa e ieri il dentista, non quello che fece il lavoro della capsula, ha detto che occorre rimuoverla a causa di una infezione sottostante. Allego la foto dell'ortopanoramica e volevo sapere se davvero credete sia il caso di rimuoverla. Sono molto preoccupata. Grazie.
Cara Signora Rosa, anzitutto per diagnosticare le patologie delle unità dentali, intendendo con questo termine il dente ed il suo parodonto che vanno valutati sempre insieme ed in rapporto alle unità dentali prossimali ed antagoniste, la Rx ideale e abitudinaria è la semplice ma dettagliatissima Rx endorale o meglio una serie completa di Rx endorali! La OPT non è dettagliata, sovrappone piani su piani e dilata l'immagine distorcendola! Comunque, nel 46 ha una osteolisi periapicale e periradicolare che si estende al cavallo della forcazione. Bisognerebbe anche sondarla per valutare se è passante o no e di quale grado sia (1°-2°-3°)! Noto poi dei difetti ossei, in paricolare emisetti e crateri e inversioni della normale festonatura ossea che fa presumere che ci possano essere tasche parodontali estrinsecazione di una sospetta parodontite DNDD. Si deve quindi completare la visita odontoiatrica con una visita Parodopntale che andrebbe comunque sempre fatta, per qualsiasi ragione lei si fosse rivolta al Dentista. Almeno in questo modo ci comportiamo io e mia figlia Claudia nel Nostro Studio! Tornando al suo Dente, chiarita la Diagnosi clinica, se fosse in necrosi come penso, l'ideale è rimuovere la vecchia corona e procedere ad un ritrattamento endocanalare ad Hoc e rifare poi la corona! In linea di massima, se ci fossero motivi economici seri, si potrebbe forare la corona per raggiungere l'endodonto del dente e procedere alla terapia e chiudere poi con una adeguata otturazione, accettando però il compromesso della possibilità di una frattura della corona stessa o del moncone sottostante, spesso col passare del tempo. Il dente sarebbe sempre recuperabile rifacendo allora la corona su un pernomoncone! Ne deve parlare col suo Dentista. Solo Lui può rispondere. Mi raccomando il sondaggio parodontale, la preparazione iniziale parodontale con curettage e scaling, serie complete di Rx endorali, modelli di studio, analisi gnatologica e seconda visita di rivalutazione parodontale ed odonto-gnatologica. Legga nel mio profilo "Visita Parodontale" e "Curettage e Scaling" e "Parodontite (nozioni di etiopatogenesi, clinica, diagnosi)" e "Terapia chirurgica della parodontite La Terapia Parodontale, consiste essenzialmente nel ricostruire chirurgicamente ciò che la malattia parodontale ha distrutto." Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Rosa, senza fare tanti giri di parole le confermo la validità del progetto di cure del suo nuovo dentista. Rimozione della corona esistente, ritrattamento del dente e nuova corona. Questo é il lavoro più corretto. Michele Lasagna.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Perchè teme la rimozione della capsula? il piano di terapia che le è stato proposto, non solo è corretto, ma è anche indispensabile per evitare danni maggiori dovuti all'evoluzione dell'infezione in atto. Per quel che riguarda la capsula, poi non è detto che non possa essere riutilizzata. Se si riesce a rimuoverla, senza rovinare i contorni del dente, anche un suo riutilizzo non può essere escluso, sempre che la stessa sia stata costruita con i criteri di una buona protesi. Ma questo è valutabile solo con un esame clinico che prenda in considerazione molti parametri di morfologia e precisione che solo il suo curante può valutare. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Cara signora, bisognerebbe fare una rx endorale per controllare bene la radiotrasparenza interradicolare perche' e' molto sospetta; in ogni caso il dente va ritrattato; il sospetto che ho e' che ci sia una perforazione o frattura della radice

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile signora, dalla opt si rileva che la capsula non è adeguata al dente sottostante, cioè è sporgente, e che c'è una netta infezione apicale del dente dovuta quasi sicuramente alla approssimativa devitalizzazione che le è stata praticata. In più si rileva un infezione anche a carico del dente15. Questi dati le posso assicurare che sono incontrovertibili Cordialmente, Dr.Stefano Squillante

Scritto da Dott. Stefano Squillante
Napoli (NA)

Il suo 46 necessita di un ritrattamento endodontico per curare l'infezione. Se la corona non è precisa non vale la pena "riciclarla" ma sarà conveniente per il suo molare, a guarigione avvenuta documentabile con rx endorali, farne una nuova.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Non solo và tolta la capsula, ma secondo me anche il dente.

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Direi che sia il caso di curare per bene il dente, pena la sua perdita in tempi che per noi sono sempre troppo brevi. La capsula è un ostacolo alla cura, e va o rimossa con la remota speranza di recuperarla o forata con la possibilità di una cura difficoltosa e la certezza di dover eseguire una nuova corona. A voi la scelta. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se come sembra trattasi di granuloma apiale per devitalizzazione corta, io aprirei la corona e tenterei una terapia canalare attraverso la corona. Se poi tutto va a posto, anche radiologicamente, potrà prendere in considerazione la sostituzione della corona...

Scritto da Dott. Pierluigi Scaglia
Calenzano (FI)

Sig. Rosa, se lei è stata da un odontoiatra iscritto all'ordine dei medici, non vedo il motivo per cui mettere in dubbio la sua proposta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)