Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 5

SEGUITO ALLA DOMANDA: Da giugno combatto con una gengivite che non passa.

Scritto da Martina / Pubblicato il

Buongiorno, dopo avervi scritto tempo fà per un problema alle gengive sospetto lichen, ho eseguito biopsia e di seguito vi scrivo l'esito: MUCOSA RIVESTITA DA EPITELIO PAVIMENTOSO COMPOSTO ACANTOSICO, CHERATINIZZATO CON ASPETTI DI IPERPLASIA BASALE E INTENSA INFILTRAZIONE FLOGISTICA CRONICA LICHENOIDE DEL CORION, CON VACUOLIZZAZIONE DELLO STRATO BASALE ED ESOCITOSI NEUTROFILA IN RAPPORTO A FOCI DI EROSIONE. NEGATIVA L'INDAGINE IN IMMUNOFLUORESCENZA, REPERTO COMPATIBILE CON LICHEN. Premetto che quando ho eseguito biopsia ero in una fase molto acuta, ora sono circa 3 settimane che le gengive non sanguinano e sto discretamente senza prendere alcun farmaco a base di cortisone, anzi direi che sono ormai 3 mesi che non assumo cortisone. Rimango in attesa di vostro gentile parere in merito perchè secondo il mio odontoiatra dovrei prendere cortisone vita natural durante per tenerlo sotto controllo ma io non ne ho minimamente intenzione. Una futura mia gravidanza sarebbe un problema con il lichen? Grazie infinite delle Vostre gentile risposte in merito. Martina Bosco Mesola (Ferrara)

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/odontoiatria/6784_gengivite.html

Cara Signora Martina, Buongiorno a lei, le ho risposto a lungo il 19-11-2012 allegandole anche una foto di un Lichen Planus Esfoliativo Bolloso con Sovrapposizione di Gengivite Ulcero-necrotica. Vedo che ha seguito il consiglio di far are una biopsia con diagnosi istopatologica. Come vede è proprio un Lichen e sembrerebbe proprio la forma già sospettata l'altra volta, erosiva e quella bollosa, evoluzione probabilmente di una forma nell’altra, che rappresentano le varianti più sintomatiche e che più spesso si accompagnano o sovrappongono a Gengiviti particolari come quelle descritte, con una compromissione notevole della qualità di vita. La terapia deve essere attuata da un Parodontologo che curi anche la Gengivite, di regola con ripetuti e ciclici Curettage e Scaling e Root Planing dopo Igiene Orale Professionale. Senza visitarla non posso certo esprimere pareri sulla terapia cortisonica se non :"Attenzione", il Cortisone a vita è una terapia da non fare e se si dovesse fare ci deve essere una motivazione comprovata che non ritengo ci sia salvo essere smentito da una visita clinica! Di fronte ad una proposta di terapia cortisonica a vita, prenderei in considerazione l'intervento chirurgico che non è semplice e4d è molto ma molto complesso e spesso non fattibile o fattibile in parte! Si faccia visitare da uno Specialista in queste malattie e da un Parodontologo!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Martina, il lichen è una patologia autoimmune da cui difficilmente si guarisce, concordo con il suo odontoiatra nel mantenere dei controlli clinici e bioptici nel tempo, perchè in alcuni casi la malattia potrebbe evolvere in altro.

Il cortisone non va utilizzato a vita, ma somministrato solo quando la sintomatologia non è più accettabile.

Può affrontare tranquillamente un’eventuale gravidanza.
Le consglio di utilizzare collutori privi di alcol e a base di sostituti salivari come Bioxtra, Oralis, Biotene.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile paziente anche io concordo che il cortisone va utilizzato solo in fase acuta, e eviterei colluttori con alcool, per la gravidanza non ci sono problemi ma le consiglio di seguire scrupolosamente visite mensili di controllo dal dentista, per evitare problemi gengivali ulteriori. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Sig.ra Martina alle parole corrette dei colleghi vorrei aggiungere anche la cura con corticosteroidei topici che sono la prima scelta come terapia. E poi evitare tabacco e alcool, avere una ottima igiene orale, attenzione anche alle localizzazione extraorali del lichen per non confonderle con altre patologie tipo infettive delle mucose genitali, e poi controllare anche gli anticorpi antiepatite C.Agiungo che se la via topica è fastidiosa può eventualmente fare solo gli sciacqui con il bentelan senza ingerirlo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Terrachini
Reggio Emilia (RE)

Cara Martina, il lichen planus, come ogni patologia sistemica autoimmune, è una malattia cronica con periodi di remissione e riacutizzazione. Solitamente la malattia torna a essere sintomatica nei periodi di massimo stress del paziente. La terapia cortisonica / antalgica di supporto deve essere somministrata solamente nei momenti sintomatici. Esiste un alternativa, spesso molto efficace, al cortisone, che permette di tamponare la sintomatologia: Con un apposito trattamento delle gengive erose con il LASER ErYAG, ovviamente in mano a specialisti. Permette di avere una sintomatologia accettabile con tempi di guarigione più brevi. Deve essere chiaro che in nessun caso la terapia laser cura definitivamente la malattia, ma consente una buona qualità di vita nei periodi critici. Sperando di esserLe stata di aiuto porgo i più cordiali saluti. Dott. Roberto RIGANO pavia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Rigano
PAVIA (PV)